Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (15 )
  • Vota!


La landing page è una pagina web di atterraggio, una pagina dove gli utenti arrivano per compiere delle azioni (acquisto, richiesta informazioni, guardare un video etc. etc.) ed è una parte fondamentale di qualsiasi attività di digital marketing online che si rispetti. La landing page è una delle migliori soluzioni quando si tratta di raccogliere efficacemente alcuni dati per conoscere meglio gli utenti e potenziali clienti, come ad esempio gli indirizzi email utili per attività di email marketing. Tuttavia, la landing page può e deve essere utilizzata anche per la maggior parte delle pagine di vendita. Inoltre, rispetto a qualsiasi altra pagina di un blog o di una pagina generica, al minimo cambiamento il tasso di conversione di una landing page può variare in modo drastico.

Esistono 3 motivi principali per cui i professionisti del marketing e i proprietari dei siti fanno resistenza nell’utilizzo delle landing pages:

  • Impiegano troppo tempo per crearle o sono troppo difficili tecnicamente da creare;
  • Non sono mai stati in grado di ottenere incredibili tassi di conversione in passato;
  • Non sanno come migliorare sistematicamente le loro pagine di destinazione. 

Quando si desidera creare una landing page, ci sono solo alcune opzioni. Puoi incaricare uno sviluppatore oppure puoi provare a creare una landing page gratis da solo. Il bello delle landing pages è che sono in genere semplici e ripetitive. Ci sono molti strumenti che ti permettono di usare i modelli (landing page template) e di modificarli come vuoi. Invece di passare ore a creare una landing page, potrai così creare una landing page in pochi minuti. Segui le seguenti istruzioni e scopri come fare!

Creare Landing page: linee guida 

Una landing page ben progettata può aumentare notevolmente le conversioni per le tue campagne PPC o di email marketing. Piuttosto che indirizzare l’utente sulle pagine generiche del tuo sito web, dove potrebbe avere delle difficoltà a trovare quello che sta cercando, puoi indirizzarlo verso una pagina di atterraggio appositamente progettata che li indirizza esattamente nella direzione giusta.

Tuttavia, creare una landing page perfetta non equivale a creare un sito Web o una newsletter di successo. Ci sono alcune linee guida da rispettare per massimizzare il successo della tua pagina.  

Landing page: Qual è l’obiettivo della tua pagina di destinazione?

Anche le migliori landing page, come qualsiasi altro strumento di marketing online, hanno bisogno di obiettivi. Senza obiettivi concreti e specifici, non c’è modo di creare una landing page efficace. Il tuo obiettivo dovrebbe essere chiaro prima di iniziare a progettare la tua pagina.

Hai anche bisogno di aspettative specifiche e misurabili con dei KPI per la tua pagina di destinazione, su cui valutare il tuo successo. Queste aspettative possono essere basate su esperienze precedenti. In base ai tuoi obiettivi, potrebbe essere il numero totale di conversioni o il numero di persone che oltrepassano la tua pagina di atterraggio o un altro indicatore.

Differenza tra squeeze page e landing page

La squeeze page è un tipo di landing page. Risponde ad un obiettivo leggermente diverso dalla pura landing page. Mentre quest’ultima ha il preciso obiettivo di convertire l’utente, a prescindere dal mezzo utilizzato (call-to-action, pulsante, immagine, form), la squeeze page è una pagina web che ospita un form di contatto (lead form o optin form) con il preciso obiettivo di raccogliere delle informazioni di un utente.

Quanti tipi di landing page esistono?

Abbiamo visto in precedenza la landing page cos’è e sappiamo anche che esse vengono create con lo scopo di far “convertire” un visitatore. Ma cosa significa convertire? Significa cambiare il suo stato, la sua qualifica di visitatore in altro. Se vogliamo convertire un visitatore e trasformarlo in cliente vuol dire che saremo riusciti a vendergli un prodotto o servizio tramite la landing page. Se vogliamo trasformarlo in una lead o un optin significa che dovremo creare un preciso tipo di squeeze page: una lead-page o una optin-page.

