Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.7 stelle
    4.7 / 5 (33 )
  • Vota!


Sul web il mondo del food spopola ed è sempre più difficile emergere in un settore così affollato. Italy Food Porn ce l’ha fatta e l’apertura dei profili Instagram e Facebook ad inizio 2015 ha dato vita ad un’esperienza vincente.  In questa intervista Gian Andrea Squadrilli cofounder di Italy Food Porn insieme ad Egidio Cerrone  ci racconta come un progetto partito quasi per gioco può diventare un caso di successo con una community di più di 500.000 fan su Facebook e più di 300.000 followers su Instagram.

 

Il concept alla base di Italy Food Porn

 

Nadia Lombardi

Come nasce il progetto di Italy Food Porn? E qual è il concept alla base?

Gian Andrea Squadrilli
Il progetto di Italy Food Porn è iniziato per gioco, ma poi piano piano è diventato una cosa seria. Ci poniamo obiettivi abbastanza patriottici. Il concept infatti è quello di portare i valori e la conoscenza della cucina italiana in giro per il mondo attraverso l’utilizzo dell’estetica americana del food porn. In America sono molto bravi a vendere il loro food. Con colate di cheddar piuttosto che super pile di hamburger, riescono a far venire fame alla gente, mentre in Italia diciamo che ci sappiamo vendere un po’ meno. Quindi abbiamo deciso di utilizzare l’estetica americana del food porn perché, secondo me ed Egidio, il nostro cibo che è molto più genuino e molto più buono, può essere comunicato meglio. 

Italy Food Porn Carbonara

 

Il target di riferimento

 

Nadia Lombardi
A che pubblico vi rivolgete?

Gian Andrea SquadrilliPrincipalmente ci rivolgiamo ai giovani però abbiamo anche molte casalinghe e signori che seguono Italy Food Porn. Comunque l’interesse per il food è globale; tutti quanti mangiamo e siamo interessati a mangiar bene.

 

 

 

Chi lavora al progetto di Italy Food Porn

 

Nadia Lombardi
Come è composto il vostro staff?

Gian Andrea SquadrilliSiamo in due ad avere fondato Italy Food Porn, io ed Egidio Cerrone. Egidio è entrato in società come “Fate Lardo”, la sua società di comunicazione social dove lavoro anche io. E oggi siamo una bella squadra con più di dieci ragazzi. “Fate Lardo” si occupa della grafica, della contabilità, e dei video, mentre io e un altro collaboratore siamo quelli più operativi sul territorio. Ad esempio su Milano abbiamo una squadra di nostri soci che lavora (i ragazzi di Carbogang). Sono lì presenti sul posto e fanno video, foto, provano, girano, ricercano.

 

 

Come si guadagna con questo progetto

 

Nadia Lombardi
Come si sostiene economicamente questo progetto?

Gian Andrea SquadrilliAbbiamo il progetto madre di Italy Food Porn che è una pagina nazionale, quindi ha una fanbase nazionale. In questo momento si sostiene solo sponsorizzando prodotti italiani che possono essere spediti in tutta Italia. Invece con le pagine locali (Napoli e Milano) facciano sponsorizzazione di locali da noi selezionati.

 

Italy Food Porn Napoli pizza Napoli

 

L’utilizzo di Instagram e Facebook

 

Nadia LombardiChe ruolo riveste Instagram rispetto a Facebook nella vostra social strategy?

Gian Andrea SquadrilliDiciamo che negli anni precedenti abbiamo lavorato allo stesso modo sia su Facebook che su Instagram, però cercando comunque di privilegiare Facebook perché era il social più forte e che portava maggiori risultati; mentre Instagram permetteva un utilizzo meno strutturato e ci permetteva comunque di crescere molto velocemente senza bisogno di sponsorizzare.

In questi anni però Instagram ha avuto un’evoluzione molto particolare. È diventato il social numero uno al mondo;  grazie alle Instagram stories e ad altre funzioni che ha, permette di rendere umanizzare veramente quella che è la visione del cibo. Facebook, riveste per noi un ruolo più istituzionale; inoltre necessita molto più di una sponsorizzazione e di spazi a pagamento mentre Instagram molto più di contenuti e stories che rendono comunque fidelizzata la community. Su Instagram è più facile ottenere like e tenere i fan attivi.

 

 

 

 

La generazione dei contenuti

 

Nadia LombardiQual è il ruolo della vostra community nella generazione di contenuti?

Gian Andrea SquadrilliNormalmente non coinvolgiamo la community nella generazione di contenuti. Soprattutto nelle città, all’interno dei locali che ci chiamano, o che scopriamo, andiamo noi con il nostro staff. Facciamo video, foto, stories, tutto quello che ci serve. Invece per quanto riguarda Italy Food Porn essendo una pagina nazionale, ha bisogno di contenuti nazionale. Quindi non potendo essere presenti ovunque, abbiamo necessità di coinvolgere la community. Le persone ci mandano le foto ma poi pubblichiamo solo quelle di locali selezionati e su cui abbiamo preso informazioni.

Il web e del social web in particolare, in questo momento permettono di studiare, di capire veramente dove mangiare. Inoltre, ad esempio, quando parto per una destinazione, chiedo anche aiuto ai fan, (quale locale mi consigliereste? siete stati in questo locale? vivete nella località che sto per visitare?). Credimi: arrivano numerosissimi consigli, centinaia.

 

Italy Food Porn Dolce

 

I prossimi obiettivi di Italy Food Porn

 

Nadia LombardiQuali i prossimi progetti dopo creazione di Italy Food Porn Milano e Napoli?

Gian Andrea SquadrilliIl sogno è quello di avere, nel più breve tempo possibile, una sede a Roma, Firenze e forse Venezia. E mi piacerebbe moltissimo anche Palermo. Ma non ci muoviamo fino a quando non troviamo persone che sposino il nostro progetto e che siano come noi ovvero che siano spinti prima di tutto dalla passione, dalla voglia di aiutarci a fare conoscere, promuovere, il food italiano.

 

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE 
Food-blogger-come-diventarlo Food-Marketing copertina articolo Foodiestrip copertina

 

Nadia Lombardi on Linkedin
Nadia Lombardi
Prendo i cambiamenti che la vita ti "propone" come una nuova opportunità. Sono una neverendig student sia per poter svolgere al meglio il mio lavoro sia perché mi piace confrontarmi con idee diverse dalle mie.