Seleziona una pagina

Come trovare clienti da libero professionista? Se sei da poco un freelance o stai valutando di diventarlo immagino te lo sarai chiesto.

Ebbene, devi sapere che la vera differenza tra un freelance che lavora e guadagna bene e uno che fatica ad avere clienti sta nella capacità di vendersi agli altri. A parità di competenze e preparazione infatti vince chi riesce a promuoversi meglio ai propri potenziali clienti, attirandoli a sé. 

La ricerca dei clienti non si può improvvisare su due piedi. È un’attività importante tanto quanto la realizzazione dei progetti che deciderai di seguire; per questo va studiata e pianificata nei dettagli.

Se desideri acquisire tutte le skill necessarie per avviare la tua attività e farti trovare online ti suggerisco di seguire il Master Digital Marketing di Digital Coach©.

 

Desideri diventare un consulente online?

Con Digital Coach© puoi farlo

CORSO COME DIVENTARE CONSULENTE ONLINE

 

 

L’Italia è il Paese delle Partite IVA 

Secondo l’Eurostat, nel 2019 l’Italia era il secondo Paese dell’Unione Europea per numero di partite IVA: ben 4,6 milioni. Una crescita incredibile che, seppur rallentata lo scorso anno a causa della pandemia da Covid-19, è comunque destinata ad aumentare. Anche in conseguenza alla crisi sanitaria.
La pandemia sta aggravando infatti una già difficile situazione economica mettendo in ginocchio molte aziende e intensificando un fenomeno tipicamente italiano quale i lunghi tempi di assunzione. Inoltre sta favorendo il lavoro per obiettivi e in smart working, due aspetti tipici dell’autoimpiego. Tutto questo sta portando molti giovani e professionisti a valutare il lavoro autonomo come una possibile e interessante alternativa all’impiego in azienda. 

Lo scenario che si prospetta per i prossimi anni è chiaro: ci saranno sempre più professionisti in diversi settori che offriranno da remoto la propria professionalità a terze parti, gestendo in autonomia il proprio tempo e la propria vita per garantire dei risultati. Per alcuni sarà una scelta, per altri una necessità.

Se desideri trovare clienti come freelance quindi sappi che la concorrenza sarà sempre maggiore. Sappi anche che le prospettive di carriera sono ancora buone nei settori trainanti, come quello delle tecnologie digitali. Per esempio puoi formarti in una delle nuove professioni digitali e poi svolgere l’attività da libero professionista. Alternativamente puoi diventare un consulente digitale o un influencer nel tuo settore oppure ancora un esperto di digital sales

 

webinar gratuito di orientamento alle professioni digitali

 

Trovare clienti da freelance: da dove cominciare? 

Prima di chiederti come trovare clienti da libero professionista, devi avere ben chiaro con quale ruolo vuoi proporti e a chi. Più sarai focalizzato, più riuscirai a definire la strategia migliore per farti trovare dai tuoi potenziali clienti e convertirli poi in clienti effettivi. 

Individua il tuo target, le tue buyer personas, analizzandone i desideri, gli interessi, le aspirazioni, i problemi e le paure. Scopri dove puoi raggiungerli e cerca di capire come puoi aiutarli. Dovrai trovare il modo di soddisfare i loro bisogni offrendogli qualcosa di utile ma anche di esclusivo, per distinguerti dai concorrenti.

“1. Il più importante segreto nell’arte del vendere è: scoprite quel che il cliente vuole ed aiutatelo ad ottenerlo.
2. Vi è un solo modo per indurre qualcuno a far qualcosa. Dimostrategli che gli chiedete esattamente ciò che vuol fare.
3. Mostrate ad un uomo quel che gli occorre ed egli muoverà mari e monti per ottenerlo.”

Frank Bettger

 

 

Come trovare clienti da libero professionista: privilegia il Web Marketing

Come trovare i primi clienti? Una volta che hai capito come vuoi collocarti sul mercato sei pronto per cominciare a fare un buon marketing di te stesso, l’unico modo sicuro per trovare clienti da freelance

All’inizio il libero professionista cercava i suoi clienti attraverso il passaparola e coltivando le relazioni professionali. Gli eventi di settore erano la migliore occasione per farsi conoscere, per relazionarsi con i colleghi e i clienti storici, per incontrare i potenziali clienti e per dare vita a nuove collaborazioni. Oggi passaparola e networking offline sono ancora delle pratiche molto efficaci ma presentano un limite: sono per lo più circoscritte a un’area geografica definita. Senza dimenticare che sono molto difficili da realizzare di persona in questo periodo di forti restrizioni dovute alla pandemia.

