Seleziona una pagina

Sei curioso di scoprire nel dettaglio cos’è lo storytelling politico e come i politici usano l’arte del raccontare storie per fare breccia nel proprio elettorato? Vuoi conoscere le tecniche da adottare per il corretto sviluppo di una storia efficace? Bene, sei nel posto giusto, continua a leggere l’articolo, conoscerai anche le figure professionali necessarie per ottenere un racconto politico di successo. E, perché no, trovare lavoro proprio come Storyteller grazie al nostro corso Digital Storytelling. Buona lettura!

 

Cos’è e come fare Storytelling politico

Fare storytelling significa padroneggiare l’arte del raccontare storie. È usato in ambito marketing già da molti anni e nell’ultimo periodo si è fatto strada anche nelle campagne elettorali dei politici.
Cosa ha spinto i politici ad adottare proprio lo storytelling come comunicazione politica?
Perché raccontare e ascoltare storie è per noi umani un gesto naturale, i racconti stimolano emozioni che catturano la nostra attenzione. 

 

Lo scopo della narrazione politica

A questo punto una domanda ci sorge spontanea, qual è l’obiettivo principale?
Lo storytelling politico ha come proposito informare e coinvolgere attivamente il pubblico, in politica ha lo scopo di diffondere valori e promuovere idee attraverso storie. Con lo storytelling si vuole suscitare emozioni, creare empatia con le persone permettendo loro di identificarsi nei valori proposti dalla campagna elettorale.

Creare una narrazione più in sintonia possibile e far immedesimare il “target di riferimento” nella storia suscitando in lui sentimenti ed emozioni è il motivo principale che ha spinto i politici ad adottare lo storytelling come comunicazione politica
Per un politico creare una narrazione ha un ruolo centrale, serve a cogliere l’attenzione degli elettori, a emozionarli, motivarli e a rendere loro partecipi della storia. Nella “narrazione politica” l’elettorato non ha più un ruolo passivo ma attivo
 
 

 

La struttura di una buona storia

Come fare storytelling politico? Semplice, adottare uno schema solido che permetta al politico di interessare il pubblico, persuaderlo e spingerlo all’azione. La struttura della narrazione è così composta: 

  • l’inizio serve a immedesimarsi con il pubblico, a illustrare i problemi e le situazioni, definendo obiettivi e sfide;
  • lo svolgimento introduce l’antagonista in questa caso l’avversario politico e si determina il conflitto;
  • la conclusione è il momento in cui viene introdotta la chiamata all’azione che l’elettore deve intraprendere. In questa fase viene spiegato come potrà migliorare il suo stato attuale se adotterà e si farà guidare dalle idee di chi narra.

Altri due sono i punti principali della struttura:

  • creare un immaginario cioè caricare di simboli e significati l’idea che si vuole trasmettere. Più l’immaginario è pieno e meglio l’elettorato riuscirà a riconoscersi e a immedesimarsi. Inoltre non è da sottovalutare che un’informazione viene ricordata meglio se è legata a una storia;
  • scegliere le parole giuste è importantissimo perché i racconti narrati con passione e convinzione mantengo l’attenzione attiva. È necessario raccontare anche con le immagini e i ricordi, che richiamano nel pubblico sensazioni fissandosi così nella memoria.

 

Perché è importante adottare una buona comunicazione politica

storytelling politico cos'èIl mondo dell’informazione è in continua evoluzione ai canali di comunicazione come tv, radio e giornali si sono aggiunti i social i blog ed i podcast. Questa rivoluzione mediatica necessita anche di un cambiamento linguistico nel modo di comunicare le notizie. Fare narrazione politica significa cambiare il linguaggio e adeguarlo ai tempi correnti. 

Il cambiamento è veicolato dallo storytelling politico che fa da tramite tra il politico che narra e il pubblico che si riconosce nel racconto e realizza i cambiamenti nella sua vita.

Per la politica qualche anno fa era sufficiente decidere il canale mediatico da utilizzare, creare un messaggio semplice e così avrebbe ottenuto una campagna comunicativa efficace. Ora l’elettore necessità di più di un elenco di proposte. Le informazioni fornite dalle campagne elettorali non sono sufficienti, l’elettore vuole conoscere più da vicino il candidato, entrare nella sua vita, considerarlo una persona arrivabile e capire perché ha a cuore quei progetti.

