Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.8 stelle
    4.8 / 5 (39 )
  • Vota!


Cos’è Seomofo

 

seomofo

Seomofo è un tool gratuito molto utile che consente di visualizzare un’anteprima dello snippet  dell’articolo che stai scrivendo, aiutandoti dunque a capire come  sarà visualizzato nella  SERP. L’obiettivo di questo “SERP Snippet  Optimization Tool è quello di ottimizzare l’annuncio. In questo articolo ti illustrerò quindi di alcuni dei fattori di ranking che influiscono sul posizionamento nei risultati di ricerca di Google. Gli obiettivi da raggiungere nello scrivere uno snippet sono due:

  • Posizionarsi nella parte alta della prima pagina dei risultati di ricerca organica
  • Massimizzare il CTR (clic through rate)

 

Seomofo come “SERP preview tool”

SERP-seomofo-screenshot

The main purpose of the SERP Snippet Optimization Tool is to allow webmasters and content publishers to strategically construct page titles and meta description tags that will result in aesthetically-pleasing or eye-catching listings in Google’s organic search results. 

 

Possiamo accedere alla pagina di nostro interesse dalla home del sito: basta andare nella barra laterale destra e, all’interno del “popular content”, cliccare su “Snippet Optimizer“. Altrimenti si può accedere direttamente alla landing page mettendo Seomofo nella query del browser di ricerca, che, nei primi risultati suggeriti, rinvia proprio alla pagina specifica dello snippet optimizer. Ci troveremo subito di fronte all’immagine ingrandita della struttura tipica di uno  snippet. Mentre completiamo i riquadri, nella sezione sottostante appare, in tempo reale, la preview dello snippet: 

 

  • Titolo Seo 

Il titolo SEO è quello che appare come prima cosa nello snippet: ha un format più grande rispetto al resto del riquadro e viene indicizzato da google.  La regola è che deve essere di massimo 70 caratteri. Deve poi contenere, possibilmente all’inizio, la keyword oggetto della query. Se supera il numero di caratteri consentiti Google li sostituirà con i […]. Il titolo SEO influisce direttamente nell’indicizzazione del sito, essendo uno dei fattori di ranking più rilevanti per l’algoritmo di Google. 

 

  • Meta Tag Description

La meta description, pur non essendo indicizzata da Google, è comunque fondamentale affinché la nostra pagina web non si limiti a rimanere una “impression“, ma venga cliccata dall’utente. Quindi servirà a far sì che nel medio-lungo termine, Google valuti il nostro sito come interessante dal punto di vista utente. Lo spazio dedicato alla meta description è di massimo 156 caratteri. Anche in questo caso Google sostituisce i termini in eccesso con […]. La presentazione della pagina web deve essere accattivante, deve incuriosire ed interessare. Deve però anche essere coerente sia con la query che con l’argomento trattato nella landing page su cui atterrerà l’utente. La descrizione è quindi l’elemento fondamentale per ottimizzare il clic throught rate (CTR).

 

  • URL

Anche l’URL viene indicizzato da Google e si trova nello snippet, sotto il title, così come si vede nella struttura simulata da Seomofo: deve essere semplice, contenere la parola chiave ed essere corto. Sappiamo infatti che grazie ad appositi tools, la struttura dell’URL può essere personalizzata e questo va fatto in ottica di ottimizzazione Seo.

 

  • Rich snippet

Una caratteristica interessante di Seomofo è data dalla possibilità di simulare anche l’inserimento dello Rich snippet, cioè elementi aggiuntivi come il nome dell’autore, il prezzo,immagini, video, geo-localizzazione e recensioni sotto forma di stelline. Anche fornire questi dati dà un’opportunità in più di essere cliccati.

Seomofo come “free serp checker”

Rich snippet SEOmofo

Il riquadro che si trova accanto a quello di simulazione dello snippet, che si intitola  “Display Options”, è ciò che rende Seomofo un tool concretamente utile. Possiamo da qui fleggare le caselle per attivare il riquadro di simulazione di una pagina Chrome, che ha come query la parola chiave del nostro snippet. Vedremo quindi la posizione che lo snippet può raggiungere all’interno della SERP in modo realistico e completo. Possiamo includere:

  • Link sponsorizzati in cima alla SERP
  • Link sponsorizzati sul lato destro della SERP
  • Risultati di ricerca organica.                                                                                                                                     

Il riquadro dedicato all’anteprima della pagina Chrome si trova nella sezione sottostante a quella della simulazione dello snippet, senza quindi dover cambiare pagina sul sito. Grazie a questo strumento, è possibile  in tempo reale modificare title, URL e meta description. Si può anche valutare se grassettare alcune parole chiave. Così il nostro simulatore si implementa diventando un vero e proprio tool di ottimizzazione dello snippet. 

