Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (9 )
  • Vota!


Strategie di marketing digitale 2017

Lo scenario digitale disegnato da un osservatorio di addetti ai lavori: i Digital Professionals

 

Strategie Digital Marketing 2017 Professionals è la seconda esposizione dei dati della Ricerca Best of Digital curata e pubblicata da Digital Coach. La prima indagine, fatta ad aziende italiane di diversi settori e dimensioni, riguardava i trend di Digital Marketing. In questa seconda fase ci siamo concentrati sulle strategie di Marketing Digitale 2017.

Strategie di Marketing Digitale 2017: chi ha preso parte alla ricerca

Che tipologia di professionisti del digital marketing ha risposto?

Come sempre, prima di passare all’analisi delle risposte, vediamo da chi è composto il nostro campione. Per prima cosa abbiamo chiesto ai professionisti di dirci a quale categoria di professionisti digitali appartengono:

  • nel 64% dei casi si sono definiti Digital Marketer ovvero coloro che si occupano trasversalmente di web e social media
  • il 26% sono Social Media Marketer
  • solo poco più del 10% sono invece Web Marketer, figure più specializzate in discipline come SEM, SEO, PPC, ecc.

 

E in quali contesti lavorano?

Per la maggior parte, oltre il 45%, sono freelance. Il digital marketing si presta molto ad un’attività come freelance: com’è facile intuire i freelance trovano ottime opportunità sia nelle Web Agency, dove vanno ad integrare il personale interno per progetti particolari, che nelle aziende dove spesso giocano il ruolo di consulenti in materia digitale.

A seguire troviamo chi lavora in azienda (poco più del 30%) e chi in una Web Agency (circa il 20%). I professionisti che lavorano in un e-commerce sono solo il 4%.

Un altro dato interessante sul campione esaminato è la dimensione delle aziende per le quali lavorano che è perlopiù costituito da piccole imprese. A queste realtà il Digital Marketing ha offerto nuove opportunità di sviluppo a costi accessibili rispetto ai canali di marketing tradizionale che, proprio per i budget elevati, sono sempre stati ad appannaggio solo di grandi imprese.

Strategie di Marketing Digitale 2017: gli aspetti decisivi del Digital Marketing

Digital Marketing Aspetti decisivi

1. le Strategie integrate e la cultura digitale

In Digital Coach ci riferiamo spesso alla metafora sportiva per spiegare al meglio come funziona il Digital Marketing: prova a pensare al digital marketing come ad uno sport di squadra dove ogni giocatore ha un suo ruolo specifico. Il giocatore per raggiungere il risultato ha bisogno della collaborazione di tutto il team.

Allo stesso modo il Digital Marketing non può portare i risultati aspettati utilizzando solo uno o due strumenti. Anche qui per vincere è necessario integrare diversi strumenti che assieme vadano a costituire una strategia di marketing digitale vincente.

Questo aspetto, spesso trascurato, comincia a farsi strada nel Digital Marketing delle aziende italiane come testimonia il risultato di questa indagine dove proprio le strategie ingrate sono l’aspetto ritenuto più decisivo per il successo della promozione online.

La cultura manageriale in rapporto al digitale è un altro aspetto rilevante: secondo i professionisti è ancora troppo bassa e ostacola il corretto utilizzo di queste strategie.

2. gli analytics e la sperimentazione

Altri due aspetti che emergono sono gli analytics e la sperimentazione. Questi sono elementi che viaggiano abbinati, vediamo il perché.

A differenza del marketing tradizionale, le azioni di digital marketing sono misurabili in maniera puntuale proprio grazie agli analytics. Questo dà modo di toccare con mano i risultati e avere sotto controllo il ritorno sull’investimento.

Questo aspetto è anche strettamente legato alla sperimentazione diventata ormai imprescindibile dalla continua evoluzione degli strumenti digitali.

Man mano che si sperimentano nuovi tools e strategie è possibile:

  • misurare la loro efficacia
  • aggiustare il tiro laddove è necessario
  • monitorare i risultati

Questo modo di agire garantisce risultati e soprattutto riduce i rischi di investimento.

Gli strumenti di advertising online più utilizzati

In principio era Google…

Nel Web inizialmente era soprattutto Google a dominare la scena: gli strumenti che non rientravano nella sua galassia non erano potenzialmente validi e quindi l’unica possibilità di aumentare la propria visibilità nel web era utilizzare i tool di Google.

Oggi non è più così: Google è pur sempre un colosso in questo campo, ma sono entranti in gioco altri attori che si stanno affermando, diventando sempre più popolari tra i professionisti del digitale.

 

…poi venne Facebook

Nella nostra ricerca lo strumento di advertising online più utilizzato è Facebook Ads. Ma a cosa deve tutto questo successo? Secondo la nostra interpretazione è stata la sua semplicità d’uso a determinarne l’ascesa, soprattutto nelle piccole imprese. Inoltre va considerato che la facilità d’uso lo rende anche lo strumento più efficace in un ottica di costo per conversione e vendita realizzata.

Google AdWords e i circuiti Display sono invece i più utilizzati da Web Marketer con competenze più settoriali e specifiche.

Gli strumenti di marketing digitale non a pagamento più efficaci

Consideriamo ora solo gli strumenti non a pagamento come ad esempio blog, SEO, Digital PR. Tra questi strumenti i più efficaci risultano essere

  • la SEO che, nonostante la crescente quantità di annunci sponsorizzati, costituisce ancora un’ottima opportunità di visibilità
  • le attività social non sponsorizzate e le Digital PR che si stanno diffondendo grazie ad una sempre maggiore cultura digitale nelle aziende italiane.

