Seleziona una pagina

No-Made Boards è una realtà artigianale che ha saputo fare del mondo digitale e delle nuove tecnologie un suo punto di forza.
Un’azienda giovane che nasce dall’incontro di due passioni: il surf e la lavorazione del legno.
Scopriamola insieme ad Eugenio Celli, co-founder di No-Made Boards!

 

La storia aziendale

    Qual è la storia di No-Made Boards?

NoMadeBoards Artigiani digitali  No-Made Boards è una shaping room, un laboratorio artigianale dove creiamo tavole da surf, da skate, handplane, alaia, insomma, focalizziamo sul mondo degli sport da tavola e degli sport acquatici.
L’idea è nata un po’ per gioco, abbiamo iniziato facendo le tavole per noi, poi le cose hanno preso un’altra piega e le persone hanno cominciato a chiederci se potevamo fare lo stesso anche per loro, quindi possiamo dire che la cosa è partita in modo molto spontaneo e naturale.

L’idea che c’ha spinto ad iniziare era per l’appunto quella di utilizzare il legno per due motivi: il primo è l’ecosostenibilità, il secondo è la durabilità del prodotto nel tempo.NoMadeBoards Logo
Oggi le tavole da surf vengono fatte per lo più in polistirolo e vetroresina e hanno un ciclo di vita relativamente breve, si danneggiano nel giro di due-tre anni.    
L’idea di utilizzare il legno era quella di utilizzare materiali sostenibili e soprattutto di allungare il ciclo di vita del prodotto
Ecco, possiamo dire che No-Made Boards è nata così!

Oltre a realizzare tavole su misura ultimamente abbiamo aperto anche un sistema di workshop: facciamo dei corsi di tre giorni dove permettiamo ai clienti di realizzare la propria tavola da surf in legno.
Producendola insieme a noi finiscono con l’avere anche conoscenza piena del prodotto che acquistano.

L’esperienza con Botteghe Digitali

  Botteghe Digitali è stato un progetto di banca Ifis a cui avete partecipato, che mirava a incentivare la digitalizzazione delle aziende artigianali. Ci racconti un po’ com’è stata la vostra esperienza?

NoMadeBoards Artigiani digitali  Per noi il digitale oggi è fondamentale, nel senso che tutta la comunicazione la realizziamo tramite web, social, newsletter e quando si può anche tramite altri blog dove cerchiamo di pubblicare articoli.
In realtà
tutto questo processo ha iniziato veramente ad avviarsi proprio con Botteghe Digitali.
Un programma interessante a cui abbiamo avuto la fortuna di partecipare.
Ci ha aiutato a rivedere il nostro progetto per intero, dandoci una visione globale della nostra attività e c’ha permesso
di introdurre il digitale  Falegnameria e tavole da surf artigianato digital all’interno dell’azienda in due modi: da un lato lo sviluppo della comunicazione, del lato vendite e dello storytelling, dunque come poter raccontare non solo il prodotto ma anche la produzione, il modo in cui viene realizzato l’oggetto, che per noi azienda artigianale è molto importante.
Dall’altro lato, forse il punto che ritengo più interessante di Botteghe Digitali,  è stato quello di introdurre il digitale in un’ottica di produzione:
o
ggi si parla spesso di artigiani 4.0, sono artigiani che non usano più solo le mani, ma anche la tecnologia e in questo senso Botteghe Digitali ci ha aiutato a capire come utilizzare il computer per disegnare e progettare ogni singolo pezzo prima di crearlo, quindi avendo anche un sistema di rendering che ci permette di comunicare e “discutere il prodotto” con il cliente e infine ovviamente di sfruttare le tecnologie vere e proprie di produzione come la fresa a controllo numerico, piuttosto che la stampante 3D per la realizzazione dei pezzi che ci servono.

Scelta dei canali

  Quali sono i canali digitali che ritenete più efficaci per la vostra azienda?

NoMadeBoards Artigiani digitali  Allora al primo posto ti dico sicuramente Instagram. Considerando il nostro prodotto e il nostro target, Instagram ci dà la possibilità di raggiungere veramente tantissime persone a costo praticamente zero. Anche Facebook per noi funziona bene.
Invece YouTube purtroppo non lo utilizziamo quanto vorremmo, più che altro perché produrre video richiede tempo, però vorremmo implementare una strategia video nel futuro perché il video ti dà un modo di raccontare totalmente diverso.
Dall’altro lato ti dico che i blog che trattano argomenti pertinenti ai nostri prodotti sono molto efficaci.
Blog che possono essere nel nostro caso 4Surf e Surfcorner. Puntiamo anche alle testate giornalistiche, che non sono esclusivamente digitali ma anche cartacee.
Integriamo quindi possibilità comunicative online a possibilità offline.

 

 

L’importanza della digitalizzazione di una piccola realtà commerciale

  Quale consiglio daresti a chi come voi è giovane, ha delle buone idee, a chi ha una piccola azienda ma è ancora titubante riguardo l’uso del digitale?  Troppo spesso sento ancora parlare di digital marketing come di una moda, cosa ne pensi tu?

NoMadeBoards Artigiani digitali  Pensare al digital come una moda di passaggio mi fa un po’ ridere al giorno d’oggi! Nel senso che io ci vedo solo delle grandissime opportunità nel mondo digitale, ti permette di raccontare chi sei e quello che fai a costi che erano veramente impensabili fino a dieci anni fa e soprattutto ti permette di farlo su larga scala nonché a chi vuoi tu, ovvero in maniera molto targettizzata quindi dal punto di vista della comunicazione non vedo perché non utilizzarlo, non trovo una risposta.
Espande il mercato in maniera esponenziale, ma anche dal punto di vista della produzione, la perfeziona. Spesso mi sento dire:
“tu sei un artigiano ma usi le macchine a controllo numerico quindi non fai tutto a mano?!” No, io faccio un buon 80% del lavoro a mano, la differenza è che la macchina a controllo numerico mi permette di fare una cosa su misura per te in molto meno tempo rispetto alla versione classica quindi è un vantaggio per entrambe.

  Possiamo ricordare che l’artigiano è sì colui che lavora con le mani, ma è anche colui che storicamente è sempre stato innovatore (soprattutto noi italiani!) e ha sempre inventato gli strumenti per perfezionare il suo lavoro dunque nel 2020 valutare gli strumenti digitali e le nuove tecnologie come strumenti artigianali anche a me sembra una cosa un po’ ovvia, nonché molto stimolante!

NoMadeBoards Artigiani digitali  Sicuramente. Ti apre a nuovi modi di lavorare!

 

Tavole da surf artigianali in chiave digital

Al giorno d’oggi il digital non è solo una buona possibilità di espansione, oso dire che è ormai diventato essenziale. 
Il digital marketing è polimorfo, si adatta davvero alle più svariate realtà, è importantissimo analizzare attentamente il proprio contesto prima di agire. D’altra parte l’analisi è tutto per la stragrande maggioranza dei progetti di ogni genere.
Vi consiglio una buona e ampia preparazione sul marketing digitale per poter avere una visione a 360° sull’argomento.
Una visione globale e completa non può che giovare all’imprenditore che vuole capire quali strategie e canali siano i migliori per la sua azienda!

 

 

PIECES OF VENICE   digitalizzazione delle impreseDigital eco brand Manager

 

Veruscka Barcatta
Appassionata di filosofia, psicolinguistica e fantascienza da sempre, prediligo la comunicazione scritta e illustrata.