Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (2 )
  • Vota!


Riferendosi all’attività sui motori di ricerca, spesso si pensa che essere ben posizionati nelle SERP rappresenti il traguardo ultimo del proprio lavoro SEO e la massima aspirazione per il prodotto, servizio o azienda interessata. Nonostante l’evidente importanza del posizionarsi ai primi posti per determinate keywords e query di ricerca, vi è un’altra importante caratteristica che determina il successo di una qualsiasi attività SEO e che troppo spesso non viene debitamente calcolata: user experience. Come l’utente ricerca la soluzione al proprio problema attraverso il motore di ricerca? Come interpreta ed analizza i risultati che gli vengono presentati? Cosa spinge l’utente a scegliere nelle SERP una pagina web piuttosto che un’altra? In questo articolo cercherò di analizzare quanto l’user experience e soddisfazione dell’utente siano effettivamente importanti all’interno dell’attività SEO e quanto incidano sul successo di un risultato delle SERP. A dare il suo prezioso contributo oggi è Riccardo Perini, SEO specialist in attivo dal 2004, che la Digital-Coach ringrazia per averci concesso questa video-intervista.

 

piervincenzo-spanòQuali sono i principali fattori per scegliere le giuste parole chiave su cui impostare la propria strategia SEO?

riccardo-perini-g-plusCome premessa va detto che i motori di ricerca sono sempre più fondamentali nel processo decisionale di acquisto di un utente, in quanto rappresenta il punto di incontro sul web tra il bisogno e l’offerta.   Diventa indispensabile quindi per un’azienda farsi trovare sul web con determinate parole chiave che meglio rappresentano i prodotti o servizi da questa offerta al cliente.   La domanda è: come l’utente traduce i propri bisogni in parole chiave? Prima di digitare sul motore di ricerca, l’utente idealizza in maniera del tutto soggettiva il proprio bisogno attraverso immagini, suoni e contesti sociali; questo genera una grandissima combinazione di keywords per cui gli utenti cercano la stessa cosa sui motori di ricerca.   L’utente, ad esempio, potrebbe digitare il proprio bisogno sotto forma di domanda, oppure digitare il nome dell’azienda a cui rivolgersi o ancora, nel caso in cui conosca già l’obiettivo, la soluzione al proprio problema.   La scelta delle giuste keywords allora non si basa soltanto sulle parole che maggiormente descrivono il prodotto o servizio offerto, ma anche sulla varietà di espressioni per cui lo stesso può essere la giusta proposta; inoltre è utile considerare gli argomenti correlati alla propria offerta così da coinvolgere un numero maggiore di potenziali utenti.  

 

piervincenzo-spanò Qual è il modo più efficace per essere presenti nelle SERP?

riccardo-perini-g-plusBisogna tenere in gran considerazione quelle che è la user experience.     Mentre l’utente digita la propria query ha già elaborato delle aspettative in merito ai risultati che otterrà. E’ importante perciò avvalersi di tutti gli strumenti comunicativi del proprio snippet (titolo, descrizione, URL, ecc.), in modo da segnalare all’utente che la nostra pagina web contiene esattamente quello che sta cercando.   Ovviamente per riuscire bene in questa seconda fase è necessario aver interpretato bene la precedente, perciò conviene strutturare il proprio snippet per una determinata query in maniera tale che risponda precisamente ad essa. L’anteprima della pagina web nella SERP deve anticipare al meglio quello che poi il contenuto sviluppa, anch’esso ovviamente in linea con la query di ricerca.   La personalizzazione intelligente del proprio snippet, magari impiegando elementi avanzati quali i rich snippet, può consentire ad un risultato chiaro e completo di farsi preferire ad un altro che lo precede nelle SERP, e che magari non realizza altrettanto bene l’idea di soluzione.

piervincenzo-spanòUna volta che l’utente ha cliccato il mio link, come migliorare la sua user experience?

riccardo-perini-g-plusNel momento in cui l’utente decide di cliccare su un risultato ha appena sviluppato ulteriori aspettative riguardanti stavolta il contenuto della pagina web scelta che, a rigor di logica, dovrà essere coerente con quanto presentato nello snippet.   In questo momento la pagina si gioca la permanenza o meno dell’utente. La landing page, infatti, deve presentare nella prima parte dello schermo (quella da subito visibile) il contenuto che l’utente sta cercando, tenendo presente che il tempo impiegato mediamente per decidere se rimanere sulla pagina, o tornare al motore di ricerca per vagliare un altro risultato, è davvero breve.   Il mio consiglio è quindi di presentare nella parte dello schermo da subito visibile la propria proposta, lavorando bene anche su header e logo in maniera che tutto trasmetta all’utente la sensazione di aver trovato quel che cercava.   Ovviamente anche il resto del contenuto deve presentare massima coerenza con quello descritto nello snippet delle SERP, e qui entra in gioco il famoso concetto di “contenuto di qualità“. Il contenuto che di fatto da valore all’utente è quello non solo scritto bene ma che risponde in maniera puntuale all’aspettativa dell’utente stesso, generando perciò non solo la visualizzazione della pagina ma anche conversioni (interazioni, acquisti, apprezzamenti, ecc.) che sono il vero obiettivo dell’attività SEO.

seoSe ti interessa diventare un professionista SEO puoi ottenere la CERTIFICAZIONE SEO SPECIALIST dopo aver seguito il Corso SEO Specialist online di Digital Coach e superato il relativo esame finale con un punteggio di almeno 70/100. Se ti interessa anche il mondo SEM puoi considerare anche il corso SEM specialist a seguito del quale potete sostenere l’esame di CERTIFICAZIONE SEM SPECIALIST. Per un approccio soft alle materie puoi valutare il corso SEO base e il corso SEM base.
 

 

 

Piervincenzo Spano
Laureato in Ingegneria Informatica, ho sviluppato forte interesse per il mondo web con particolare attenzione al settore e-commerce, SEO e digital marketing. Lavoro sviluppando il potenziale della mia azienda sul digitale e frequento il master in Digital e Social Media Marketing della Digital-Coach.