Landing page: l’importanza d’inserire un chiaro invito all’azione

Una volta che sai qual’é il tuo obiettivo, devi presentare un chiaro invito all’azione. Questa è probabilmente la parte più importante di qualsiasi pagina di destinazione. Il tuo invito all’azione dovrebbe essere specificamente legato al tuo obiettivo e dovrebbe essere supportato da tutto il resto, dal titolo, dal corpo.  dalle immagini e dal layout generale. 

La landing page seguente ha un chiaro invito all’azione, sebbene scelga di indirizzare prima i visitatori verso ulteriori informazioni sui loro piani e prezzi, piuttosto che andare direttamente alla registrazione.

landing-page

 

Landing page: la soluzione più semplice è la migliore

Le pagine di destinazione devono essere notevolmente semplificate rispetto a molti altri progetti. Questo perché le pagine di atterraggio hanno obiettivi molto specifici e non dovrebbero includere informazioni estranee che potrebbero distrarre i visitatori e impedire la conversione.

Landing page: esempi e consigli sulla stesura del Testo

Il tuo testo dovrebbe essere chiaro e conciso. Dovrebbe essere anche persuasivo. Le pagine di destinazione non sono il luogo in cui mostrare le tue creatività, a meno che la creatività non sia chiara, concisa e persuasiva. Lascia le parti creative per il tuo blog. È abbastanza sicuro presumere che la maggior parte delle persone che visitano la tua landing page siano già interessate a ciò che hai da dire, perché probabilmente hanno fatto clic su un annuncio PPC o un’email. Ma solo perché sono interessati quando arrivano non significa che rimarranno interessati se non arriveranno all’obiettivo.

Ogni singola frase e parola sulla tua landing page dovrebbe avere uno scopo, e lo scopo dovrebbe essere quello di supportare la tua chiamata all’azione. Se non lo fa, tagliala. Sii spietato nel modificare la tua copia. Offri ai tuoi visitatori ciò che vogliono sapere nel minor numero possibile di parole e convincili a rispondere al tuo invito all’azione il più rapidamente possibile.

Se la tua landing page include un modulo, assicurati che richieda solo le informazioni più importanti. Se stai cercando di indurre i visitatori a iscriversi a una newsletter, assicurati di chiedere solo il loro indirizzo email. Qualunque cosa in più diminuisce le probabilità che compilino e inviino il modulo.

Se stai chiedendo loro di comprare qualcosa, rendilo il più semplice possibile. Basta chiedere i dati principali: informazioni di fatturazione e spedizione, oltre a una schermata di conferma prima di effettuare l’ordine. Mantenerlo il più semplice e conciso possibile. Aspetta prima di chiedere ulteriori informazioni, richiedile dopo che l’ordine è stato effettuato.
Questo modulo richiede solo nome e indirizzo email, nessun’altra richiesta in grado di scoraggiare la registrazione.

landing page

Landing page: considerazioni sul design

Il design della tua pagina è tanto importante quanto il testo. Un buon design supporta l’invito all’azione, mentre un cattivo design lo inibisce. Più semplice è la tua pagina e il suo design, più è probabile la conversione.

Landing page: rimuovi elementi di navigazione

La prima importante differenza tra il tuo sito web normale e le tue pagine di destinazione è che le tue pagine di destinazione non dovrebbero avere la normale navigazione del tuo sito. Invece, l’unico link cliccabile dovrebbe essere il tuo invito all’azione e possibilmente un link a maggiori informazioni per coloro che sono indecisi. Anche il collegamento del logo alla normale home page può essere una buona idea.

Questa pagina di destinazione mostra solo i collegamenti necessari.

landing page

Ma dimentica i link a tutto il resto. Tutto ciò che fanno è ingombrare la pagina e aumentare la probabilità che i tuoi visitatori abbandonino la tua pagina di destinazione (e, in definitiva, il tuo sito) senza convertire.

