Seleziona una pagina

La thank you page (detta anche TYP) è una pagina web strategica per riuscire a condurre le buyer personas alla fine del funnel marketing, ovvero del processo di conversione. Lo sapevi? Vediamo allora perché la thank you page è così importante e come crearne una efficace.

Thank you page scritte

Cos’è una thank you page (TYP)?

È bene evidenziare subito come la thank you page sia l’ultimo step all’interno di un processo di conversione: di qui la sua importanza strategica.
E’ una pagina web a cui un utente è reindirizzato dopo avere compiuto un’azione voluta da noi.
L’azione può consistere nell’aver compilato un form o effettuato un acquisto.

Il contenuto della TYP dipenderà:

  • dal tipo di azione compiuta dall’utente stesso, e
  • da quale vogliamo sia lo step successivo da fargli compiere.Thank you page web

La pagina di ringraziamento è quindi una landing page creata per:

  • ringraziare l’utente;
  • fargli avere ciò che gli è stato promesso quando ha compiuto l’azione da noi voluta;
  • coinvolgerlo maggiormente nei nostri contenuti.

Le landing page in cui le buyer personas stanno effettuando un acquisto o compilando un form devono essere prive di distrazioni. Invece la TYP deve fare interagire l’utente, quindi deve avere un menù, le icone per le condivisioni social e non solo, come vedremo.

Chi arriva sulla tua thank you page è un soggetto che “ha abbassato la guardia”, che è meno diffidente rispetto a ciò che proponi. Perché? Perché ha già deciso di lasciarti i suoi dati o ha fatto addirittura un acquisto, quindi si fida di te. Quale momento migliore allora per fargli una nuova proposta? Si tratta di battere il ferro quando è caldo!

 

Cosa puoi ottenere con una thank you page?

Thank you page obiettivi

 

Grazie ad una pagina di ringraziamento puoi:

  • fare brand awareness;
  • aumentare le vendite;
  • effettuare ricerche di mercato;
  • raccogliere i feedback dei consumatori.

 

 

Elementi fondamentali in una TYP

Creare una thank you page efficace non è banale e va progettata in base ai tuoi obiettivi (fare brand awareness, aumentare le vendite …); deve essere specifica nei contenuti. Occorre ideare diverse pagine di ringraziamento da utilizzare per campagne e prodotti differenti.

Tieni inoltre presente che l’utente arrivato sulla tua thank you page è diventato un lead o un prospect o addirittura un cliente.

 

 

 

Ma vediamo, prima di tutto, quali elementi non possono mai mancare in una TYP indipendentemente dai tuoi obiettivi.

 

Ringraziare chi ti dà fiducia

thank you page danke bis

Parlando di una vera e propria pagina di ringraziamento, devi ovviamente ringraziare l’utente per l’azione compiuta. Devi fargli capire quanto hai apprezzato ciò che ha appena fatto.
È anche importante umanizzare il messaggio, ovvero fare pensare all’utente che ci sia una persona dall’altra parte che lo ringrazia.

Nel ringraziare, quindi, usa un tono di voce caldo ed evita frasi neutre. Ad esempio: “Grazie, Giovanni, abbiamo ricevuto il tuo ordine! Pochi minuti e riceverai la nostra e-mail di riepilogo” anziché “Grazie per l’acquisto. Stay tuned for …”.

Il messaggio di ringraziamento inoltre deve sempre confermare che l’azione compiuta è andata a buon fine.

 

 

Dare accesso ai contenuti promessi

Thank you page content

Quando chiedi ad un utente di compiere un’azione così da ottenere qualcosa in cambio, crei un’aspettativa nell’utente stesso.

Ad esempio: “Se compili questo form potrai fare il download della nostra mini-guida sull’e-mail marketing”; oppure: “Se acquisti questo robot da cucina avrai accesso al video-tutorial per realizzare con esso tante semplici e ottime ricette ”.
Questa aspettativa va soddisfatta nella thank you page, inserendo quindi i link per fare il download della mini-guida o il link per accedere al video-tutorial.

Non creare aspettative generiche ma sempre specifiche sia in termini di contenuti che di tempistiche.

 

Una chiara call to action e il prossimo step

Nella tua thank you page è importante inserire una chiara call to action. Questa serve per fare compiere un ulteriore step al tuo utente nel processo di conversione. La CTA deve essere ad integrazione del percorso già compiuto, del benefit già ottenuto, e non qualcosa di completamente avulso dallo stesso.

