Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.9 stelle
    4.9 / 5 (8 )
  • Vota!


Il digital marketing e lo sport: un binomio sempre più solido, ricco di opportunità già colte con grande successo e potenzialità da esplorare. A maggior ragione per una Federazione sportiva che vuole promuovere la propria attività all’interno della propria fan base e ampliarne la conoscenza per raggiungere sempre più nuovi e diversi appassionati. E’ il caso della FITET (Federazione Italiana Tennistavolo) che da qualche ha iniziato un percorso digitale che sta regalando soddisfazioni al movimento e producendo risultati di grande rilievo.

Ne parliamo con Luca Schilirò, giornalista professionista e social media manager della Fitet.

 

Canali presidiati e obiettivi digitali della FITET

Gianpiero VersaceQuali sono i canali digitali presidiati e quali gli obiettivi che la Federazione vuole raggiungere attraverso essi?

 

Luca SchiliròDa un paio d’anni a questa parte, sotto la guida del presidente Renato Di Napoli, la Federazione Italiana Tennistavolo ha deciso di incrementare notevolmente i suoi sforzi nell’ambito della comunicazione.
Sono Facebook e Youtube i canali con cui la Fitet si rivolge maggiormente al suo pubblico, dal momento che come mezzo più efficace si è scelto quello video. Il tennistavolo è infatti uno sport altamente spettacolare: credo sia capitato a moltissimi, almeno una volta nella vita, di vedere qualche highlight di tennistavolo. Uno scambio infinito e acrobatico, un punto con la mano dietro la schiena o sotto le gambe, un no look.
L’obiettivo che la Fitet si è prefissata è proprio quello di esaltare il miglior tennistavolo a tinte azzurre, che si tratti dei Campionati o della Nazionale, raggiungendo attraverso i suoi canali il maggior numero di appassionati e incuriosendo chi non si è mai interessato alla disciplina.

 

 

La scelta del format dei contenuti

Gianpiero VersaceVideo, fotoracconto, post lungo in stile storytelling, post breve: quale genere di contenuti avete notato che sia migliore per la vostra audience?

 

Luca SchiliròI contenuti audiovisivi sono senza dubbio i più efficaci. Come confermato dal fatto che i post contenenti video, su Facebook, hanno una copertura media 3 volte superiore rispetto ai post con foto e link. Questo perché i nostri follower sono affamati di tennistavolo giocato, vogliono vedere i punti spettacolari, le giocate più belle, oppure anche solamente la grinta, le esultanze, la fatica degli atleti durante la prestazione sportiva.
Poche righe di testo e un bel video con gli highlights della partita, della manifestazione, della stagione: questa è la ricetta vincente per il nostro pubblico.

Lo sforzo organizzativo e le dirette streaming

Gianpiero VersaceCome vengono seguiti i principali eventi sportivi della vostra attività annuale? Avete provato a fare delle dirette streaming e se sì che riscontro hanno avuto?

 

Luca SchiliròIn occasione dei Campionati Italiani (Assoluti, Giovanili, di categoria) la Fitet dispiega tutto il suo potenziale comunicativo. Le manifestazioni vengono seguite con dirette streaming dei match principali (prima in onda su un’apposita piattaforma webtv, ultimamente sempre più dirottate su Facebook e Youtube perché più accessibili) e con telecamere dedicate alle riprese dei punti più spettacolari e delle immagini più emozionanti.
Al tempo stesso i social media manager aggiornano in tempo reale sulla pagina Facebook della federazione i risultati, pubblicando anche foto e brevi video della manifestazione.
Le dirette streaming sui canali social sono seguitissime: di norma si arriva a raddoppiare o addirittura triplicare, in termini di visualizzazioni, la “fan base” della pagina.

 

 

I principali KPI per la FITET

Gianpiero VersaceQuali sono i KPI che avete individuato e ritenete di maggiore importanza per valutare l’andamento della vostra strategia digitale?

 

Luca SchiliròI principali riscontri provengono dai dati di analisi delle piattaforme social, gli insights. A partire banalmente dal numero di like ai post, dai commenti, dalle condivisioni “classiche” – quelle degli appassionati – ma anche “illustri” di federazioni sportive internazionali o di nazioni estere, oppure da parte degli stessi atleti.
C’è poi un aspetto peculiare del tennistavolo, che ha il vantaggio di poter contare su un ambiente raccolto e dalle grandi interazioni da cui provengono feedback immediati. Una volta raccolti questi riscontri, soprattutto in occasione di importanti eventi nazionali, si cerca di tenerne conto per migliorare le strategie, consolidare ciò che è stato apprezzato e modificare quanto invece non ha funzionato.

L’iniziativa di maggiore successo

Gianpiero VersaceCi sono state iniziative, progetti, campagne, contenuti particolari che avete prodotto e che hanno avuto particolare successo?

 

Luca SchiliròMolto apprezzata è stata l’iniziativa “Best Point of the Year”, in cui abbiamo chiesto alla fan base di Facebook di scegliere il punto più spettacolare del 2017 in una sfida all’ultimo like tra 20 scambi precedentemente selezionati da noi. Ha vinto Darko Jorgic, un giocatore che due stagioni fa ha alzato lo scudetto in Italia e oggi disputa la Champions League contro i migliori giocatori europei. A testimonianza che il campionato nostrano ha il suo fascino e i suoi campioni.
A livello di singolo contenuto, quest’anno il post più apprezzato, condiviso e rilanciato anche dai media generalisti (Repubblica, Stampa).

 

 

Il futuro del digital marketing in seno alla FITET

Gianpiero VersaceGuardando al futuro, come prevedi si strutturerà l’attività federale in ambito digitale nel prossimo futuro? Quali sono i progetti in cantiere?

 

Luca SchiliròLa strada intrapresa è quella giusta, come confermato dal crescente numero di follower e dai tanti riscontri positivi raccolti negli ultimi 2 anni. Chiaramente per stare al passo con il mondo digitale bisogna correre sempre, non si può pensare di fare uno sforzo intenso e poi fermarsi a rifiatare.
Quindi sarà necessario incrementare sempre più i contenuti di qualità, in particolar modo nell’ambito video, per dare al pubblico dei social prodotti innovativi e creativi.

Ti interessa l’argomento? Dai un’occhiata al nostro corso Master in Social Media Marketing o ai nostri corsi Social Media Specialist oppure Facebook Marketing.

ARTICOLI CORRELATI

jc wall Pordenone Calcio social media marketing

Gianpiero Versace on Linkedin
Gianpiero Versace
Giornalista professionista con esperienza su diversi media, ho maturato qualificate competenze nella comunicazione aziendale, nelle PR e l'ufficio stampa tradizionali prima di essere travolto da fascino e potenzialità di comunicazione e marketing digitali.
Digital, sport, music & writing addicted.
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]