Seleziona una pagina

Digital Storytelling: cos’è e a cosa serve

 

Il digital storytelling si può definire come l’arte di saper raccontare delle storie per riuscire a emozionare e coinvolgere, arrivando a vendere indirettamente qualcosa ad pubblico esteso.

Perché lo storytelling digitale è importante per le aziende? Partiamo dal presupposto che le persone sono stanche della pubblicità, non la sopportano più e non reagiscono agli stimoli pubblicitari come ai tempi delle réclame tradizionali. 

Quanto più siamo in grado di offrire contenuti che siano:

  • spontanei
  • veri
  • naturali 
  • reali, anche se a volte artigianali 

tanto più riusciremo a catturare l’attenzione dell’audience in target per:

  • convincerla
  • persuaderla
  • ingaggiarla verso il brand
  • creare fiducia.

 

Trovi più di 100 video su Youtube e oltre 60 podcast!

 

Ottenere la fiducia dei possibili clienti è l’obiettivo primario da raggiungere. Dobbiamo riuscire a generare la stima del nostro brand negli utenti, perché il problema odierno della pubblicità è proprio questo: veicola messaggi, ma non riesce più a superare lo scetticismo dei consumatori. 

Viceversa, lo storytelling (così come il Branded Content) aiuta ad abbattere i muri della diffidenza. Oggi, è importante che le aziende imparino a usare sempre di più questo strumento all’interno delle loro strategie di marketing digitale e per ottenere le competenze giuste sarebbe utile valutare di formare le risorse interne con un Corso Web Content Editor. Il vantaggio per le imprese è quello di riuscire a ispirare maggiore considerazione da parte dei consumatori verso il marchio e i propri prodotti e servizi. Questo si traduce in benefici fondamentali per qualsiasi attività: 

  • incremento delle vendite, 
  • aumento dei tassi di retention (clienti ricorrenti e fedeli),
  • generazione di referral, ovvero il passa parola dei customer soddisfatti che consigliano il brand ad altri potenziali acquirenti.

 

 

 

Strumenti di Storytelling Digitale

 

digital-storytelling Quali sono i mezzi digitali, attraverso cui veicolare le storie che si vogliono raccontare? Vediamo ora alcuni degli strumenti offerti dal mondo online, ideali per raggiungere il proprio pubblico, con una narrazione che riesca a coinvolgere i destinatari del messaggio.

Il video

Io direi che il tool più forte e potente di tutti è il video, perché, unendo le immagini alle parole, ti dà la possibilità di comunicare a 360° con chi guarda. È il canale comunicativo più diretto e riesce a dare l’impressione di quanto tu sia vero, spontaneo e naturale in ciò che fai.

Gli articoli di blog

Oltre al video, direi che un’altra opportunità comunicativa di forte impatto è sicuramente quella degli articoli del blog, cioè post con cui sviluppare la propria storia in maniera testuale.

E-mail marketing

Un’altra idea che ti do è legata alle attività di direct e-mail marketing. Un’email dà la possibilità di scrivere un po’ su tutto, però è fondamentale la tua capacità di rendere accattivante, con dei visual, l’argomento di cui parli, perché l’aspetto visivo nell’online diventa sempre più determinante.

Quali narrazioni potresti condividere? Potresti raccontare, ad esempio, la storia: 

  • della tua azienda, 
  • dei tuoi prodotti, o di uno particolarmente rappresentativo della tua identità aziendale,
  • delle tue persone, come quelle che lavorano per la tua impresa, 
  • oppure, potresti pubblicare le testimonianze di alcuni tuoi clienti, come sono arrivati e quanto è stata positiva l’esperienza con te.

 

 

6 step per creare storie che emozionano

 

digital-storytelling-stepVediamo molte aziende usare narrazioni digitali nei propri modelli di business per coinvolgere gli utenti e creare una relazione diretta con i consumatori finali.

Il digital storytelling ci permette di raccontare e condividere la storia di un marchio (Brand Storytelling), di un prodotto o servizio tramite i canali online più adatti a catturare l’attenzione del pubblico ideale.

Una volta individuato il concetto principale che si vuole esprimere nella narrazione digitale, è buona cosa creare una scaletta per svilupparne i vari aspetti. Per lo sviluppo, è importantissimo seguire una schema logico e sequenziale come questo:

  1. L’idea in un progetto storytelling è la prima cosa da individuare. Indica il soggetto principale su cui verrà elaborata tutta la storia.
  2. La ricerca delle informazioni è indispensabile per creare un punto di partenza. In questa fase, si raccoglie e analizza tutto il materiale utile, cercando possibili specifiche e approfondimenti.

  3. Scrivere lo storytelling, vuol dire creare una sceneggiatura utile a sviluppare le varie fasi in ordine cronologico.

  4. Realizzare uno storyboard attraverso un bozzetto grafico preliminare, utilizzato per realizzare l’ambientazione della storia da raccontare. 

  5. Combinare gli elementi è un processo in cui tutti gli step iniziali individuati, raccolti e sviluppati, vanno messi insieme. Inizia la fase di produzione vera e propria.