Possibili CTA sono:

  • iscriviti alla nostra newsletter;
  • scarica questo report;
  • leggi questi articoli;
  • condividi sui social media questo evento;
  • registrarsi per il webinar;
  • acquista un prodotto con questa offerta;
  • compra un prodotto correlato;
  • crea un account;
  • rispondi ad un sondaggio.

Inoltre perché il tuo lead/prospect/client  non si penta dell’azione compiuta (averti dato i suoi dati o fatto un acquisto) è molto importante indicargli con chiarezza cosa deve fare ora. Ipotizza quindi quali interrogativi può porsi l’utente e rispondi loro. La pagina di ringraziamento può diventare una pagina delle FAQ post-acquisto e/o iscrizione.

 

Elementi strategici in una thank you page

Ci sono elementi che possono davvero trasformare la tua pagina di ringraziamento in una miniera d’oro e sta a te scegliere quali utilizzare di volta in volta, in base ai tuoi obiettivi. Vediamoli.

 

Fare navigare l’utente nel tuo sito web

Nella tua thank you page non può mancare la possibilità di fare navigare l’utente sul tuo sito web. Il fatto che il lead appena “conquistato” continui naturalmente ad esplorare i tuoi contenuti gli fa prendere sempre più confidenza con il tuo brand. Inoltre più persone leggono i tuoi contenuti più si creano occasioni di link-building e dunque maggiore sarà la possibilità per i contenuti stessi di scalare la SERP.

Thank you page menu

Metti quindi nella thank you page il tuo menù di navigazione. Hai già suscitato interesse nell’utente per cui probabilmente vorrà sapere qualcosa di più sulla tua attività, sui tuoi prodotti e/o servizi. Non farti sfuggire questa enorme opportunità di brand awareness.

 

Dare contenuti di valore

Nella tua pagina di ringraziamento puoi inserire, ad esempio, link ai post più polari, a infografiche, a guide e tutorial del tuo sito web.
I contenuti devono essere pertinenti al form appena compilato o all’acquisto appena fatto. Devono essere di interesse e di valore per l’utente.
L’aggiunta di link ai tuoi migliori contenuti trasforma la tua pagina di ringraziamento in una risorsa che “scalda” i tuoi nuovi utenti. E questo a sua volta li aiuterà a prendere una decisione d’acquisto più tardi.
I contenuti manterranno il lead o il cliente coinvolto con il tuo brand.

Dimostrare autorevolezza

È importante dimostrare che il proprio brand è autorevole, è affidabile, un punto di riferimento. Nel farlo è fondamentale ricordarsi che la propria autorevolezza non è dimostrata da quello che tu dici di te stesso. È quello che dicono altri soggetti autorevoli di te che ti rende autorevole. Inserisci quindi le menzioni dei media, recensioni e testimonials nella tua thank you page così come nella home page del tuo sito web.

Thank you page testimonialsAd esempio si possono inserire anche 4-5 righe o video di testimonianze di clienti soddisfatti che spiegano in concreto come il vostro servizio sia stato per loro effettivamente utile.

Chiedere i contatti o di creare un account

Se le persone che arrivano sulla tua thank you page non ti hanno ancora lasciato i loro contatti questa è un’occasione importante per chiederglieli. Spiega, ad esempio, quali saranno i benefici se verrà lasciata la propria e-mail.

Ancora più utile è portare gli utenti a creare un account. La creazione di un account durante la fase finale di una procedura di acquisto crea resistenza. Quindi lo spostamento della CTA, “crea un account”, dai campi del checkout a una pagina di ringraziamento, può essere un’ottima alternativa. Non disturberai così la conclusione dell’acquisto e potrai già pre-compilare le informazioni acquisite durante il checkout stesso.
Inoltre la creazione di un account alimenta l’idea che quell’acquisto non rappresenti un evento una tantum.

