Seleziona una pagina

Hai saputo la novità? Google Search News è ora online! Come saprai la search di Google è in continua evoluzione, motivo per cui è necessario tenersi costantemente aggiornati per evitare di perdere posizioni nella SERP. Se sei curioso di scoprire cos’è Google Search News, continua a leggere questo articolo … potresti trovare qualche dritta per posizionarti in prima pagina!

Se vuoi conoscere i segreti per migliorare il posizionamento del tuo sito nei motori di ricerca, scopri la nostra Certificazione SEO Specialist!

 

Hai bisogno della guida di un esperto per scoprire i segreti della SEO e sulla Search di Google? Ecco per te una consulenza strategica gratuita!

RICHIEDI UNA CONSULENZA STRATEGICA GRATUITA

 

Google Search News: cos’è?

Nel mese di settembre Google ha lanciato Google Search News, una “serie” YouTube pensata per gli sviluppatori web, gli editori e i consulenti SEO, che tratta argomenti che ruotano attorno alla search di Google. Attenzione però a non confonderlo con lo storico Google News! Questo interessante spettacolo è offerto da Google Webmasters, il team dei webmaster ufficiali di Google che annovera professionisti della SEO (e non solo) del calibro di John Mueller.

Lo show, condotto proprio dal simpatico quanto preparato Webmaster svizzero John Mueller, va “in onda” su Google Webmasters, il canale ufficiale YouTube dove poter trovare informazioni, tools e dritte per capire o approfondire come posizionare il tuo sito nei risultati di ricerca.

In questa serie, che per ora presenta una sola puntata pubblicata il 26 settembre, John Mueller aggiorna i suoi ascoltatori sulle novità relative alla search del più famoso motore di ricerca, emulando simpaticamente il conduttore di un TG e dando vita in questo modo a una coinvolgente evoluzione di #AskGoogleWebmasters, una precedente serie YouTube ad episodi in cui lo stesso John Mueller risponde alle domande relative alla SEO che gli utenti ponevano sotto suo invito nel canale Twitter di Google Webmasters.

 

 

Google Search News, per la validità e l’autorevolezza delle informazioni che offre, può essere considerato un vero e proprio faro che ci indica come e quando si verifica un’evoluzione del vasto mondo della search. I webmaster di Google hanno però deciso di lasciarci con il fiato sospeso: a quante pare, prima di omaggiarci della seconda puntata dovremo aspettare qualche settimana.
Molto precisa e significativa è stata invece la data del lancio del programma: 26 settembre 2019, giorno del 21° compleanno di Google!

L’obiettivo sembra essere quello di fornirci aggiornamenti regolari nel tempo ma, nel frattempo, iscriviti al canale per scoprire la prima puntata di Google Search News…e per non perderti le prossime!

 

Perché iscriversi a Google Search News?

Perché servirsi di un concentrato di news sulla search racchiuso in un programma di intrattenimento di pochi minuti, direttamente da Google? Che tu sia un SEO Specialist navigato a caccia di novità in ambito search di Google, che tu sia alle prime armi nella creazione di un sito web o che tu voglia posizionare un contenuto nella prima pagina del motore di ricerca più famoso al mondo…”non puoi fare a meno di questo originale show“!

Le informazioni che lo spettacolo offre mirano a fornirti: suggerimenti relativi alla Search Engine Optimization, comunemente definita SEO. Sviluppare competenze in ambito SEO, attività da molti definita un’arte, può rappresentare un ottimo investimento in quanto al giorno d’oggi essere visibili (e quindi raggiungibili) nei motori di ricerca è di vitale importanza. Per competere con la concorrenza hai bisogno di conquistare la prima pagina nella giungla della SERP…a colpi di SEO!

Vuoi un esempio che ti motivi? Circa il 35% degli utenti che digita una Query nei motori di ricerca clicca sul primo risultato in SERP, mentre solo il 18% clicca sul secondo. Ti lascio immaginare quanti naviganti cliccano sul decimo risultato. Va bene te lo dico, neanche il 3%.

Se sei curioso di avere altre informazioni a riguardo, ti suggerisco di dare uno sguardo alla Ricerca sulle tendenze SEO che Digital Coach® ha realizzato per tutti i professionisti digital. Cliccando su SEO Trend 2020 potrai vedere i principali fattori di ranking legati alla SEO nel corso del 2020.