 

 

 

 

Una curiosità su Seomofo: perché questo nome?

Seomofo è una parola composta da “mofo” e “Seo“. Mofo in inglese è l’abbreviazione di “motherfucker“, espressione soggetta a varie interpretazioni, ma sicuramente piuttosto provocatoria. Infatti il logo del sito  è piuttosto ironico e il tono del blog tende ad essere sarcastico. L’espressione Mofo, normalmente riferita alle persone, significa “sgradevole, difficile, ostico”. Qui invece è  riferito alla Seo, ossia ala disciplina che ha come obiettivo l’ottimizzazione del  posizionamento sulla SERP nell’ambito delle ricerche non a pagamento. Lo strumento che ci viene fornito va a “sfidare” Google per raggiungere il traguardo delle prime posizioni nei risultati di ricerca organica. Io stessa ho creato lo snippet di questo articolo affidandomi a Seomofo, è facilissimo da usare e anche simpatico.L’ironia è infatti il tono che caratterizza tutto il sito pur fornendo strumenti affidabili ed efficaci.

simbolo-seomofo-sito-web

 

 

Concetti fondamentali

Seomofo

Non basta lo snippet per generare lead, ma è il primo passo per farci conoscere. Bisogna quindi essere accattivanti, incuriosire ed essere coerenti con la query dell’utente. Lo snippet è la presentazione della pagina web e crea delle aspettative che la landing page su cui atterrerà l’utente, dovrà poi soddisfare. Altrimenti, pur avendo un titolo seo ed un url che soddisfano i requisiti di google, si perderà velocemente la posizione acquisita.

 

 

 

Quali sono le best practices ai fini del posizionamento seo nel medio-lungo termine

 

La keyword

Abbiamo visto l’importanza della presenza e del posizionamento della parola chiave, tanto nel seo title, quanto nell’URL e nella meta description.  Ma come anticipato, è altrettanto importante ottimizzare il CTR, perché i frequenti clic degli utenti e i ritorni, confermano a Google che il contenuto della pagina soddisfa i bisogni di chi fa la ricerca. Google quindi ci premia mantenendo alta la nostra posizione. Affinché l’utente sia incentivato a rimanere sul nostro contenuto, ha bisogno di ritrovare spesso la keyword nel nostro articolo. La keyword deve rispondere a  specifici requisiti ai fini seo:

  • Density
  • Prominence
  • Proximity

 

La semantica

Concetto strettamente collegato a quello di keyword. Il dominio semantico è rappresentato dalle parole che si ripetono più di frequente nei primi risultati SERP associati a quella keyword. Nel caso di Seomofo, ad esempio, sono i concetti di SERP optimization, google snippet preview, technical seo SERP optimization. La presenza nel testo di queste “key phrases” fa capire a google che l’intera pagina è pertinente con la query dell’utente.

 

Conclusioni

Lo snippet la cui redazione deve seguire determinate regole  (per cui Seomofo è un ottimo tool) e la coerenza che la pagina web deve mantenere rispetto allo snippet sono i principali elementi con cui Google valuta il posizionamento della pagina web sul sito. I fattori di ranking sono molti di più, circa 200 e l’approccio deve essere nell’ottica di ottimizzarli tutti, nessuno escluso.

Per massimizzare le potenzialità del vostro sito web, ma anche per farne una vera e propria professione, vi consiglio di seguire i corsi di Digital-Coach. Nello specifico:

 

ARTICOLI CORRELATI

Verifica posizionamento sito sui motori di ricerca  posizionamento-siti-web 

 

 

Francesca Giovannetti on FacebookFrancesca Giovannetti on GoogleFrancesca Giovannetti on InstagramFrancesca Giovannetti on Linkedin
Francesca Giovannetti
Ho frequentato il Master in Digital Marketing con Digital-Coach,. Sto proseguendo il percorso formativo e lavorativo per specializzarmi nel social marketing e lavorare come coach per le piccole e medie imprese.
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]