Per promuoverti ai tuoi potenziali clienti puoi affidarti anche ad altri canali del marketing tradizionale. Puoi dedicarti alla distribuzione di biglietti da visita o di volantini oppure puoi farti pubblicità sulla carta stampata, in radio o alla televisione. Anche in questo caso però ci sono dei limiti: la copertura, che può essere limitata a un’area ristretta come una sola città per esempio, e la difficoltà di realizzazione delle campagne pubblicitarie. Spesso infatti questi canali sono economicamente difficili da sostenere e complessi da gestire. E quindi non alla portata di tutti. 

 

lavorare in proprio online corso Luca Papa

 

Oggi il mondo è permeato dalle tecnologie digitali e da Internet. Le persone sono sempre più connesse, da smartphone, tablet e desktop, e la rete è diventata parte integrante della loro vita e del loro lavoro. Per questo motivo se desideri farti conoscere dai tuoi potenziali clienti quello che ti consiglio è di partire proprio dal web, imparando a fare un buon marketing online. Seguendo un corso Web Marketing per esempio potresti conoscere e imparare a usare i canali e gli strumenti migliori per promuovere il tuo business online. E soprattutto potresti capire come farlo a un costo contenuto, aspetto da non sottovalutare per chi è all’inizio della sua attività da freelance. Alternativamente cerca di affidarti a qualcuno di competente che lo faccia al posto tuo; non fare l’errore di “essere online” senza conoscere le dinamiche dell’online marketing. Rischieresti di perdere solo del tempo, e forse anche del denaro.

Per convincerti dell’importanza del Web Marketing, ti elenco i principali vantaggi rispetto al marketing tradizionale:

  • costi contenuti 
  • tempi inferiori per la realizzazione delle campagne di marketing 
  • più utenti in target raggiungibili
  • maggiori conversioni a parità di spese
  • possibilità di analisi di ogni fase di ciascuna campagna di marketing
  • automazione di alcuni processi 
  • fidelizzazione dei clienti.

 

 

I 5 passi per promuoverti online e attrarre clienti

Adesso che hai capito che il Web Marketing può essere un tuo alleato nella ricerca dei clienti, quello che ti suggerisco è di muoverti su più fronti. Il tuo obiettivo dovrà essere infatti quello di vendere prima te stesso e poi i tuoi servizi/prodotti. Focalizzati quindi su 5 attività fondamentali:

  1. Creazione di un sito web performante
  2. Cura del tuo brand personale
  3. Elaborazione di una strategia digitale 
  4. Realizzazione di contenuti di valore
  5. Fare networking.

Vediamole nel dettaglio.

 

Desideri triplicare le vendite online?

Passa alle Digital Sales

SCOPRI IL PROGRAMMA DEL CORSO

 

Crea un sito web performante

Come trovare nuovi clienti online? Se desideri trovare clienti come libero professionista con il digitale avere un sito web è fondamentale. Ti permette di far vedere chi sei, cosa sai fare e come lavori. È il luogo perfetto dove i tuoi clienti o potenziali tali possono trovare la risposta ai loro bisogni.

Attraverso il sito puoi trasmettere il tuo stile e puoi dare un’identità chiara al tuo brand, distinguendoti dalla massa. Racconta chi sei, cosa fai e quali sono i tuoi valori differenzianti. Usa lo storytelling per coinvolgere gli utenti e portarli a preferire te agli altri. 

Impegnati per realizzare un sito web performante; solo così riuscirai a posizionarlo bene sui motori di ricerca e a portarvi traffico. Nello specifico il tuo sito deve essere:

  • veloce nel caricamento
  • pensato e realizzato prima per la fruizione da mobile e poi da desktop (Mobile First)
  • curato dal punto di vista della User Experience
  • ben ottimizzato lato seo
  • caratterizzato da un design pulito, professionale e moderno.

Non dimenticarti di studiare i concorrenti. Analizza nel dettaglio il loro sito; leggi cosa scrivono, che servizi offrono. Osserva i colori, la grafica, individua i punti di forza e debolezza in termini di user experience. Cerca di capire cosa funziona bene e quindi è replicabile e cosa non va. Trova il modo di differenziarti da loro; a volte anche le cose più semplici e banali possono fare la differenza.

