Seleziona una pagina

Cosa pubblicare su linkedin se stai cercando lavoro? Il social network che mette in contatto domanda e offerta di lavoro può essere uno strumento tra i più utili, sia che tu voglia trovare o cambiare un lavoro da dipendente, che individuare clienti per la tua attività da freelance. A patto che tu ne conosca i trucchi e sappia come pubblicare post efficaci. 

C’è da dire anche che si sono opinioni contrastanti sull’efficacia di Linkedin per il raggiungimento dello scopo. Una parte di coloro che cercano lavoro lo considerano infatti solamente un canale che attira spam e richieste commerciali.

Se scaviamo più a fondo però scopriamo che spesso queste opinioni provengono da chi non ne ha capito le potenzialità e non ha imparato a gestire la sua presenza online. Linkedin, infatti, come tutti i canali social e il web in generale, necessita della definizione di un obiettivo e della strategia per raggiungerlo.

Ci avete mai pensato?

 

cosa pubblicare su linkedin suggerimenti

 

Perché essere su Linkedin se cerchi lavoro

Prima di capire cosa pubblicare su Linkedin è quindi indispensabile definire bene l’obiettivo e la strategia che si vuole adottare.

  •  Personal branding. Innanzitutto Linkedin può dare la possibilità di fare personal branding ovvero di promuovere te stesso e le tue capacità on-line. Puoi farlo scrivendo post e articoli su argomenti che conosci e che possono dare un contributo reale e interessante ai tuoi lettori, aumentando quindi la tua autorevolezza sui temi che conosci bene.
  • Inbound marketing. Una logica che, pur essendo molto sfruttata nella vendita, può essere interessante anche al momento di trovare lavoro. Si tratta di attrarre verso il tuo “brand” potenziali contatti interessati al tuo profilo, trasformandoli successivamente in clienti o in datori di lavoro. Consiste sostanzialmente nel farsi trovare dalle persone giuste nel momento in cui stanno cercando una persona con le tue capacità.

Quindi vietato fare spam e scrivere messaggi indifferenziati. Vietato anche mandare email che urlino le tue capacità al mondo e richieste di contatto che possono risultare moleste. L’attenzione su Linkedin, come sul web in generale, va conquistata passo passo, grazie a contenuti e informazioni di qualità che puoi dare alla tua utenza.

 

 

Come scrivere articoli efficaci su Linkedin

 

Articoli o post?

Innanzitutto su Linkedin possono essere pubblicati sia articoli che post. Quali vuoi utilizzare?

I post sono il form più conosciuto e possono essere pubblicati sia da persone che da aziende. Si tratta di un formato più semplice e rapido, che può contenere un testo di massimo 1.300 caratteri, con un’immagine, oppure un video o un link al proprio sito internet.

L’articolo invece dà la possibilità di pubblicare un testo senza limite di caratteri, con l’inserimento di una copertina, immagini, video e link ed è molto più simile al post di un blog.
Oggi è importante perché è diventato possibile per tutti gli utenti pubblicare articoli su Linkedin, grazie alla funzione Linkedin Publishing o Pubblicazione (ex Linkedin Pulse).  Questa funzione è però disponibile solo da desktop ed esclusivamente per profili personali.

 

linkedin come usarlo

 

Cosa pubblicare su Linkedin

Linkedin è il social per eccellenza per condividere idee, conoscenze e punti di vista in ambito professionale.
Se vuoi quindi creare una vetrina per valorizzare le tue competenze, sappi cha hai un buon alleato, ma che ci sono anche delle regole che dovrai rispettare.

La prima regola è pubblica solo se hai del contenuto di qualità sul tuo settore, con approfondimenti, dati e informazioni utili. 

La seconda, altrettanto importante, è non pubblicare un articolo su Linkedin che riprenda gli stessi contenuti del tuo blog o del tuo sito, creando una sorta di duplicazione del testo. Questo infatti penalizzerà il traffico al sito e al blog, danneggiando l’indicizzazione SEO.

In questo caso ti consigliamo invece di fare dei post che riportino il link dell’articolo del blog.

Quindi, cosa pubblicare su Linkedin?

  • Se stai cercando lavoro e non hai, ne pensi di fare, un tuo sito o un blog, ti consigliamo di sfruttare al loro posto la funzione Pubblicazione di Linkedin. E’ già predisposta e può darti molta visibilità grazie all’indicizzazione di Google.
    Qui portai scrivere testi, inserire video, immagini e case history in grado di mostrare la tua competenza nel tuo campo. 

  • Se invece sei già entrato nella logica del personal branding e hai già creato o vuoi creare un blog, con obiettivi chiari e un piano editoriale, puoi sempre usare la funzione Publishing per creare una collezione di articoli già pubblicati, rimandando alla loro lettura integrale sul tuo blog.
    Questo canale può far atterrare sul tuo sito proprio l’utenza più interessata ai tuoi post.