  6. Condividere lo storytelling stabilisce il modo in cui, attraverso il web ed i social, vogliamo far conoscere la nostra storia. Ad esempio con un video su YouTube, oppure un piano editoriale su Instagram e Facebook dove si possono unire visual e copy.

 

L’argomento è vastissimo, perché si tratta di una materia che, se ben padroneggiata, permette di ottenere dei risultati davvero importanti. Perciò, se vuoi che questo mondo non abbia più segreti per te, potresti frequentare un Corso di Storytelling online
 
 
 
test professione web content editor
 
 
 

Storytelling e Digital Marketing

 
 
digital-storytelling-racconti-digitaliDigital Storytelling e marketing digitale, un binomio vincente! Quanto è importante la comunicazione nel marketing? Direi che è un fattore determinante ed imprescindibile. Se poi la associamo a una strategia di digital marketing integrata, abbiamo in mano un’arma potentissima, garanzia di successo.
Lo storytelling è una tecnica di narrazione che sfrutta le emozioni inconsce delle persone. Il termine è molto di moda oggi, legato sempre di più al marketing online, ma spesso si fa confusione sul suo vero significato.

Perciò, è bene precisare che nello storytelling digitale facciamo riferimento alla comunicazione come narrazione realizzata con strumenti digitali (ad esempio video, immagini, gif, canali Social). Mentre nel corporate Storytelling o Storytelling management, ci riferiamo al racconto della storia aziendale.

Diversi sono i casi di Web Storytelling, in cui presunti storyteller approfittano della scarsa conoscenza in materia da parte di aziende che si ritrovano a pagare un servizio senza ottenere alcun beneficio.
 
Per comprendere meglio la relazione tra narrazione e marketing online abbiamo intervistato Sonia Milan, Digital trainer e Consulente di Comunicazione e Marketing Digitale. Nel frattempo consiglio di consultare il programma del Corso Digital Storytelling.
 
 
 

 

 

Digital StorytellingIn che consiste il Digital Storytelling?

storytelling
 
Storytelling è un termine di origine antichissima e che viene declinato anche nell’online. Oggi probabilmente è usato anche in situazioni inappropriate, andando oltre l’accezione originaria: per questo conviene fare un po’ di chiarezza.
 
Si tratta di una tecnica di comunicazione tradizionale, che sta prendendo piede nell’ultimo periodo anche nel digitale. Si fonda sulle emozioni suscitate da un racconto, il cui obiettivo è quello di appassionare chi ascolta. Se non ci sono queste condizioni, parleremo di racconti in termini molto più generici. 
 
Probabilmente non ce ne rendiamo conto, ma molte dei messaggi a cui siamo abituati si basano su questa tecnica. Mi vengono in mente i film come Star Wars e anche tante pubblicità, che hanno lo scopo di coinvolgere emotivamente lo spettatore per indurlo a compiere un’azione, tendenzialmente l’acquisto.
 
Ma come fare ad emozionare le persone? Seguendo semplicemente una struttura narrativa simile a quella delle fiabe: c’è un eroe/eroina (protagonista) che, in un certo periodo della sua vita, è costretto a superare degli ostacoli per portare a termine la missione, aiutato da un oggetto magico o un aiutante.
Le persone si emozionano nel momento in cui possono immedesimarsi nell’eroe della storia: sarà molto più facile se si tratta di un essere animato, anziché di un semplice oggetto. Questo è l’errore che le aziende molto spesso commettono, cioè far ricoprire all’azienda stessa (o al proprio prodotto/servizio) il ruolo dell’eroe. In questo caso, è più difficile coinvolgere emotivamente, essendo il protagonista un oggetto inanimato.
 
 

storytelling digitale

Quali sono le differenze con l’Historytelling e l’Heritage? 

storyteller
 
Sono concetti diversi, seppur simili al Digital Storytelling. L’Historytelling è il racconto cronologico di una storia, intesa come cronologia di fatti accaduti nel corso del tempo – dal passato ad oggi – ma senza un coinvolgimento emotivo.
 
È un altro modo di raccontarsi. Una qualsiasi azienda decide – sui social network o altri canali – di raccontare la propria storia seguendo la trama di fatti che si sono susseguiti nel corso del tempo, ad esempio utilizzando le foto di archivio. In molti casi, questa tecnica viene comunemente definita Storytelling, ma in realtà non è così. 
 
L’Heritage branding, invece, è un modo per definire quelle attività che fanno alcune società, come creare un museo per mostrare la propria storia, piuttosto che organizzando l’evento per il centenario dalla nascita dell’impresa. L’intento è comunicare, attraverso questi percorsi, quali sono i valori che il marchio ha voluto tramandare nel corso degli anni. 
 
Per coinvolgere il proprio pubblico ci vogliono capacità e competenze che non sono da tutti. Un bravo storyteller deve essere uno sceneggiatore, uno scrittore esperto, anche in ambito digital, dove lo strumento di maggior coinvolgimento emotivo è il video. 
 
Si fa uso ed abuso del termine. Ci sono casi in cui imprenditori pensavano di aver acquistato un servizio di Storytelling, ma in realtà gli è stato offerto il classico Historytelling. Quindi, c’è bisogno di formazione anche all’interno delle aziende stesse.
 
