Seleziona una pagina

Vuoi utilizzare Linkedin automation tools per automatizzare le tue attività di marketing online? Cercare nuovi prospect da convertire in clienti, trovare contatti in target con la tua azienda o il tuo profilo professionale e fare recruiting in modo più efficace?
In questo articolo ti indicherò quali sono i tools più efficaci. Prima di addentrarci nei dettagli è necessario, però, fare una piccola premessa sull’importanza di Linkedin e sulle ragioni del suo utilizzo.

strumenti linkedin automation toolsStiamo parlando della rete professionale più grande al mondo che è sostenuta da 3 “colonne portanti”: il profilo, attraverso il quale comunichiamo chi siamo; il network, la nostra rete di relazioni professionali; i contenuti, attraverso i quali interagiamo con i nostri contatti e cerchiamo di coinvolgerli.

A seconda del profilo dei fruitori: recruiter, freelance o aziende, ovviamente, si avranno diverse strategie e un diverso pubblico a cui parlare. Non sempre è così facile trovare contatti in target, si rende quindi necessaria un’attenta pianificazione a monte.

Se vuoi utilizzare la piattaforma nel quadro di una più ampia strategia online, ti consiglio di dare un’occhiata al Master Web Marketing e Social Media di Digital Coach®.

 

Vuoi capire come utilizzare LinkedIn per il tuo business?

RICHIEDI UNA CONSULENZA STRATEGICA GRATUITA

 

Cosa sono gli strumenti di automazione LinkedIn

Innanzitutto specifichiamo cosa si intende per Linkedin automation tools. Essi non sono altro che delle app, dei software e delle piattaforme che, una volta settati e implementati su Linkedin, ci permettono di automatizzare delle operazioni e dei processi in base alle nostre esigenze e ai nostri obiettivi di business. 
Utilizzare uno strumento di automazione di Linkedin consente di fare alcune operazioni al posto nostro come:

  • inviare messaggi personalizzati
  • invitare contatti
  • visitare profili e associare delle note ad ogni contatto
  • approvare delle competenze.

Perché è importante utilizzare strumenti di automazione di Linkedin per fare lead generation? Come e quando vanno utilizzati? Cosa ci permettono di fare?

Cercherò nel seguito dell’articolo di dare una risposta a tutti questi quesiti. Al di là del dilemma morale circa l’utilizzo dell’intelligenza artificiale nel campo delle relazioni umane ed il dibattito sulla presunta violazione della nostra privacy, il marketing automation è diventato fondamentale nel campo del digital marketing.

Un Linkedin automation tool presenta diversi vantaggi e ci permette di:

  • Avere contatti in target
  • Trasformare i prospect in clienti
  • Avere un maggiore tasso di conversione rispetto all’advertising tradizionale
  • Fare lead nurturing in modo efficace
  • Accrescere la nostra visibilità e migliorare la nostra reputazione
  • Facilitare le attività di recruiting
  • Risparmiare tempo.

 

Scopri come aumentare le tue vendite utilizzando strategie di marketing automation?

ISCRIVITI AL WEBINAR GRATUITO

 

LinkedIn automation tools: i migliori da utilizzare

Esistono diversi strumenti di automazione di Linkedin, che si differenziano per funzioni e features. Possono essere app native di Linkedin o di terze parti; ovviamente, quelle più complete o le versioni PRO, richiedono il pagamento di una fee annuale. Come già detto precedentemente, essi sono funzionali al raggiungimento di precisi obiettivi, che vanno stabiliti in precedenza per sapere come muoverci e quali strumenti utilizzare.

Si consiglia di integrare Linkedin automation tools con software CRM. Approfondire il discorso sui CRM meriterebbe un articolo a parte. Per queste ragioni ci limiteremo a dire che tali software non sono altro che i database dove abbiamo tutti i dati dei clienti e lo storico delle nostre relazioni con essi, ovvero la mappa completa del customer journey. Abbiamo deciso di suddividere i tools in due categorie:

  • Tools che ci aiutano nell’attività di ricerca di contatti in target e di segmentarli.
  • Tools che ci permettono di automatizzare le attività di outreach e quindi di fare campagne di lead generation.

test social media manager

CORSO SOCIAL MEDIA MANAGER

 

Tools per trovare contatti

Prima di iniziare una campagna di lead generation è necessario trovare i potenziali clienti e segmentarli. Tutto ciò, si rende necessario per ingaggiarli al meglio, scegliere il giusto Tone of voice e i giusti contenuti.

Tali tools non compiono processi ripetitivi, ma ci aiutano nell’attività di ricerca dei nostri prospect, in base ai loro interessi, il loro ruolo professionale e la loro personalità.

CORSO LINKEDIN MARKETING

 

Linkedin sales navigator

linkedin sales navigator tool iconLinkedin sales navigator, pur non essendo a livello operativo un bot di automazione vero e proprio, è uno dei Linkedin automation tools più efficaci per trovare contatti in target, in quanto ci permette di automatizzare le attività di ricerca e selezione dei contatti e le modalità di relazione con essi.

