Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (1 )
  • Vota!


La SEO sarà ancora protagonista del mondo digitale in questo anno?

La valutazione delle migliori risposte avviene, per ogni motore di ricerca, secondo algoritmi che valutano i contenuti web secondo fattori e strategie in continuo mutamento, interpretando i segnali social e, come vedremo in questo articolo, interpretando e valutando sempre più il pensiero dell’utente.

Semantic SEO – Il significato dei contenuti

La Semantic SEO è uno dei principali trend che caratterizzeranno l’attività SEO del 2015. Grazie agli ultimi aggiornamenti dei propri algoritmi Google riesce oggi a interpretare la semantica dei testi di un contenuto digitale valutandolo conforme o meno al tema in questione e alle keywords per cui quest’ultimo è stato ottimizzato. La Semantic SEO sta letteralmente rivoluzionando le vecchie strategie di posizionamento, convertendole in una riorganizzazione massiva e qualitativa dei contenuti e fornendo un esperienza sempre più user-adaptive. Abbiamo discusso di SEO semantica e dei principali trend SEO 2015 con Francesco Margherita, consulente SEO nonché autore del blog SEO Garden e del libro SEO Gardening. Di seguito vi proponiamo la video intervista realizzata:  

 

Network interaction – SEO Semantica: L’importanza di una citazione

piervincenzo-spanòRiguardo la Semantic SEO, le citazioni sono (o saranno a breve) più importanti dei link per un sito web?

francesco-margherita.Per rispondere a questa domanda è fondamentale capire che un’interazione (menzione o citazione) senza link è interpretata da Google come un segnale. La domanda a questo punto diventa: come viene interpretato questo segnale e secondo quali fattori? Giocano un ruolo fondamentale a tal proposito due dei grafi di conoscenza (knowledge graph) di Google che nel 2015 avranno un peso crescente, ovvero il Social Graph e l’Engagement Graph.   Il Social Graph, o grafo della qualità delle relazioni, analizza la provenienza (pagina web) della citazione basandosi sulla Network Analysis e cioè sulla posizione che questa occupa all’interno di un network di relazioni. Si realizza in questo modo l’idea di SEO sociologica, che analizza l’autorevolezza di una pagina web, ne indaga i diversi segnali di interazione, quali appunto una citazione, e attribuisce a ciascuno un valore, che viene tradotto in ranking per la risorsa citata; Più la provenienza della citazione è centrale rispetto un determinato network più la citazione stessa acquisisce valore.   E’ quindi ancora una volta evidente quanto sia importante oggi produrre contenuti di valore, così da farsi notare e menzionare anche da una “piazza” che gode di una certa centralità all’interno del proprio network.   L’Engagement Graph invece riguarda il numero di interazioni, condivisioni e menzioni che un contenuto sviluppa; riguarda un aspetto più quantitativo che qualitativo, ma anch’esso concorre nel determinare il valore della risorsa citata.   Difficile sminuire l’importanza dei link all’interno di una logica ipertestuale, ma è innegabile che Google stia investendo enormemente su una più ampia caratterizzazione del valore dei contenuti; riassumendo in questo 2015 il ranking verrà sempre più distribuito in base alle risposte a due importanti domande che i motori di ricerca porranno circa le interazioni: “Da chi provengono?” e “Quanto riescono a generare discussione?”.  

Morte dei Social Signal e ottimizzazione mobile

piervincenzo-spanòSi dice che chi nel 2015 non avrà il proprio sito ottimizzato per mobile fallirà…cosa ne pensi? Cosa rispondi a chi parla di “morte dei Social Signal”?

francesco-margherita.Credo si faccia molto rumore attorno a fenomeni del mondo digital a cui assistiamo negli ultimi anni, che porteranno sicuramente a dei cambiamenti ma che non giustificano in alcun modo la durezza di alcune parole.   Sulla cosidetta “morte dei Social Signal” mi limito a dire che è praticamente impossibile muoia (in senso digitale) qualcosa nato da poco; possiamo parlare di una qualche calibrazione al peso dei social signal…ma non di morte!   E’ assolutamente vero che le transazioni sul web, specie per quanto riguarda gli e-commerce, sono in aumento delineando una figura di utente cognitivamente diversa rispetto a qualche anno fa. Così come oggi possiamo affermare che un individuo col computer è completamente differente da un’altro senza computer.   Le psico-tecnologie con cui veniamo a contatto cambiano la nostra vita ed il nostro modo di vivere, perciò l’importanza di avere un sito ottimizzato per mobile significa restare al passo con l’evoluzione delle abitudini degli utenti, nonché seguire la strada indicata dallo stesso Google. Parlare di fallimento per mancanza di ottimizzazione mobile mi pare esagerato.

 

Trend SEO, l’incontro tra tecnologia e società

piervincenzo-spanòE’ uscito da poco il tuo “Manuale di SEO Gardening“…viste le tendenze in continuo fermento, credi il tuo libro                    potrà risultare obsoleto da qui a poco?

francesco-margherita.E’ la stessa domanda che mi son posto all’inizio di questa avventura editoriale! La mia risposta è che Google è un software, e la caratteristica di un software è quella di essere sviluppato o, in questo caso, in continuo sviluppo.   Nel manuale di SEO Gardening ho cercato di affrontare l’argomento SEO da un punto di vista sociologico, ovvero il modo in cui le persone costruiscono le proprie relazioni sociali; queste relazioni sono gli stessi fenomeni che i vari motori di ricerca cercano sempre più di captare ed interpretare mutando i propri algoritmi e le proprie funzioni.   Credo che il modo in cui si sviluppano le relazioni sociali evolva in misura minore rispetto le tecnologie informatiche,  ed il mio testo descrive una serie di rapporti tra il mondo informatico e quello umanistico legato alle scienze sociali; perciò il mio punto di vista, e la mia speranza, è che questo manuale SEO rimanga attuale ancora per molto tempo.   Queste indicazioni ti saranno utili per iniziare a conoscere le basi su cui si poggia la SEO.  Tuttavia, per usare questo strumento a livello professionale è necessario un elevato livello di specializzazione, formazione continua, costante apprendimento e miglioramento. Puoi cominciare con il corso SEO base. Se vi interessa diventare un professionista SEO potete ottenere la CERTIFICAZIONE SEO SPECIALIST dopo aver seguito il Corso SEO Specialist online di Digital Coach  e superato il relativo esame finale con un punteggio di almeno 70/100. Se vi interessa anche il mondo SEM potete considerare anche il corso SEM specialist a seguito del quale potete sostenere l’esame di certificazione SEM specialist. Se siete invece interessati ad approfondire tutti e due i campi (SEO e SEM) è in partenza il corso SEO SEM a seguito del quale potete sostenere l’esame di certificazione SEO SEM specialist. Oppure cominciare in mod soft con il corso SEM base.

 

RICHIEDI RISORSE GRATUITE

Se desideri ricevere RISORSE GRATUITE, AGGIORNAMENTI, INTERVISTE ED OFFERTE DI LAVORO NEL DIGITALE ti basta indicare i tuoi interessi/obiettivi e la tua email nel form sottostante.Ti invieremo contenuti allineati ai tuoi interessi e ti garantiamo che non cediamo ne cederemo a terzi il tuo indirizzo e-mail .

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.
Piervincenzo Spano
Laureato in Ingegneria Informatica, ho sviluppato forte interesse per il mondo web con particolare attenzione al settore e-commerce, SEO e digital marketing. Lavoro sviluppando il potenziale della mia azienda sul digitale e frequento il master in Digital e Social Media Marketing della Digital-Coach.