Seleziona una pagina

Nata con l’obiettivo di aiutare i professionisti del mondo sanitario a comunicare nel modo migliore gli aspetti fondamentali della loro professione, l’agenzia Marketing Medico si occupa di gestire la comunicazione digitale utile a una clientela esclusiva: i medici e i centri medici nel settore privato su tutto il territorio nazionale. Come ci racconterà a breve Carlo Finocchi – Marketing Manager, nonché Fondatore di Marketing Medico – anche per il settore medico, marketing vuol dire posizionamento. Tradotto per i neofiti: inserire il proprio servizio nella testa dei propri pazienti o potenziali pazienti, con l’obiettivo di farsi preferire e, soprattutto, ricordare. Poiché si avvale della consulenza di professionisti, sia del settore pubblico che privato, il valore aggiunto di Marketing Medico è dato dal know how relativo alle esigenze e, perché no, anche alle limitazioni imposte a chi fa comunicazione nel mondo sanitario.

 

Desideri diventare un Digital Marketing Manager?

SCOPRI COME CERTIFICARTI

 

cristina svegliati wex content

Quando e com’è nata l’idea di Marketing Medico? 

carlo finocchi fondatore marketing medicoHo iniziato a lavorare su questo progetto nel 2011, ovvero da quando ho capito che il marketing medico è molto diverso da quello standard. Ci sono regole e leggi differenti da rispettare, così, ho iniziato ad approfondire da subito l’ampio e delicato discorso sulla pubblicità sanitaria in generale.

Da sempre dico che la mia mission è migliorare la comunicazione del medico che, in Italia, non solo è un po’ più indietro rispetto a quella dei colleghi all’estero, ma ha anche dei paletti che devono essere obbligatoriamente rispettati.

 

MASTER DIGITAL MARKETING

 

cristina svegliati wex content

Quali sono le differenze tra il marketing medico e quello standard?

carlo finocchi fondatore marketing medicoLa pubblicità sanitaria è piuttosto giovane. È stata liberalizzata nel 2006, con il Decreto Bersani, che ha di fatto permesso al medico che esercita la libera professione di promuovere i propri servizi. marketing eticoSuccessivamente, con la Legge di Bilancio di fine 2018, si è fatta ulteriore chiarezza sull’argomento e, soprattutto, sono stati posti dei limiti da rispettare. Innanzitutto, la comunicazione non deve essere suggestiva, né promozionale.

Questo vuol dire che ogni tipo di comunicazione non può e non deve avere il prezzo come leva principale. Inoltre, è assolutamente vietato sfruttare ansie e paure, piuttosto che agire su promesse esagerate e prospettive ingannevoli.

Quello medico, è un tipo di marketing decisamente più etico, fatto di una tipologia di pubblicità esclusivamente formativa ed informativa, il cui obiettivo è quello di mettere il paziente -o il potenziale paziente- nelle condizioni di poter capire a che cosa va incontro.

 

test web marketing specialist

CORSO WEB MARKETING SPECIALIST

 

cristina svegliati wex content

Cos’è una strategia di Marketing Medico e come si può creare?

carlo finocchi fondatore marketing medicoIl marketing medico non è pubblicità. Questa arriva dopo. E, soprattutto, il marketing medico non è un evento, bensì un processo, ovvero una sequenza ordinata di azioni, che hanno l’obiettivo di generare un cambiamento. Pertanto, abbiamo degli step da seguire, che sono:

  • stabilire gli obiettivi di breve – medio – lungo termine; dobbiamo sapere quando e dove arrivare e, soprattutto, dobbiamo poter analizzare il percorso fatto 
  • analizzare la concorrenza; dobbiamo chiederci chi, nello stesso raggio d’azione, offre il medesimo servizio e quali sono i colleghi che propongono le soluzioni ai potenziali clienti
  • definire un posizionamento comunicativo; dobbiamo saperci differenziare dalla concorrenza, dobbiamo chiederci perché un potenziale paziente sceglierebbe un medico piuttosto che un altro, o perché non lo sceglierebbe affatto
  • individuare il target; il medico pensa sempre ai potenziali pazienti, quando in realtà deve pensare al suo paziente ideale.

Una volta definiti tutti questi aspetti, si passa all’analisi degli strumenti. La domanda che ci si deve porre è: per raggiungere quel determinato obiettivo in quel determinato tempo, quale strumento devo utilizzare?

 

Digital Jobs: vuoi conoscere le professioni online del futuro?

ISCRIVITI AL WEBINAR GRATUITO

 

cristina svegliati wex content

Quali sono gli strumenti che utilizzate per raggiungere gli obiettivi?

carlo finocchi fondatore marketing medicoGli strumenti che il marketing mette a disposizione sono davvero tanti: sito internet, landing page, email marketing, piuttosto che Facebook o Google Ads. A proposito di quest’ultimi: mentre Google risponde ad una ricerca consapevole (io cerco il medico idoneo a risolvere il mio specifico problema, ndr), Facebook lavora su una domanda latente. Ciò che, però, differenzia il marketing medico da quello standard è che, mentre quest’ultimo si può fare anche one shot, quello medico deve obbligatoriamente basarsi sulla creazione di un funnel, ovvero di un percorso. Il medico deve educare il suo potenziale paziente ad essere il suo paziente ideale. Deve renderlo consapevole del suo valore aggiunto, perché affidarsi a qualcuno per un servizio che ha a che fare con la propria salute non è come acquistare un nuovo paio di scarpe. Pertanto, gli strumenti sono tanti e la scelta su quale scegliere dipende dall’obiettivo e dal budget che si ha a disposizione.

 

test come portare la tua azienda online

SCOPRI DI PIÙ

 

cristina svegliati wex content

Quali sono i punti di forza del modello di business di Marketing Medico?

carlo finocchi fondatore marketing medicoSicuramente, la formazione. Il medico deve essere l’attore protagonista e non lo spettatore pagante. Nonostante il tempo a disposizione sia poco, per me, è fondamentale formarlo. Deve diventare il frontman del suo brand. In gergo, deve metterci la faccia! Una volta formato, va seguito. Affida a noi la parte tecnica, ma deve essere anche cosciente del percorso che stiamo facendo.

 

RICHIEDI UNA CONSULENZA STRATEGICA GRATUITA

 

Articoli correlati: 

Consulente Web Marketing

Cristina Svegliati on Linkedin
Cristina Svegliati
Mi sono laureata in Lingue e Letterature Straniere con specializzazione in Scienze della Comunicazione all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
Nata come Giornalista, mi sono di recente specializzata nella comunicazione digitale, conseguendo una certificazione internazionale in Web Content Manager.
Prima di raccontare, conosco. Perchè come disse Cicerone "non ci può essere abilità di comunicare, se non c'è una solida assimilazione di ciò che si deve comunicare".
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[i]
[i]
[index]
[index]