Raccontarsi costringe in un certo modo il “leader” a mantenere una “promessa” e quindi lo storytelling è anche coerenza.
La politica deve saper interpretare la società alla quale si rivolge e con queste informazioni creare una buona comunicazione che diffonderà in modo virale.
È per questo che adottare una narrazione politica è diventato per i politici importante, a tal punto che chi non pubblica i propri racconti commette l’errore di non consegnare al pubblico di riferimento uno strumento attraverso cui farsi leggere o eleggere.

 

Le figure professionali necessarie 

Abbiamo capito che l’uso dello storytelling come strategia politica serve a rendere le campagne elettorali delle sequenze narrative, dove gli elettori sono l’audience; i loghi dei “personaggi” e il politico interpreta un ruolo. Per fare in modo che la storia sia ben orchestrata ecco che entrano in gioco i professionisti del digitale. 

 
Social Media Manager
 
I social media giocano un ruolo essenziale in una narrazione politica, oggi una diretta Facebook, un post su Instagram o un tweet valgono più di dieci comizi. La capacità dei social è quella di raggiungere più persone, sono il biglietto da visita del politico e la gestione non è da destinare al primo che capita.  
Il social media manager in una storia politica è colui che gestisce le pagine del politico e della campagna elettorale e analizza il sentimento dei follower dopo che un politico ha pubblicato un post.
 
Digital PR
 
Online è molto importante la trasparenza e la coerenze ed è necessario ricordare che tutto quello che viene pubblicato non termina con la fine di una campagna elettorale, è perciò fondamentale curare la web reputation.
Questo compito lo svolge il Digital PR che monitora, gestisce e cerca di migliorare la reputazione online del politico. Inoltre si occupa anche del suo personal branding.
 
Web Content editor
 
Un’altra figura professionale necessaria in una strategia di storytelling è il Web content editor
Si occupa di sviluppare contenuti e scegliere le giuste parole, in più processa, raccoglie e organizza gli argomenti che arrivano quotidianamente da tutte le fonti online. 
 
Visual Storytelling specialist
 
Le immagini e i video trasmettono tanto quanto i contenuti scritti e riescono a fidelizzare il target grazie al valore emozionale che trasmettono. Gestire i contenuti visuali è compito del Visual Storytelling specialist che è una figura essenziale per raccontare una storia politica eloquente. 
 
Test sule professioni digitali
 
 

Esempi di storie politiche 

Sono numerosi gli esempi di storie politiche di successo, ne esamineremo un paio prese dalle campagne elettorali statunitensi.
 
Il primo esempio vede George W. Bush Jr. al termine del suo primo mandato ricandidarsi per il secondo. Il suo avversario è John Kerry.
Bush si presentava come leader forte e sicuro e Kerry prometteva scuole migliori e più assistenza sanitaria.
A sostegno della campagna di Bush venne pubblicato a sole due settimane dalle elezioni un video clip che raccontava l’incontro di Bush con la ragazzina Ashley, orfana di madre a causa dell’attentato dell’11 settembre.
Nonostante i sondaggi dichiarassero Kerry in vantaggio, le elezioni furono vinte da George W. Bush Jr.
Perché secondo voi? Perché lo spot intitolato “Ashley Story” riuscì a fare breccia nel cuore della gente. Gli elettori videro Bush illuminato da una nuova luce, quella di un uomo dalle grandi gesta.
 
Il secondo esempio riguarda la campagna tra l’eroe di guerra John McCain e il senatore Barack Obama
I due candidati hanno creato la strategia raccontando il loro vissuto personale e le esperienze che li avrebbero resi dei validi candidati. 
Ma Barack Obama integrò nella campagna il coinvolgimento dei social media, pubblicando oltre duemila video sul canale Youtube. 
Chi vinse le elezioni? Il candidato che riuscì a sfruttare il network marketing perché coinvolse un pubblico ampio e iniziò a parlare di “noi” inteso come noi collettivo e non noi politico. 
 
Lo storytelling politico è un modo di comunicare che apporta numerosi vantaggi, le opportunità lavorative che sono annesse sono infinite, specializzati con il Master in Digital Strategy.
 
 
Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
 
Visual storytelling fare content marketing in azienda piano di comunicazione
 
Veronica Petrini on Linkedin
Veronica Petrini
Sono una studentessa di Digital Marketing, con l'obiettivo di fare carriera come consulente digital alle piccole imprese. Attualmente svolgo il praticantato nel team Content Marketing.
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[i]
[i]
[index]
[index]