Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.5 stelle
    4.5 / 5 (16 )
  • Vota!


Il digital marketing turistico è probabilmente una delle più importanti novità introdotte dallo sviluppo del Web. Il mondo del turismo ha subito infatti cambiamenti a dir poco epocali; lo sviluppo e la diffusione di Internet e dei Social Network hanno mutato radicalmente le strategie delle aziende e delle strutture turistiche, ormai in grado di raggiungere un numero di persone impensabile fino a qualche anno fa. Per la rubrica Digital Marketing abbiamo intervistato Sabrina Lieto, Mobile Marketing & Digital Strategist, di LastMinute.com. Nell’articolo che segue andremo ad approfondire:

  1. La trasformazione nel settore creata dal digital marketing turistico
  2. I canali utilizzati da Lastminute.com per la sua strategia digitale e i parametri di misurazione utilizzati
  3. l’impatto del mobile e del social media marketing turistico nel rapporto con il consumatore
  4. le figure professionali più richieste nel digital marketing turistico

  monica foti Il digital marketing turistico che trasformazione ha prodotto nel settore?

digital-marketing-turistico-Sabrina-Lieto-lastminute  Da quando il mercato del turismo ha aumentato la sua presenza online, divenendo ormai per molti un servizio associato quasi esclusivamente alle OTA, anche il marketing ha dovuto seguire questo cambiamento. Utilizzare il digital marketing turistico significa darsi l’obiettivo di rispondere in maniera più accurata, precisa e puntuale ai bisogni degli utenti, presenti online e spesso anche in mobilità. La dimensione mobile e delle app sta riscrivendo buona parte del digital marketing turistico; basti pensare ai vantaggi che l’utilizzo del mobile ha portato in termini di comunicazione geolocalizzata (come nel caso delle applicazioni per guide turistiche).

monica foti   Quali sono i canali che Lastminute utilizza nella sua strategia di digital marketing turistico?

Sabrina-Lieto-lastminute  Ogni processo di digital marketing turistico entra a far parte di una strategia composita. Campagne Adwords, cura dei profili social e content marketing sono sicuramente alla base di buona parte della strategia, ma si sta puntando molto anche sul mondo del mobile con le applicazioni, che stanno aprendo una serie molto interessante di spunti, come la vendita di servizi o il customer support direttamente on app.

monica foti Quali sono i vostri parametri di misurazione principali?

Sabrina-Lieto-lastminute E’ molto importante ricostruire il life cycle degli utenti, dal primo contatto, come la prima visita al sito ad esempio, al momento dell’acquisto del servizio. L’analisi prende in considerazione i diversi canali utilizzati e lo studio delle coorti, per meglio comprendere le microtendenze degli utenti. Stessa cosa a livello dell’analisi del comportamento in app: esistono molti tool specializzati nel settore mobile che permettono di vedere il numero di app scaricate e le sessioni maggiormente visitate dagli utenti, cosa che permette dunque di realizzare una comunicazione molto più custom tailored.

monica foti   Con quali obiettivi è nato il progetto map2app?

digital-marketing-turistico-Sabrina-Lieto-lastminute   Map2app nasce per rispondere alla crescente esigenza da parte del mercato di creare applicazioni mobile. L’ intento è stato quello di creare un prodotto user friendly che non richiedesse la conoscenza di codici di programmazione per la costruzione delle app. In questo modo ogni utente, ente del turismo, travel blogger, web agency può produrre applicazioni (iOS, Android, Html5) inserendo i propri contenuti, immagini, video, e concentrandosi sul lato più creativo dello sviluppo. D’altro canto realizzare una travel app significa aiutare gli utenti che viaggiano o che stanno pianificando un viaggio, ad essere supportati da un vero personal traveller agent, sempre a portata di mano, che risponde a svariate esigenze prima e durante i loro viaggi.

monica foti  Quale è l’influenza del mobile e dei canali social nella vostra attività?

digital-marketing-turistico-Sabrina-Lieto-lastminute Mobile marketing e social stanno permettendo di creare un rapporto sempre più focalizzato al one-to-one, sia da un punto di vista prettamente marketing ma anche e soprattutto di customer service e support. Le comunicazioni inviate tramite notifiche push all’interno dell’applicazione ad esempio sono assolutamente mirate a quelo specifico utente, che magari ha dimostrato una certa preferenza all’interno dei contenuti dell’app o che si trova in una certa zona geografica (push geolocalizzate). In più i servizi di chat, sempre inseriti all’interno delle app, aiuteranno le aziende a dare riposte sempre più mirate, per offrire il servizio richiesto al momento opportuno e alla persona giusta secondo lo schema Who – What – When- How Often.

monica foti Quali saranno le figure professionali più richieste nel digital marketing turistico nei prossimi anni?

digital-marketing-turistico-Sabrina-Lieto-lastminute  Sicuramente il notevole aumento dell’uso dei dispositivi mobile porterà la crescita di figure professionali più specializzate in tale settore e che sappiano utilizzare gli strumenti dedicati. La mobile digital analysis per esempio richiederà di saper leggere e distinguere il comportamento di un utente all’interno di una app da quello effettuato all’interno di un sito. Allo stesso modo nasceranno nuovi strumenti per aumentare il mobile engagement (chat in app, bot, mobile support one by one) e dunque le professioni ad esso collegate.  