 

seo specialist test attitudinale

 

Dai valore al tuo Brand personale

Il Personal Branding è l’arte di promuovere se stessi. È l’insieme delle attività utili per costruire il tuo marchio personale.

Per definire la tua brand identity devi focalizzarti sulle tue attitudini e motivazioni, sui tuoi punti di forza e sulle risorse che hai a disposizione. Devi trovare il modo per comunicarli efficacemente al fine di creare il tuo profilo professionale. Il tuo obiettivo infatti sarà quello di riuscire a rimanere impresso nella mente dell’utente come un professionista dalle specifiche peculiarità.

 

 

La tua immagine online è quindi la diretta conseguenza delle conoscenze, competenze, immagini e reputazione che andrai a diffondere e costruire sul web.

Fondamentale è quindi:

  • lavorare sul nome, logo e design del tuo sito web, che devono essere convincenti e riconoscibili
  • curare la tua presenza sui canali social in modo che sia coerente con il tuo ruolo professionale e l’immagine di te che vuoi dare
  • monitorare frequentemente tua reputazione online, attraverso tool dedicati.

Curando il tuo personal branding favorirai la creazione di una rete di seguaci per i quali sarai l’unico professionista nel tuo settore capace di dar loro quello di cui hanno bisogno. Inoltre questo inciderà sulla possibilità che ti vengano commissionati dei progetti. È ormai pratica diffusa infatti informarsi sulla web reputation di un professionista prima di affidargli un lavoro.

 

 

Crea una buona strategia digitale

Per trovare clienti da lavoratore autonomo devi avere una strategia di Web Marketing. Questa ti permette di guidare le tue buyer personas lungo quel funnel che parte dalla presa di coscienza della tua esistenza all’acquisto dei tuoi servizi o prodotti, fino alla fidelizzazione. Nella specifico, la tua strategia digitale deve permetterti di:

  • portare traffico al tuo sito web 
  • proporre al tuo pubblico, nei momenti e nei canali giusti, contenuti di suo interesse al fine di attrarlo nel funnel di conversione in nuovi clienti (Inbound Marketing)
  • selezionare contatti commercialmente utili (lead) attraverso campagne dedicate (Lead Generation)
  • fidelizzare i clienti portandoli ad acquistare ancora da te o a diventare dei promoter del tuo Brand.

 

test attitudinale web marketing specialist

 

Concentrati su contenuti e advertising 

Probabilmente adesso starai pensando “D’accordo, ma nella pratica in cosa consiste una buona strategia digitale?”. Cerco di spiegartelo in modo semplice, riprendendo alcuni passaggi chiave.

Se desideri lavorare come freelance e trovare clienti online fondamentale è che tu abbia un sito – il tuo biglietto da visita – al quale portare traffico. Per portare traffico al sito puoi utilizzare i motori di ricerca, i social media (LinkedIn, Facebook, Instagram, Youtube), il tuo stesso blog e altri siti, blog e canali che hanno a che fare con il tuo settore o dove sai di poter intercettare utenti in target. 
Dovrai quindi attrarre i tuoi possibili clienti in modo che maturi in loro un interesse verso quello che gli offri o gli proponi di fare. Solo così saranno portati a visitare il tuo sito o a fare ciò che gli chiedi. Perché sarà forte in loro l’esigenza di trovare una risposta a quella curiosità, a quella necessità che tu hai suscitato in loro. Se la troveranno, avrai fatto bingo! Inizieranno quindi a seguirti, a studiarti e probabilmente, tra non molto, a contattarti per avere maggiori informazioni o addirittura un preventivo. E poi, si spera, per acquistare da te il prodotto/servizio che gli permetterà di soddisfare il bisogno che in loro hai generato.

trovare clienti da libero professionista usando il digital marketingQuindi se ancora sei interessato a capire come trovare clienti da libero professionista ricordati che è fondamentale concentrarsi sui bisogni dichiarati e latenti, ovvero non manifesti, delle persone. Per farlo devi puntare la tua strategia di Web Marketing su due azioni fondamentali:

  • realizzare contenuti di valore, utili per il tuo pubblico 
  • raggiungere i tuoi potenziali clienti.