Ricordati che su LinkedIn funzionano bene contenuti educativi e informativi, meglio se riportano dati e analisi.
Nel caso di chi sta cercando lavoro, i dati possono scarseggiare, per cui consigliamo di riportate lavori precedenti, opinioni ed esperienze che aiutano altri professionisti a confrontarsi costruttivamente.

 

linkedin for business

 

In che caso scegliere l’articolo

Nel caso in cui serva molto più spazio per esprimere un concetto o dare una soluzione ad un problema e quindi offrire un contenuto articolato, è consigliabile creare un articolo.

Un articolo su Linkedin può contenere molti elementi: testo, immagini, video e link. Inoltre ha il vantaggio di essere visto anche dopo molto tempo dagli utenti, grazie al particolare spazio che gli viene riservato sul profilo utente.

Non dimenticare inoltre una cosa importante: Google in generale apprezza molto un articolo Linkedin al momento dell’indicizzazione.

 

Come fare per pubblicare un articolo

Pubblicare un articolo è molto facile e intuitivo, per questo è consigliato utilizzarlo al posto del blog se stai cercando lavoro e non hai già realizzato il tuo blog personale.

Dopo aver creato il tuo profilo Linkedin, vai sulla homepage e seleziona “Articolo” per aprire l’editor di testo. 
In ogni articolo potrai inserire un’immagine di copertina, un titolo e un testo che potrà contenere link esterni, foto, presentazioni e anche video.
Hai anche un altro vantaggio, ovvero potrai lavorare sul tuo articolo in bozza e pubblicare solo quando sarai pronto.

 

 

Quando invece scegliere il post

Il post è il formato più tipico e più semplice, come abbiamo già detto consiste in un testo di massimo 1.300 caratteri, che può essere corredato da un’immagine, un video o un link esterno.
Nei post si trattano argomenti brevi, o si rimanda ad un articolo esterno, quindi nella scrittura occorre essere sintetici e accattivanti.

Si posso aggiungere menzioni utilizzando il simbolo @ prima dell’account della persona da menzionare e il simbolo # per inserirsi in flussi di ricerche. Si possono anche utilizzare simboli speciali, emoji e sottolineare alcuni punti. La buona regola è non abusarne.

Nel post si consiglia di pubblicare un’immagine o un video in modo da catturare l’attenzione, facendo sempre molta attenzione al target.

 

 

Cosa pubblicare su Linkedin per essere efficaci

I post più efficaci su Linkedin si possono raggruppare in alcune macrocategorie:

  • Educativi: articoli tecnici, insegnamenti, consigli, webinar, tutorial
  • Informativi: forniscono informazioni, come news o lnfografiche
  • Riflessivi: condividono un punto di vista, commentano una situazione, lanciano una provocazione, con l’obiettivo di suscitare reazione empatica.
  • Esperienza: condivisione di un’esperienza di lavoro, di un evento, di immagini che mostrano la partecipazione ad una fiera o ad un corso di formazione.

Ad ogni modo consigliamo di redigere sempre un piano editoriale, soprattutto se si all’inizio, in modo da non improvvisare gli argomenti e da mettere in mostra le tue qualità strategiche e organizzative. 

Evita di essere ridondante sugli argomenti e di improvvisare creando articoli poco interessanti e poco utili, fai attenzione invece a creare un mix equilibrato di tipologie di contenuto.

 

cosa pubblicare su linkedin per trovare lavoro

 

 

SEO Linkedin: usa sempre le keyword 

Anche se Linkedin è un social network funziona come un motore di ricerca che archivia profili con alcune parole chiave e li restituisce in base a determinati risultati.
Se hai bisogno per esempio di un SEO specialist, cercherai proprio questa parola nel campo della search. Ecco perché per essere trovato ti sarà utile inserire le keywords che definiscono la tua professione in alcuni campi, come:

  • La qualifica
  • Il riepilogo
  • Le esperienze lavorative
  • Le segnalazioni
  • Le competenze
  • La formazione
  • LinkedIn Publishing

Questo non vuol dire riempire il profilo di parole chiave, ma di mostrare con intelligenza ed equilibrio il tuo settore di appartenenza e ciò a cui stai puntando.

 

Ti consigliamo di lavorare con naturalezza ai tuoi contenuti, di descrivere chi sei e ciò che fai in maniera chiara, cercando di tenere d’occhio anche cosa cercano le persone in un dato momento.
In questo ti possono aiutare anche alcuni tool, oppure puoi seguire un corso specifico sull’utilizzo di Linkedin  o un master in Digital Marketing per imparare a fare marketing di te stesso e della tua professionalità.

 

ARTICOLI CORRELATI

voice e Audio Marketing, disruptive marketing strategy

Contenuti Instagram - evidenza

new-business-strategist-chi-è-cosa-fa-come-diventarlo

Carmen Santi on FacebookCarmen Santi on LinkedinCarmen Santi on Twitter
Carmen Santi
Giornalista, lavoro nell'ambito della comunicazione aziendale e istituzionale e ho svolto recentemente un'esperienza come responsabile commerciale di una PMI. Sono appassionata di content e digital marketing e ho deciso di trasformare questa mia passione in una professione, studiando Content Marketing presso Digital Coach.