Fare un sondaggio/ricerca di mercato

Nella thank you page puoi chiedere al tuo lead o prospect o client, quali sono i suoi obiettivi, cosa sta cercando di ottenere. Quindi potresti costruisce una strategia di content marketing attorno ai suoi obiettivi. Ad es. se vuole capire meglio come funziona il mondo degli influencer, offrigli dei contenuti per approfondire l’argomento. Se la richiesta di avere maggiori informazioni sugli influencer è comune a un determinato numero di utenti, e quindi emerge un bisogno consistente del mercato, potresti pensare di creare un prodotto ad hoc.Thank you page survey

Nel fare i sondaggi non essere lungo. Fai da 5 a massimo 10 domande così che il sondaggio non venga lasciato a metà. Un sondaggio breve mostra all’utente che tu dai un valore al suo tempo. Chiarisci anche quanti secondi/minuti serviranno per completarlo. Per fare sondaggi puoi utilizzare strumenti gratuiti come Google Forms.
Nel preparare il sondaggio pensa a cosa vorresti sapere dei tuoi utenti. Più cose sai dei tuoi singoli prospect/lead/clienti meglio è. Basta chiedere ai visitatori della tua pagina di ringraziamento di rispondere ad alcune domande lasciando un commento.

In poco tempo avrai una marea di dati di valore che non potresti mai ottenere solo dagli analytics.

Ottenere feedback e recensioni

Hai l’abitudine di posticipare la richiesta di feedback ai tuoi utenti? Puoi convertire la tua thank you page in uno strumento di feedback automatico.
Chiedere feedback fornisce un’immagine più completa su cosa, perché e come i tuoi clienti interagiscono con il tuo sito, i tuoi prodotti e servizi. Ottenere risposte direttamente dai tuoi clienti è la tua arma segreta per individuare problemi e opportunità nel tuo business.

Thank you page feedbackL’utilizzo della sezione commenti della pagina di ringraziamento (o l’aggiunta di un modulo) consente ai visitatori di inviare comodamente il proprio feedback.

Chiedere all’utente una recensione piuttosto che un feedback sulla facilità o meno di procedere all’acquisto, oppure un suggerimento per migliorare la qualità del servizio ricevuto o se pensa sia necessario aggiungere nuove funzionalità, fa sentire l’utente al centro. Questo mette il visitatore nel mood giusto per il processo di conversione e/o fidelizzazione.

Infine, se un utente ha appena fatto l’up-grade di un vostro prodotto, significa che è contento del vostro prodotto, quindi è il momento giusto per chiedergli una recensione.

Stimolare la condivisione sui Social

Thank you page shareUn up-grade appena fatto è anche il momento opportuno per chiedere al cliente di seguirti sui Social Media e creare quindi maggiore engagement con lui. Puoi spiegargli esattamente ciò che può aspettarsi interagendo con il nostro brand su Instagram, piuttosto che su Twitter e nel Blog (es. promozioni in anteprima; “dietro le quinte”). Chiedi quindi all’utente di partecipare alla tua community indicandogli quali vantaggi potrà ottenere,

Ma in generale il customer engagement va sempre e comunque curato.

Puoi inserire nella thank you page il collegamento a Facebook o un box per i commenti. Poni quindi domande per stimolare una discussione.

Offri uno sconto “amici” o “colleghi” per incentivare la condivisione e aumentare i referral.

 

Thank you page offer

Inserire un’offerta/coupon e prodotti correlati

L’offerta deve integrare le esigenze di questi nuovi lead o potenziali clienti. Quindi dimentica di includere contenuti non correlati, che nulla hanno a che fare, con il form compilato o l’acquisto fatto.

Fai avere subito il contenuto dell’offerta al tuo utente oppure dì lui chiaramente quando lo riceverà (non lasciarlo indovinare). Fornisci istruzioni chiare per come accedere all’offerta.

Prediligi le offerte a tempo limitato. Il fatto che un prodotto abbia una disponibilità quantitativa limitata e che abbia un limite di tempo per l’acquisto funziona nello spingere all’acquisto. Ad esempio inserisci un countdown facendo sapere che prima del suo scadere l’utente potrà ottenere un’ulteriore offerta o un piccolo regalo.

Aggiungi pulsanti di condivisione social, o crea un’e-mail preimpostata, per incoraggiare l’utente a diffondere la notizia dell’offerta ad amici e parenti.

L’offerta può essere un e-book, rapporti/esiti di ricerche, un trial di una funzione premium, casi studio, video, … o uno sconto.

Si può dare un codice per un coupon per il semplice fatto che le persone sono arrivate alla thank you page. Se sono arrivate lì hanno comunque mostrato un interesse per il prodotto/servizio che proponi. Uno sconto può dare la spinta finale alle persone che sono ancora indecise. Inoltre il coupon è tracciabile quindi se ne può verificare l’efficacia.