Landing page: semplifica la progettazione del sito normale

La tua landing page dovrebbe comunque fare eco al design del tuo normale sito Web, tuttavia, per rafforzare il tuo marchio. Questo può essere fatto attraverso l’aspetto generale, la grafica, la combinazione di colori e di caratteri.

Landing page: long page oppure più pagine? 

La migliore soluzione potrebbe essere quella di adottare una pagina unica e non lunga a scorrimento. I visitatori rispondono meglio a una serie di brevi pagine (a volte indicato come “mini-sito”). I mini siti hanno generalmente più pagine con contenuti brevi che incanalano i visitatori da un passaggio all’altro nel processo di conversione. Questo ha il vantaggio di far prendere agli utenti l’abitudine di passare da una pagina all’altra, il che può aiutarli a ottenere il giusto stato d’animo psicologico nel convertire. Il lato negativo dei mini siti è che funzionano meglio per i funnel di conversione che richiedono molti contenuti.

Le landing pages, d’altronde, si adattano perfettamente ai contenuti più brevi. Hanno anche il vantaggio di doversi caricare una sola volta, il che può essere una grande considerazione per le aziende che prendono di mira le persone nelle aree rurali o in via di sviluppo, dove la larghezza di banda e le velocità di connessione potrebbero essere un problema. Il lato negativo delle landing pages è che possono essere travolgenti con un sacco di contenuti d’impatto e possono apparire come spam se non ben progettate.

Landing page: posizione dell’invito all’azione

Al fine di creare una landing page di successo, assicurati che il tuo invito all’azione si trovi vicino alla parte superiore della pagina, dove qualcuno può cliccarlo senza dover scorrere. Ciò non significa necessariamente che i tuoi visitatori non devono scorrere verso il basso della pagina per leggere ulteriori informazioni. Ma si spera che almeno una percentuale dei tuoi visitatori sia pronta ad acquistare non appena arrivi sulla landing page sia perché l’email o il link che li ha portati lì li abbia già persuasi sia perché non è la prima volta che visitano la pagina. Mettere una chiamata all’azione proprio vicino alla parte superiore della pagina rende le cose più facili ai visitatori. Tutti gli elementi più importanti si devono trovare prima di scorrere.

Landing page: Immagini minime e caratteri più grandi

Le tue pagine di destinazione, che siano landing page o squeeze page, dovrebbero utilizzare solo una o al massimo due immagini. Evitare la confusione visiva sulla pagina o qualsiasi cosa che può ridurre il messaggio e l’invito all’azione. Anche le dimensioni dei caratteri più grandi sono una buona idea, in quanto l’ultima cosa che vuoi fare è mettere a dura prova la vista dei tuoi visitatori. Basta non esagerare. La lunghezza della linea ideale per la leggibilità della copia è di 39 caratteri, quindi ridimensionare il carattere (e la larghezza della colonna) di conseguenza.

Landing page: centrata oppure a colonna singola?

Gli studi hanno dimostrato che le pagine di destinazione centrate su una colonna singola convertono meglio. Eppure, ci sono ancora molti marketers che optano per progetti a due colonne. Assicurati di testare le versioni a colonna singola di qualsiasi design prima di passare a quelle a due colonne. Un grande esempio di una pagina centrata che fa un grande uso dello spazio disponibile.

landing pages

Landing page: abbina l’aspetto dell’e-mail

Se la tua pagina di destinazione è legata a una campagna e-mail, assicurati che la landing page rispecchia l’aspetto dell’email. Se i disegni dei due sono molto diversi, i visitatori della pagina di destinazione potrebbero chiedersi se sono finiti nel posto giusto. Il modo più semplice per farlo è quello di trasferire caratteri, immagini e colori dalla tua email alla tua pagina di destinazione.