Queste due attività sono complementari. Il perché è presto detto. Quando ti promuovi online lo devi fare sempre con lo scopo di:

  1. Attrarre
  2. Convincere
  3. Vendere

Per attrarre i tuoi potenziali clienti devi mostrarti a loro. Per farlo devi riuscire a comparire nelle prime pagine dei motori di ricerca, soprattutto Google, in risposta alle loro specifiche query. Devi quindi lavorare sulla seo, ottimizzando le pagine del tuo sito per riuscire a intercettare gli intenti di ricerca del tuo pubblico. Contemporaneamente potresti anche pubblicizzare i tuoi contenuti per cercare di far comparire le tue pagine, nella forma di annunci, tra i primi risultati in SERP.
Potresti anche decidere di mostrarti agli utenti in target mentre navigano online, utilizzando dei banner pubblicitari.
La principale differenza tra seo e l’advertising che puoi fare con una attività sem per esempio, consiste nella maggiore rapidità d’azione e di copertura della seconda rispetto alla prima. L’advertising è infatti un canale che potresti prediligere in due momenti della tua attività: all’inizio, per farti conoscere, e poco prima del processo di acquisto, per spingere gli utenti a finalizzare. Non devi necessariamente spendere cifre importanti; anche investendo una piccola quantità di capitale potrai avere risultati interessanti. L’importante è creare annunci e banner accattivanti, capaci di attrarre l’attenzione.

Per convincere il tuo pubblico devi puntare sui contenuti. Questi devono essere necessariamente di valore ovvero utili per chi li consuma. Crea contenuti interessanti per il tuo pubblico e diffondili attraverso il blog, i social, le email, i video… Trova i canali migliori che ti permettono di coltivare il rapporto professionale con i tuoi potenziali clienti e cerca di mantenere vivo il loro interesse nei tuoi confronti.

Se riesci a raggiungere bene il tuo pubblico e a creare buoni contenuti, sei a cavallo. Per capirlo devi analizzare frequentemente le performance della tua strategia digitale attraverso dei tool dedicati, gli Analytics. Ricordati però che per vendere è importante anche guadagnare la fiducia delle persone. E per farlo devi essere non solo competente e professionale ma anche empatico.

 

Sei appassionato di SEO e di SEM e vorresti diventare uno specialista in questo settore?

Ottieni la Certificazione 

SCOPRI IL PROGRAMMA DEL CORSO

 

Tralasciando i contenuti, ai quali dedicherò la sezione successiva data la loro importanza, vediamo quindi come puoi pubblicizzarti a pagamento sul web.

Le piattaforme pubblicitarie maggiormente utilizzate sono Google Ads e Facebook Ads. 

Google Ads ti permette di pubblicizzare i tuoi contenuti sui motori di ricerca con il Keyword Advertising, facendoli apparire come annunci pubblicitari in risposta a specifiche query.
Puoi utilizzare Google Ads anche per far comparire i tuoi banner pubblicitari su piattaforme terze, soprattutto siti e blog (Display Adv). Questa seconda modalità, molto efficace per fare remarketing, permette di creare delle campagne mirate per segmenti di pubblico, individuati per esempio in base agli interessi, a dei topic o a delle caratteristiche demografiche.
Potresti quindi prevedere per la tua strategia digitale delle campagne di Keyword Advertising all’inizio del funnel, per farti conoscere, e delle campagne Display per convertire.

 

 

Facebook Ads: ti permette di fare pubblicità su Facebook e Instagram, i due principali social network utilizzati in Italia. Ha un costo minore di Google Ads e permette di far apparire gli annunci pubblicitari a livello di feed o di stories. Anche in questo caso il pubblico target delle campagne può essere filtrato selezionando specifici interessi, professioni, sesso, età e aree geografiche.
Pensando alla tua strategia digitale potresti usare Facebook Ads potenzialmente lungo tutto il customer journey, creando contenuti specifici per ogni fase del marketing funnel.

 

 

In una campagna di advertising fondamentale è la pagina su cui vuoi che gli utenti atterrino dopo che hanno cliccato sul banner o annuncio. La landing page può essere infatti una tua pagina del sito o, meglio ancora, una pagina che crei ad hoc per la campagna. L’efficacia di una landing page dipende molto dalla sua struttura. Cura perciò la grafica, che deve essere accattivante, e il copy, che deve esser persuasivo. Non devono mancare una call to action mirata e un form di contatto, importante per fare Lead Generation. 