Oppure puoi utilizzare i coupon per premiare l’azione che vuoi faccia successivamente il tuo utente. Ad esempio premia gli utenti a cui chiedi di sottoscrivere la tua newsletter con uno sconto sul loro primo/prossimo acquisto.

Infine puoi fare un’offerta su un articolo a basso costo che copra, se accettata, i costi pubblicitari sostenuti per raggiungere quell’utente (ad es. il costo del clic sul banner).

Ognuna di queste azioni farà avanzare le nostre personas nel funnel marketing, rendendo sempre più probabile l’azione di conversione da noi voluta. 

La pagina di ringraziamento è perfetta anche per fare up-selling e cross-selling. Infatti l’utente sulla tua thank you page, dopo un acquisto appena effettuato, è facile sia predisposto a farne un ulteriore. Si è appena fidato di te. Il mood è giusto, i suoi dati già inseriti e un secondo acquisto diventa ancora più semplice.

 “Cancellare” il rammarico post acquisto

Il nostro automatismo psicologico è di “razionalizzazione post-acquisto”. Quindi subito dopo avere sostenuto un costo, i clienti sono alla ricerca di giustificazioni a sostegno dell’azione compiuta. Se trovano delle valide (o almeno avvertite come tali) giustificazioni provano sentimenti positivi. La thank you page può consolidare tali sentimenti. Allora ricordategli i vantaggi che derivano dall’acquisto, quale impatto positivo avrà il prodotto acquistato nelle loro vite. E fatelo anche mostrando loro recensioni o testimonianze di altri clienti soddisfatti.

Misurare le conversioni

Thank you page tracciamento

Come accennato in precedenza, le pagine di ringraziamento rappresentano il passaggio finale del processo di conversione. In questo modo puoi scoprire facilmente quante conversioni hai generato semplicemente misurando il numero di utenti che sono atterrati su quella pagina. Altrettanto semplice sarà vedere quante persone hanno utilizzato i tuoi coupon.

Esempi di thank you page

Come per ogni pagina web i fattori per creare una pagina di ringraziamento efficace sono due: il testo della thank you page e la grafica. Non vanno trascurate le immagini, che devono essere chiare, immediate e in linea con la call to action. Si possono usare anche colori e font per creare un sentimento positivo, ottimistico nell’utente così da renderlo entusiasta per l’azione appena compiuta.

Vediamo allora alcuni esempi.

 

Thank you page iscrizione newsletter

 

Thank you page testimonials

 

Thank you page discount

 

 

Thank you page brafton

 

 

Thank you page Shutterfly

 

 

Thank you page Pictografico

 

Come creare una thank you page

Gli strumenti per creare una pagina di ringraziamento sono molteplici. Si possono infatti anche utilizzare tecnologie/tool/hosting diversi dal resto del proprio sito web. Puoi:

  • farti creare da un grafico un file photoshop PSD facendolo poi convertire in HTML da servizi PSD to HTML, ovvero da servizi che ricevono un file grafico e lo traducono in una pagina web interattiva (es. XCHOP; MARKUPBOX);
  • creare una normale pagina con il CMS utilizzato per il tuo sito web;
  • acquistare dei template per landing pages e caricarli sul tuo sito (es. da THEMEFOREST o da STUDIOPRESS).
  • usare plug-in per Word Press come ad es.: OPTIMIZEPRESS; INBOUND NOW; GetResponse.

 

 

 

Conclusioni

Se ottimizzi le possibilità offerte da una thank you page questa pagina diventerà un motore potente a supporto della tua attività. Ma se la utilizzi male rischi di avere un rapporto difficile con i nuovi utenti.

Puoi fare avanzare i tuoi leads nel processo di acquisto facendo lead nurturing. Tiene sempre presente che quando qualcuno si conforma a una tua piccola richiesta come ad esempio optare per una newsletter, è più probabile che si conformi a una richiesta simile o più grande successivamente (come fare un acquisto). Questo è noto come impegno e coerenza ed è uno dei più potenti inneschi, fattori di persuasione nel marketing. Quindi nutri i tuoi lead.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

landing page customer engagement      

 

Nadia Lombardi on Linkedin
Nadia Lombardi
Prendo i cambiamenti che la vita ti "propone" come una nuova opportunità. Sono una neverendig student sia per poter svolgere al meglio il mio lavoro sia perché mi piace confrontarmi con idee diverse dalle mie.