 
 

storytelling

Come raccontare storie sui Social Network?

storytelling digitale
 
Social Network e Digital storytelling sono un gran bel mix. I canali social sono alla portata di tutti e ci permettono di comunicare anche sfruttando la tecnica dello Storytelling. Come abbiamo visto, la forma più efficace è quella dei video, che il più delle volte è garanzia di successo.
 
Possiamo anche coinvolgere emotivamente i nostri potenziali clienti utilizzando i nuovi formati delle Ads di Facebook, che permettono di inserire una serie di foto sequenziali in un annuncio: un po’ come accadeva una volta con i fotoromanzi. E diverse aziende sfruttano questo tipo di spazio per creare una piccola storia.  
 
In alternativa, si può raccontare una storia attraverso i post – con foto e testi – pubblicandoli a puntate sulle pagine e i profili aziendali. Le opportunità di usare i social sono tantissime: bisogna avere quel pizzico di fantasia e una buona padronanza della tecnica per ottenere il massimo risultato.
Se so come scrivere una storia basata sullo Storytelling, saprò declinarla efficacemente in tutti i vari strumenti: testi, foto, video, fumetti e tutto ciò che ne consegue.
 
Una cosa che mi sento di consigliare a chiunque faccia comunicazione online è quella di accompagnare le vostre storie di testo ad una parte visuale, perché il nostro news feed è intasato di informazioni, ed il solo testo fa fatica a colpirci. Ci fermiamo solo quando un’immagine ci stupisce. Il solo testo magari lo destiniamo ad altri tipi di comunicazione, come un e-book.
 
L’impatto che può avere un’immagine “parlante” è fondamentale, è ciò che fa fermare eventualmente le persone anche a leggere il testo che l’accompagna. 
 
 

storytelling digitale

Digital Storytelling: come utilizzarlo nel marketing turistico?

Digital Storytelling
 
Nel Digital Marketing turistico lo Storytelling è un fattore chiave. Il turismo probabilmente è il settore che più di tutti è in grado di regalare emozioni alle persone. Quando associamo il concetto di vacanza e di viaggio, è automatico il legame dell’emozione che si prova con quel viaggio.
 
Quindi, le strutture ricettive possono sfruttare a proprio vantaggio le narrazioni emotional. Parliamo di alcuni esempi di digital storytelling applicati al settore turistico. Grazie a foto d’epoca, o ai racconti degli anni passati legati alla storia della struttura turistica, possiamo ricordarci i tempi in cui eravamo piccoli e visitavamo quei luoghi da bambini. E questo ci emoziona parecchio. 
 
Attraverso i social si può utilizzare lo Storytelling fatto dagli altri. Il luogo in cui c’è il mio albergo può essere stato, in passato, teatro di particolari vicende e qualcuno lo ha reso protagonista di una storia. A quel punto raccontiamo quella di storia: rendiamo partecipi anche altre persone.
 
Un’altra ottima soluzione per condividere le esperienze sono le recensioni. La scelta può essere quella di avvalerci dei nostri clienti. In che modo? Semplicemente raccontando le loro vicende, il perché hanno scelto il nostro hotel, che storia hanno alle spalle, se sono famiglie, oppure giovani ed altro ancora. Questo permette a chi legge, ascolta o guarda, di immedesimarsi in quei racconti e scegliere di vivere quelle stesse emozioni.
“Mettete online” le persone che stanno vivendo una bella esperienza all’interno della struttura turistica consente anche di battere la concorrenza, che non è fatta solo di prezzi a ribasso.
 
 

VUOI APPROFONDIRE?

Se vuoi approfondire la tematica dello storytelling e capire come emozionare i tuoi potenziali clienti, consulta questa completa mini-guida sullo storytelling marketing.

 

Martina-Santoro-digital-coach

TRASCRIZIONE VIDEO A CURA DI MARTINA SANTOROlinkedin_badge

Laureata in Lettere e orientata ai numeri, ho seguito il percorso Digital Certification Program ed ora lavoro come Digital marketing specialist e Content strategist. La mia aspirazione è continuare a formarmi per diventare una professionista del digital marketing che aiuta aziende e liberi professionisti nella crescita del loro business.

Simone_Pagliara

INTERVISTA A CURA DI SIMONE PAGLIARAlinkedin_badge

Laurea in Lingue e passione per i viaggi. Master in Digital Marketing e specializzato in Content e SEO Copywriting. Il giusto mix per diventare un Travel Blogger di successo. In attesa del mio blog, seguimi sui Social!

 

Luca Papa on FacebookLuca Papa on LinkedinLuca Papa on Youtube
Luca Papa
Digital Marketing Manager presso Digital Coach
Sono Digital marketing manager di Digital Coach, formatore Google e consulente su tematiche di web marketing. In Digital Coach coordino l'attività di tutti i professionisti che svolgono docenza e insegno per Digital Coach e per Google discipline di Digital marketing quali Digital strategy, Inbound Marketing, SEM, Personal Branding.