Landing page: usa gli strumenti disponibili

Se non vuoi utilizzare un web designer per le tue pagine di destinazione, ci sono opzioni per creare fantastiche pagine di destinazione senza alcuna conoscenza tecnica. Unbounce è uno dei più facili da usare e consente di creare pagine di destinazione senza esperienza IT. Ad esempio è possibile creare landing page wordpress usando gli strumenti messi a disposizione da questo cms. Sono disponibili modelli di best practice che è possibile personalizzare (o progettare la propria pagina interamente da zero) a prezzi flessibili (compreso un piano gratuito per i siti con traffico limitato). Unbounce si integra anche con lo strumento di Google per gli a/b test del sito e con Google Analytics per il monitoraggio del traffico.

Landing page: non dimenticare i test

Ciò che funziona per un sito può non funzionare così bene per un altro. Trovare il design della pagina più efficace è una questione di prove ed errori in molti casi. È importante testare le diverse versioni della tua pagina di destinazione per trovare quella che funziona meglio per la tua situazione specifica. Senza farlo, si possono mancare potenziali conversioni.

Landing page: tools per il testing

  1. Unbounce

Uno dei migliori strumenti per creare una landing page è Unbounce. La ragione per cui è così semplice da usare è che ha la funzione “drag e drop”. Puoi selezionare elementi (caselle di testo, immagini, moduli, ecc.) Dai menu laterali e trascinarli semplicemente in una sezione. Lo rende uno dei migliori strumenti per creare la landing pages per principianti.

  1. Instapage

Un altro popolare creatore di landing page è Instapage. Probabilmente è l’opzione migliore per un budget limitato. Proprio come Unbounce, le pagine di destinazione di Instapage sono responsive. Instapage ti consente di pubblicare una pagina sul loro dominio che non consiglio (ad esempio, Instapage.com/your-landing-page).  Se scegli l’opzione “dominio personalizzato”, ti darà la possibilità di connettere il tuo dominio al tuo account Instapage per pubblicare la pagina di destinazione direttamente sul tuo sito. Devi solo impostarlo una volta. In alternativa, puoi utilizzare il plug-in WordPress di Instapage. Ti permette di sincronizzare la pagina dal tuo account Instapage al tuo sito in pochi clic.

  1. LeadPages

L’ultimo e, forse, il più noto creatore di landing pages tra i marketer di Internet è LeadPages. Nei piani di livello superiore, si accede alle funzionalità avanzate di creazione di contenuti come test A / B. L’editor della pagina di destinazione è molto simile alle altre opzioni che abbiamo visto, ma LeadPages offre alcune caratteristiche uniche che potrebbero influenzare la tua decisione. Il primo componente principale è la selezione del modello. Non solo hanno una vasta selezione di modelli, ma puoi anche ordinarli per tasso di conversione.

Questa funzionalità spiega perché LeadPages è tra i migliori strumenti per la pagina di destinazione. Tieni presente che si tratta di un tasso di conversione basato su esperimenti passati e potrebbe non riflettere necessariamente il tasso di conversione che otterrai. Dipende da altre cose. Dovresti anche sapere che la maggior parte dei modelli non è gratuita, il che si aggiunge al costo.

Conclusioni

La landing page è essenziale per un business online di successo. Esse sono probabilmente il modo migliore per acquisire leads e aumentare i contatti per il tuo funnel di vendita. Tuttavia, se non stai creando landing pages perché è troppo difficile o richiede molto tempo, non stai sfruttando appieno il loro potere. Se non stai creando pagine di destinazione ad alta conversione, allora stai lasciando un sacco di soldi per strada. Se sospetti di avere una di queste incertezze, ti suggerisco di leggere la nostra guida su come creare una landing page gratis!

SCARICA LA GUIDA GRATUITA!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Andrea Tuzi on GoogleAndrea Tuzi on LinkedinAndrea Tuzi on Twitter
Andrea Tuzi
Digital Advertising Specialist
Grande passione per il web marketing e molto curioso per tutto quello che riguarda il digitale.
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]