 

E’ vero che questi strumenti non hanno dei costi definibili in base a visualizzazioni o click, ma è bene tenere presente che sono tutte attività time-consuming che necessitano di professionisti molto competenti nella loro gestione.

Se guardiamo questo dato dal punto di vista delle diverse categorie di professionisti scopriamo che la SEO rimane lo strumento principale sia per i Web Marketer che per i Digital Marketer. Mentre le Digital PR vengono contemplate maggiormente dai Social Media Marketer, nonostante sia uno strumento trasversale, utile anche alle altre categorie di professionisti del digitale.

2016 vs 2017: le tendenze nel Web Marketing

Tra un anno e l’altro cambiano molte cose e in ambito digitale tutto corre molto più in fretta. Diventa perciò interessante capire quali sono stati gli strumenti più di tendenza nel 2016 e quali lo saranno nel 2017.

Il dato generale ci dice che i Professionisti del Digitale nel 2016 hanno dato molta rilevanza a Mobile, Video e Content Marketing. Ma ancora più interessante è il dato su quelli in crescita nel 2017: Marketing Automation, Inbound Marketing e i nuovi algoritmi di Google. 

In particolare la Marketing Automation e l’Inbound Marketing più che strumenti sono delle vere e proprie strategie di marketing digitale che offrono delle prospettive interessanti anche dal lato del ritorno sull’investimento. Questo li rende elementi da potenziare “penalizzando” la crescita di strumenti già consolidati come video, wordpress e mobile che rimarranno comunque, anche quest’anno, alla base delle scelte strategiche di digital marketing.

Le novità nel 2016 e 2017 in ambito Social Media

Tra le novità social per il 2016, i Professionisti del digitale mettono al primo posto il mobile con oltre il 50% delle risposte. Ma come mai il mobile compare tra gli strumenti social? Il motivo della sua presenza in questa categoria è il suo utilizzo sempre crescente per connettersi ai social. Diventano quindi elementi indissolubili, tant’è vero che al secondo posto riscontriamo la doppia presenza: di

  • real time, strumento sempre più diffuso sui social basti pensare al successo di Facebook Live e Snapchat per fare alcuni esempi.
  • e video utilizzati ora anche a livello aziendale e non solo per hobby.

Al terzo posto abbiamo un’altra accoppiata:

  • Facebook Ads: Facebook, lo abbiamo già detto, ha avuto una crescita esponenziale nell’ultimo anno andando addirittura ad intaccare la leadership di Google sotto diversi punti di vista
  • gli Influencer che sono un po’ la vera novità sostenuta anche dall’utilizzo dei video e del real time per la diffusione dei contenuti.

In declino G+, Twitter e i blog aziendali. Per questi ultimi la ragione è sempre da ricercare dalla scarsa cultura digitale nelle aziende che ancora non credono a sufficienza nelle potenzialità di questo mezzo. 

Nel 2017 abbiamo registrato una situazione di continuità rispetto a questi mezzi e anche quest’anno troviamo mobile, real time e video ai primi posti della classifica.

Strumenti da testare nel 2017

Infine ci siamo concentrati sugli strumenti non utilizzati nel 2016 che i professionisti intendono testare nel 2017.

Come abbiamo avuto modo di vedere, gli strumenti e i canali di web marketing sono molteplici e sono entrati a far parte della nostra cultura in tempi e modalità diverse.

Le aziende stanno capendo solo ora quanto sia importante l’integrazione di questi strumenti per ottenere dei risultati soddisfacenti, ma la necessità di competenze prima meno disponibili e gli investimenti richiesti, hanno frenato un po’ questa metodologia di lavoro.

La tendenza è quindi di procedere per step selezionando alcuni strumenti e consolidando il loro utilizzo all’interno delle proprie strategie di marketing digitale prima di introdurne di nuovi.

Nel 2016 si è data la priorità alla visibilità sui motori di ricerca, a Facebook e all’utilizzo del mobile, per citare alcuni elementi. Mentre il 2017 è l’anno di Linkedin advertising e pubblicità You Tube : il primo per il maggior utilizzo da parte delle aziende per un social con 8 milioni di utenti solo in Italia, il secondo proprio per la sua crescente diffusione dei video anche nella comunicazione aziendale.

Se le risposte a questa domanda la spacchettiamo nelle varie categorie di professionisti la situazione si fa più variegata:

  • per i Web Marketer diventa importante l’introduzione dell’RTB/Programmatic fino ad oggi è stato poco considerato
  • per i Social Media Marketer nel 2017 rivestirà particolare importanza il blog aziendale
  • per i Digital Marketer spicca l’interesse per l’Affiliate Marketing, uno strumento fino ad oggi diffuso più all’estero, ma che comincia a prendere piede anche nelle aziende italiane al fianco di altri strumenti nell’implementazione delle strategie di digital marketing.

Concludiamo la nostra indagine confermando tra le novità tecniche che avranno e stanno già avendo successo in questo 2017, la predominanza innovativa di Facebook con Facebook Live. A seguire Instagram Stories e i BOT per Messenger.

 

RICEVI IL WHITEPAPER COMPLETO DELLA RICERCA

La nostra indagine continua…

Se già conosci le nostre indagini continua a seguirci: a breve avremo i risultati della ricerca sui Professionisti SEO chiamati ad esprimere le loro opinioni sui Trend SEO e sui fattori di Ranking in Italia. 

Se invece ti sei perso la prima parte della nostre ricerche, quella dedicata ai trend di Digital Marketing nelle aziende italiane leggi l’articolo e facci sapere cosa ne pensi.

Rimani aggiornato!

Sonia Recalcati
Coach del Team Inbound Marketing nella Work Experience presso Digital Coach.
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[i]
[i]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]