 

Test SEO Specialist

 

In alternativa a Google Search News, in merito alle novità che riguardano la ricerca su Google potresti fare un salto su Google Webmaster Central Blog, il blog ufficiale dei webmaster dal quale John Mueller, per aiutarti a sviluppare e indicizzare il tuo sito, estrapola le notizie più importanti da presentarti comodamente nel suo programma. Quindi meglio godersi lo spettacolo! Adesso entriamo nel vivo dello show…

 

Google Search News: le novità

Come in un vero TG, dopo la piacevole sigla di testa, vediamo quali sono i titoli nella scaletta del simpatico John. Poi chissà, magari dopo lo spazio dedicato alle news, il conduttore potrebbe mostrarci anche le previsioni meteo… Sei curioso di scoprirlo? Continua a leggere!

 

Salutiamo la vecchia Search Console

Prima di tutto, cos’è Google Search Console? Si tratta di un servizio comprendente una serie di strumenti (in passato infatti era chiamato Strumenti per i Webmaster di Google) che il famoso motore di ricerca offre gratuitamente per permettere il monitoraggio di un sito web, in modo da analizzarlo ed eventualmente ottimizzarlo in ottica SEO, fornendo informazioni sul modo in cui la Ricerca Google interagisce con il sito web in esame. 

google search console newsQuindi, tornando alla prima notizia di Google Search News, perché dobbiamo salutare la vecchia Search Console? Stando ai nuovi aggiornamenti, sono già stati sostituiti alcuni report storici come la Home e la Dashboard con una nuova interfaccia e, come annuncia John Mueller, ci saranno altre nuove evoluzioni. 

Gli stessi webmaster di Google sentono già la mancanza di queste pagine che hanno ottenuto miliardi di visualizzazioni da parte dei professionisti che miravano a meglio posizionare il proprio sito sulla Search di Google, ed è per questo che intendono omaggiarle lanciando l’hashtag #SCmemories, con il quale i nostalgici possono postare su Twitter i propri bei ricordi riguardanti la vecchia Search Console.

 

Novità negli “office-hours hangouts”

Google Search News non è l’unico video Youtube in cui vengono fornite informazioni utili sul mondo della SEO e dello sviluppo dei siti web. Esistono infatti, anche delle occasioni di ritrovo (sul web) in cui gli utenti possono formulare le loro domande nella Community page di Google Webmaster. Oppure votare le domande di un altro internauta nei commenti, mentre proprio uno specialista di Google in persona risponde in tempo reale. Questi incontri sono stati chiamati Google Webmasters Central office-hours hangouts.

Ebbene, ci saranno delle nuove sessioni settimanali live. La puntata verrà registrata e successivamente pubblicata al’interno del canale YouTube. Nella sezione “Partecipazione” del sito Google Webmaster puoi trovare il Webmasters Events, ossia il calendario che comprende anche le sessioni live in programma. Hai qualche domanda da fare? Iscriviti al canale!

 

Espansione del Tag HTML rel=”nofollow”

Il “nofollow” è un attributo, nato 15 anni fa, che si aggiunge ad un link che non vogliamo venga preso in considerazione dallo spider di Google (o altro motore di ricerca), cioè non vogliamo che venga indicizzato. Quando utilizzarlo? Per esempio quando linkiamo verso un sito di dubbia autorevolezza o di recente nascita.

La news riguarda un rinnovamento del Tag suddetto come conseguenza della significativa evoluzione del web. Google Search News informa che sono stati inseriti infatti due nuovi attributi: rel=”sponsored” e rel=”ugc”. Il primo contrassegna i link definiti “a pagamento” o che in generale esistono in seguito ad uno scambio di beni o servizi, il secondo (acronimo di User Generated Content) caratterizza i link dei contenuti generati dagli utenti, come per esempio commenti e post pubblicati sui forum. Questi due nuovi attributi sono considerati dei suggerimenti in chiave posizionamento.

Quindi, se sei indeciso su quale sia l’attributo migliore per il tuo link, puoi sempre prendere in considerazione l’opzione di iscriverti al canale YouTube di Google Webmaster, partecipare ad una sessione di domande live e chiedere direttamente a loro!

 

SCOPRI LA CERTIFICAZIONE SEO MANAGER

 

Cambia il modo in cui Google mostra le recensioni nella Search

Hai presente le stelline che caratterizzano le recensioni nei risultati di ricerca? È un modo con il quale il motore di ricerca mostra la ricchezza di recensioni di una determinata attività. Secondo Google non sempre questo risulta utile.