Può essere molto utile per le aziende B2B per ampliare la propria rete commerciale e fare social selling.
È uno strumento a pagamento che si presenta come un normale feed, ma ha delle funzionalità che danno la possibilità di trovare clienti (leads ) e aziende (accounts) in target con il nostro core business e ci dà delle informazioni utili per “ingaggiarli” e coinvolgerli attraverso contenuti di loro interesse. Tutto ciò avviene principalmente grazie a due strumenti: i filtri e gli strumenti di contatto, che possono essere diretti e indiretti.

Filtri:
Una volta trovati clienti o aziende in target grazie ad una prima segmentazione, è possibile impostare dei filtri aggiuntivi che ci permettono di scremare i risultati in modo molto mirato per avere informazioni su:

  • Utenti attivi
  • Chi ci segue
  • Chi è menzionato nella sezione notizie
  • Chi ha esperienze professionali o lavorative in comune con noi.

Strumenti di contatto:

  • Diretti: vi è la possibilità di avere informazioni sui lead fino al al 3° grado di separazione, contattarli, ed inviare loro fino a 20 messaggi inMail al mese.
  • Indiretti: ivi rientrano tutte quelle funzionalità per ingaggiare al meglio i nostri lead: il feed di Sales Navigator, che ci permette di monitorare tutte le conversazioni dei nostri lead e le schede di ciascuno, dove troviamo tutti i contenuti di loro interesse e i punti di contatto, affinché si possano ingaggiare al meglio.

 

Crystal

linkedin automation tools crystal iconÈ un tool veramente affascinante, una volta aggiunto tra le estensioni di Google Chrome e selezionato il profilo che ci interessa, basta premere sulla spunta: “view personality” e ne delinea i tratti principali della sua personalità in base ai contenuti che posta, le interazioni e il linguaggio che utilizza.

example personality test crystal

Fonte: https://www.crystalknows.com/

Ci fornisce informazioni utili come il “tone of voice” da utilizzare con un determinato contatto. Si può utilizzare per vedere la personalità dei membri del tuo team (team), dei tuoi clienti (sales) o per fare recruiting (hiring).

 

La profilazione avviene su uno spettro di 4 personalità collocabili all’interno del disc personality test.

Dominant: un profilo dominante sarà una persona decisa, competitiva ed assertiva. Sono concentrati sui risultati, il metodo è subordinato al loro raggiungimento. Difficilmente prenderà una decisione di pancia, in base all’emozione del momento. È consigliabile comunicare con loro in modo chiaro, con frasi brevi e coincise. 

Influential: sono ottimi comunicatori, amano condividere e comunicare le loro idee ed i loro progetti. Carismatici, trascinatori e positivi, creano sempre un ottimo clima intorno a loro.
Puoi mantenere con loro una comunicazione costruttiva e coinvolgente, in quanto sono persone che non amano troppo i formalismi e sono molto spontanee.

Steady: la costanza e la fermezza sono il loro punto di forza. Sono persone gentili e rassicuranti, sanno essere buoni mediatori ed amano agire metodicamente. È importante comunicare loro in modo caldo e amichevole, soprattutto nelle prime interazioni; si consiglia di mantenere quindi un approccio “low profile” almeno all’inizio.

Conscientious: si identificano con questa personalità tutte le persone che tendono ad essere estremamente analitiche ed hanno cura maniacale per i dettagli. Non hanno generalmente uno stile comunicativo molto variegato, le chiacchiere li mettono a disagio.

 

Tools per fare lead generation

Andremo ora ad occuparci dei Linkedin automation tools veri e propri. Tali strumenti ci permettono di automatizzare tutte le attività di outreach, come:

  • richieste di contatto
  • attività di mail marketing
  • visite profili.

Una volta individuati i contatti in target, tali strumenti ci permettono di creare dei funnel di vendita, con lo scopo di convertire i contatti in clienti. Alcuni di esse, come vedremo, permettono di impostare diverse campagne di lead generation in modo automatico e monitorarne l’andamento attraverso dashboard con metriche approfondite.

 

Dux-Soup

tool dux soup iconDux-Soup è uno tra i Linkedin automation tools migliori per automatizzare le attività di outreach e aumentare l’engagement dei nostri prospect. È un’estensione di Google Chrome e come tale lavora in background quando Linkedin è aperto nel browser.

Lavora su due piani: il tracciamento attraverso la possibilità di aggiungere tag ai nostri contatti, e l’automatizzazione di diverse attività, come la visita dei profili e l’invio di inviare messaggi personalizzati, attraverso l’attivazione di un autoresponder. Molto utile è la funzione che permette di interrompere la campagna quando il potenziale cliente risponde.