 

RICHIEDI RISORSE GRATUITE

Se desideri ricevere RISORSE GRATUITE, AGGIORNAMENTI, INTERVISTE ED OFFERTE DI LAVORO NEL DIGITALE ti basta indicare i tuoi interessi/obiettivi e la tua email nel form sottostante.Ti invieremo contenuti allineati ai tuoi interessi e ti garantiamo che non cediamo ne cederemo a terzi il tuo indirizzo e-mail .

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.

Il tema è stato lanciato da questa prima intervista a  Leonardo Prati, consulente, formatore nonché esperto di digital marketing turistico, che ci ha fornito una visione chiara e completa delle caratteristiche del digital marketing turistico.

Foto-Fabrizio-Benelli-BlogDigital marketing turistico: quali sono le sue peculiarità?

leonardo-prati-foto-blogLe peculiarità del digital marketing turistico è sicuramente la necessità di conoscere il prodotto, ovvero conoscere esattamente il tipo di comunicazione efficace in quest’area di marketing molto particolare.   La cosa importante nel digital marketing turistico è quindi conoscere l’azienda o l’hotel di cui curerai la comunicazione online; se necessario bisogna viverla di prima persona, passando ad esempio qualche giorno all’interno della struttura.   Questo è molto utile per capire che tipo di hotel è e a che tipo di clientela si sta rivolgendo. Solo in questo modo possiamo capire a quale tipo di comunicazione bisogna dare spazio: comunicazione visiva piuttosto che storytelling o altre forme.

Foto-Fabrizio-Benelli-BlogUn ragazzo che vuole lavorare nel digital marketing turistico quali competenze deve possedere?

leonardo-prati-foto-blogLa competenza numero uno è sicuramente la pazienza; nel digital marketing turistico è fondamentale sopportare “l’ignoranza” delle persone che lavorano nelle strutture turistiche e che non conoscono la reale portata di questo tipo di comunicazione. Il risultato è che non riescono a comprendere il ritorno che puoi avere con un determinato budget di investimento.   La seconda caratteristica fondamentale per chiunque voglia lavorare nel digital marketing turistico è la chiarezza. Bisogna essere sempre chiari al 100% riguardo i ritorni di questo tipo di attività, che rischia sempre di essere sottovalutata da persone non addette ai lavori.   Terza e ultima cosa è la capacità di immergersi nella situazione e nel particolare ambiente in cui si lavora; solo così si riescono a comprendere le reali esigenze del cliente e le strategie per aiutarlo. Questa qualità è fondamentale in un settore come quello del digital marketing turistico perché spesso e volentieri l’attività deve essere svolta in tempi molto brevi: in 60 giorni si concentra il 90% del lavoro di una struttura turistica.

Foto-Fabrizio-Benelli-BlogNel digital marketing turistico quanto sono importanti i social network?

leonardo-prati-foto-blogNel digital marketing turistico i social network sono fondamentali. Il turismo è uno dei primi prodotti che si cercano online. Oltre ai tradizionali Tripadvisor, Booking, Expedia e così via, le persone utilizzano sempre di più i Social Network per capire che tipo di attività prevede e come si svolge la giornata tipo all’interno di una struttura ricettiva.   I Social Network aprono di fatto le porte dell’hotel a tutti i possibili clienti. Puoi far conoscere ad esempio lo staff, con le classiche interviste brevi allo chef piuttosto che al receptionist o al proprietario dell’albergo. Permette quindi di “metterci la faccia” e andare oltre al classico sito internet statico con il tradizionale form di prenotazione.   Un altro elemento importante che può essere sfruttato attraverso i Social Network è il real time. Interagire in tempo reale con le persone che stanno vivendo in quel momento nel nostro hotel; creando ad esempio un hashtag apposito su Istagram piuttosto che Twitter. Oppure utilizzare Pinterest per creare dei giochi; con un po’ di fantasia si possono inventare tante attività ludiche per coinvolgere i clienti.   È vero che i Social Network difficilmente ti fanno completare una prenotazione. Non si possono fare discorsi del tipo “se investi 10 euro su Facebook avrai due nuove prenotazioni”. Devono essere visti tuttavia come un qualcosa che va a completare la comunicazione della struttura turistica.

Businesswoman_with_Glasses_Cartoon_Character-09Se vuoi approfondire le tematiche affrontate in questa intervista, Digital Coach mette a tua disposizione il Master in Digital Marketing e il Master in Social Media Marketing. Entrambi i percorsi formativi ti permetteranno di sviluppare una visuine a 360° del mondo del Web.
Fabrizio Benelli
presso
Da sempre appassionato del mondo Web, subito dopo la laurea (conseguita alla facoltà di Economia di Modena e Reggio Emilia) inizio a lavorare per un’azienda E-commerce, occupandomi della parte SEO. A fine 2014 inizio i Master in E-commerce e in Digital e Social Media Marketing presso Digital Coach.