Di conseguenza, d’ora in poi Google mostrerà le recensioni nella Search solo quando ha veramente senso e solo se rappresenta una concreta utilità per l’utente… non in caso di recensioni “self-reviews“.

Per esempio: nel caso di attività locali, dove di fatto è possibile recensire se stessi, le recensioni non verranno mostrate nei risultati di ricerca se il gestore del Local Business in questione ha recensito se stesso. Questa novità riguarderà solo la ricerca organica e non la scheda Google My Business.

 

Hai un’attività locale? Scopri con questo Test se portare la tua azienda online fa al caso tuo!

test-porta-la-tua-azienda-online

 

Nuovi meta-tag per gli snippet e le anteprime

Questa news sulla search di Google è dedicata ai publisher e riguarda la quantità di contenuto che è possibile mostrare nei risultati di ricerca. Nello specifico: dal 24 settembre sono stati introdotti dei nuovi meta-tag grazie ai quali gli editori potranno decidere quanti caratteri mostrare nello snippet, le dimensioni dell’immagine e la lunghezza del video da mostrare in anteprima nei risultati di ricerca.

 

Le news del momento della Search di Google

Nonostante le numerose novità proposte dal colosso americano relative alla Search di Google, non mancano i continui aggiornamenti ad esso connessi e le nuove attività che vengono messe in luce rispetto ai contenuti proposti. A tal proposito, nei paragrafi successivi andremo ad analizzare le ultime news rilasciate da Google come, ad esempio, i Core Web Vitals, i Search Console Insights, e il Benchmark Page Experience .

 

Core Web Vitals

I Core Web Vitals, introdotte da Google Chrome poco tempo fa, costituiscono tutta quella serie di metriche relative alla velocità di un sito web. Queste metriche forniscono un apporto fondamentale a tutti gli sviluppatori di siti web per aiutare a costruire e migliorare la User Experience e verranno introdotte tramite degli approfondimenti di strumenti come Lighthouse, Chrome DevTools e PageSpeed.

I Core Web Vitals includono le seguenti metriche:

  • Largest Contenful Paint (LCP): misura la velocità di carico percepita e segna il punto nella sequenza temporale di caricamento della pagina quando il contenuto principale è stato caricato;
  • First Input Delay (FID): misura la reattività e quantifica l’esperienza che gli utenti provano quando interagiscono per la prima volta;
  • Cumulative Layout Shit (CLS): misura la stabilità visiva e quantifica la quantità di spostamento imprevisto del layout del contenuto della pagina visibile.

 

 

Search Console Insights

Search Console Insights viene considerata come una nuova esperienza per i creatori di contenuti ed i publisher in quanto combina i dati di Google Analytics e quelli di Google Search Console permettendo di capire in che modo i lettori scoprono i contenuti del proprio sito e cosa suscita loro interesse. L’obiettivo, dunque, è quello di aiutare i proprietari di siti a migliorare gli stessi all’interno della Search e monitorare i progressi raggiunti.

 

 

Benchmark Page Experience

Il Benchmark Page Experience, come annunciato da Google stessa, diventerà in un futuro non troppo lontano un fattore di ranking di particolare importanza. Infatti, grazie alla sua introduzione, il Benchmark Page Experience si servirà di diversi fattori fondamentali come i già annunciati Core Web Vitals e quindi le sue metriche basate sulla velocità, l’interattività e la stabilità. Inoltre, verranno utilizzati differenti segnali di ricerca come l’ottimizzazione dei dispositivi mobili, la sicurezza HTTPS e le linee guida interstiziali. 

 

 

Conclusione

Come avrai potuto notare, il mondo di Google è sempre colmo di novità su eventuali aggiornamenti della piattaforma e, in particolare all’interno di questo articolo, sulla Search di Google. Gli approfondimenti trattati in questo articolo, infatti, propongono uno spunto decisamente interessante in merito ad argomenti come la SEO e molte indicazioni su come tenersi sempre aggiornati e restare al passo con i mutamenti del mercato e della tecnologia.

Se vuoi entrare anche tu a far parte di questo mondo e conoscere tutti i segreti relativi alla SEO, scopri la nostra Certificazione Seo Specialist.

 

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ

 

Se necessiti di altre informazioni sul motore di ricerca più famoso al mondo e sulla SEO, potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Webmaster conference Google google discover perché investire nella seo