 

Expandi

linkedin tools expandi iconTra i Linkedin Automation tools più completi troviamo Expandi. Grazie a questo tool potrai automatizzare delle attività in modo mirato ed intelligente. Per diverse ragioni lavora in cloud e continua quindi a funzionare 24 ore su 24. Ha un grado di personalizzazione che rende quasi impossibile identificarlo come un bot. Inoltre è compatibile al 100% con le policy del social circa lo spamming.

expandi workflow image

Workflow di Expandi
Fonte:”https://expandi.io/”

Una volta importati in CSV i dati dei contatti in target, è possibile lanciare delle campagne e personalizzare i messaggi; dalla richiesta di contatto fino all’acquisizione della lead. Tecnicismi a parte! Perché è così utile?

  • Gestisce la mail in modo molto efficiente, non facendoti perdere le chat più importanti
  • Permette di fare campagne illimitate e personalizzate
  • Rileva le risposte ed il processo di Follow up monitorando in ogni momento il processo di acquisizione e la gestione di leads
  • Target basato sull’engagement
  • Consente di fare A/B testing.

 

 

 

 

Meet Alfred

linkedin meet alfred iconÈ uno dei Linkedin automation tools con CRM integrato, ovvero un software che gestisce le relazioni con i clienti. Si consiglia di utilizzarlo insieme ad altri strumenti di automazione. Per ogni campagna ci dà informazioni molto utili come: il numero delle richieste di contatto accettate, le risposte a i nostri messaggi, il tasso di conversione. Questo tool è particolarmente indicato per monitorare le campagne di lead generation grazie agli analytcs molto accurati.

 

 

 

Octopus Deploy

linkedin automation tools octopus deploy iconAnch’esso, come Meet Alfred, ha un CRM integrato che ci permette di ottimizzare le nostre campagne di lead generation con Linkedin. Oltre alle normali funzioni di automation relative alla messaggistica e alla conferma di competenze, ti permette di creare il tuo funnel di leads.

Il punto di forza dello strumento è dato dalle metriche e dalle statistiche per valutare il ROI, il numero di visualizzazioni e di apparizione nei risultati di ricerca.
Hai la possibilità di collegare più campagne inoltre vi è un monitoraggio continuo della nostra attività su Linkedin. Quando essa risulta eccessiva, e c’è il rischio che possa essere rilevata dal social, ci invia delle notifiche immediate.

CORSO DIGITAL SALES

 

LinkedIn automation tools: come sceglierli

Abbiamo visto come la maggior parte dei Linkedin automation tools semplificano il lavoro di ricerca dei contatti e la loro trasformazione in clienti, facendoci risparmiare tempo e risorse. Ciò che va chiarito, però, è l’uso che ne va fatto. L’intelligenza artificiale non è nata per sostituire l’uomo ma per stare a suo servizio. Se l’idea di essere contattati da un bot può sembrarci frutto di uno scenario distopico degno del migliore romanzo cyberpunk, non dobbiamo dimenticare che c’è sempre una strategia precisa dietro. In altre parole: è sempre la nostra bravura che può rendere vincente una campagna di lead generation.

Non dimentichiamo che il marketing automation è un mezzo, non un fine. Possiamo utilizzare dei Linkedin automation tools per trovare prospect, fare lead nurturing e quindi ottenere conversioni. Se vogliamo solo gonfiare artificialmente il volume dei nostri contatti e il nostro network, guidati da una sorta di “edonismo digitale”, siamo sulla cattiva strada. Una considerazione va fatta sul rischio di violare la policy di Linkedin.

Quando utilizziamo un’app di terze parti dobbiamo leggere i Termini e condizioni per assicurarci che non siano in contrasto con quelli del social. Il confine con lo spamming è molto labile in questo caso, quindi si consiglia di utilizzare tali strumenti di automazione con parsimonia ed in modo mirato.

Ti consiglio di fare ricorso a strumenti di automazione per fare Linkedin marketing solo se hai bene in mente i tuoi obiettivi e la strategia di marketing. Il consiglio è quello di integrare diversi strumenti per ogni fase del funnel di acquisizione del cliente, secondo le nostre necessità.

 

Coaching gratuito su LinkedIn automation tools

Nell’articolo ho cercato di tratteggiare un quadro generale circa i Linkedin automation tools, senza addentrarci troppo nei tecnicismi. Essi, non mi stancherò mai di ripeterlo, vanno usati in modo intelligente. I tools sono il carburante che ci consente di spingere al massimo il motore di Linkedin, ma per guidare un’automobile è necessario conoscere la strada e saper guidare. Dobbiamo utilizzare il social all’interno di una valida strategia di inbound marketing, che vede al centro contenuti di qualità ed indirizzati alle persone giuste.

PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA GRATUITA

 

Ti potrebbero interessare i seguenti articoli correlati:

linkedin marketing  Linkedin sales navigator  Social selling index Linkedin