Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.4 stelle
    4.4 / 5 (17 )
  • Vota!


Mattel è una multinazionale americana ed è il secondo produttore mondiale di giocattoli dopo Lego. Marche ben conosciute come Barbie, Fisher-Price, Hot Wheels e tante altre sono proprietà di Mattel.

Il digitale prende velocità anche nella vendita dei giocattoli. Le compagnie del settore devono adottare delle strategie adeguate per essere in linea con i nuovi trend del mercato, ma anche per affrontare la concorrenza dei grandi attori del web – come Amazon –  che vendono giocattoli online. Per conoscere la strategia digitale di Mattel abbiamo parlato con Andrea Ziella, Responsabile Comunicazione Digitale per Mattel Italia. Nell’intervista sono stati trattati i seguenti argomenti:

  • l’impatto del digitale sulla strategia marketing di Mattel
  • il ruolo dei social media
  • l’importanza della presenza sul web e il futuro del digital marketing 

elena-veleva Mattel è un’azienda presente sul mercato da molti anni: che impatto ha avuto il digitale sulle vostre strategie di marketing?

Andrea-ZiellaIl digitale nella strategia di Mattel è presente già da molti anni. Negli ultimi dieci anni il giocattolo si è adattato ai cambiamenti del mercato e di conseguenza il suo ruolo si è evoluto nel mercato digitale. Sono circa tre anni che dal lato europeo ci stiamo focalizzando e abbiamo una grandissima attenzione verso il mondo digitale. Stiamo integrando sempre di più le strategie di marketing convenzionale con quelle che sono le strategie del marketing digitale sebbene utilizzino approcci completamente diversi.

elena-velevaI social media sono sempre più importanti: quali canali social avete scelto e per quale motivo?

Andrea-Ziella I canali social che utilizziamo per le nostre attività sono principalmente tre: Facebook, Twitter e Instagram. La logica è la seguente: mentre Facebook ha un’attenzione più a livello locale, Instagram e Twitter sono i canali che vengono utilizzati in un contesto più globale. Su Facebook abbiamo delle pagine per ogni “country”, su Twitter e Instagram abbiamo deciso di lasciare un contesto più internazionale. Tra questi, come concetto social, entra anche YouTube: un canale molto importante e su cui stiamo lavorando.

elena-velevaQuali canali social si sono dimostrati più adatti per coinvolgere il vostro pubblico? 

Andrea-ZiellaOgni canale social ha una sua funzione e una sua rilevanza. Di sicuro quello su cui stiamo lavorando di più nell’ultimo periodo è Facebook. Facebook comunque, come tutti sanno, ha un target completamente diverso del target bambino. Il concetto è che tramite Facebook cerchiamo di creare un legame attraverso i genitori, quindi andare a comunicare con i genitori per poi coinvolgere i figli.

elena-velevaIn una strategia digitale quali sono a suo avviso i parametri più importanti da monitorare e perché? 

Andrea-ZiellaNel nuovo concetto di strategia stiamo andando sempre di più verso quello che è un “funnel” che parte dalla “acquisition” fino ad arrivare alla “retention”. Per noi i concetti chiave da analizzare in ogni strategia digitale sono “acquisition, engagement, conversion e retention“. Questo è il “funnel” su cui ormai tutte le strategie digitali si stanno concentrando e su cui anche Mattel sta andando.

elena-velevaQuali saranno a suo parere le figure professionali legate al digitale che acquisteranno più peso nei prossimi anni?

Andrea-ZiellaParliamo tanto di big data, di come gestirla e come utilizzarla, perciò le figure professionali che secondo me avranno lo spessore maggiore a livello aziendale saranno quelle dedicate a questo tipo di lavoro. Sicuramente le aziende si stanno rafforzando in questa area attraverso formazione, ma anche attraverso la realizzazione delle piattaforme dedicate a questo tipo di analisi che richiedono un determinato tempo, ma anche attenzione nella valutazione. 

elena-velevaQuanto è importante per un brand legato al mondo del giocattolo essere presente online con uno store proprietario?

Andrea-ZiellaSe prendiamo la nascita di Amazon un po’ di anni fa, dopo la categoria dei libri che era la categoria principale con cui era nata, una delle tre prime categorie che ha deciso di aprire è stata quella del giocattolo. Questo già fa capire quanto il mondo del giocattolo sia rilevante per la vendita online e quanto è importante la presenza sul web. Internet permette di dare un approfondimento e formazione sul prodotto maggiore rispetto a quello che si può trovare all’interno di un punto vendita fisico. Sicuramente nel negozio fisico ci sono altri fattori che influenzano l’acquisto, ma l’online è veramente importante per poter dare maggiori informazioni sul prodotto.

elena-velevaQuali saranno dal suo punto di vista i principali cambiamenti che riguarderanno il digital marketing nei prossimi anni?

Andrea-ZiellaNel corso degli anni c’è stata un’evoluzione: dopo Facebook sono nati Pinterest, Instagram, Messenger. Il mondo del lavoro è cambiato anche con Linkedin. C’è stata un’evoluzione costante che ha cambiato anche i comportamenti delle persone. Secondo me uno dei trend maggiori da qui ai prossimi anni sarà il concetto della “connectivity”. La “connectivity”, basata su mezzi di comunicazione come ad esempio iDroid che si stanno sviluppando sempre di più o altri mezzi che ci permettono di accelerare la consegna di materiali e tutto ciò che riguarda maggiore connettività non solo tra le persone ma anche tra i luoghi.

Elena Veleva on sabtwitterElena Veleva on sablinkedinElena Veleva on sabgoogleElena Veleva on sabfacebook
Elena Veleva
MBA Global Marketing Graduate e Web Content Marketing Practitioner presso Digital Coach