 

Stai pensando di creare un tuo ecommerce?

Questo è il momento giusto per farlo!

SCOPRI COME CREARE UN ECOMMERCE DA ZERO

 

Usa l’Email Marketing 

L’Email Marketing è un ottimo canale per coltivare il rapporto con le persone che hanno dimostrato un interesse verso di te (lead nurturing). Ti aiuta anche nella conversione dei lead in clienti e nella loro successiva fidelizzazione.

Nonostante negli anni l’uso delle mail a scopo promozionale sia stato spropositato, questa rimane uno dei migliori canali di marketing; per questo ti suggerisco di non sottovalutarne l’efficacia.

Per utilizzarla al meglio è importante però che tu riesca a segmentare il tuo database di contatti, che ti costruirai soprattutto attraverso le campagne di Lead Generation. Lo dovrai fare considerando gli interessi e le abitudini di navigazione dei tuoi lead. In questo modo potrai creare delle campagne specifiche e automatizzate per inoltrare contenuti interessanti per ogni segmento di pubblico. 

 

Attrai il tuo pubblico con i contenuti

usa il content marketing per trovare clienti come libero professionistaSe sei ancora interessato a capire come trovare clienti da libero professionista questa sezione è per te cruciale. Il successo del tuo business dipenderà infatti per buona parte dai tuoi contenuti. Non a caso, lo stesso Bill Gates diceva “Content is king“. 

Per quale motivo i contenuti sono così importanti? Provo a riassumertelo.

Con i contenuti ti fai conoscere. Il tuo pubblico ha modo di “testarti”, di capire come lavori, come ragioni, quali sono le tue idee su un certo argomento. Servono quindi per ridurre la distanza preventiva con i tuoi potenziali clienti permettendogli di capire se puoi fare al caso loro.

“La regola aurea del marketing: proponetevi ai vostri clienti così come vorreste che si proponessero a voi.”
Philip Kotler

 

Con i contenuti vendi i tuoi prodotti/servizi. I contenuti sono il modo migliore per fare lead nurturing e per fidelizzare i clienti parlando di quello che fai ma soprattutto fornendo soluzioni ai loro problemi e dubbi più diffusi. Fondamentale è quindi realizzare contenuti autorevoli, utili per il tuo pubblico. Saranno loro a vendere i tuoi prodotti o servizi al posto tuo. 

“Dedica te stesso a costruire e mantenere relazioni di vendita di alta qualità con ogni cliente o potenziale tale.”
Brian Tracy

 

Hai mai pensato di creare contenuti per vendere Infoprodotti o Prodotti digitali?

Scopri come puoi farlo

GUARDA IL PROGRAMMA DEL CORSO

 

 

I contenuti ti permettono di fare Lead Generation lavorando sulle domande latenti. Puoi cercare cioè di avvicinare a te quelle persone potenzialmente interessate ai tuoi prodotti/servizi ma non ancora pronte ad acquistare, invitandole a lasciare un loro contatto (solitamente la mail) in cambio di un contenuto esclusivo. Un contenuto di immediato valore, di facile consumo e soprattutto gratuito (lead magnet). Cosa utilizzare? 

  • pdf/ebook
  • dei mini video corsi
  • l’iscrizione a una community a tema dove le persone possono trovare dei reali benefici per i loro problemi
  • uno sconto sull’acquisto
  • webinar 
  • podcast
  • infografiche e report
  • corsi via mail
  • template.

 

I contenuti portano traffico al sito. Devi sempre realizzare i tuoi contenuti con l’intento di portare le tue buyer personas al tuo sito, per approfondire o mettersi in contatto con te. Per questo è importante inserire delle call to action che aiutino l’utente a farlo. 

Con i contenuti generi engagement. I contenuti ti permettono di creare un rapporto speciale con i tuoi seguaci. Chi ti segue solitamente è portato a interagire con te commentando, condividendo i tuoi contenuti o semplicemente inserendo “un like”. 

Con i contenuti aumenti la tua notorietà. Realizza contenuti di valore e condividili sui diversi canali di marketing. Se il tuo pubblico li troverà utili li condividerà a sua volta, aiutandoti così a farti conoscere da nuovi possibili clienti. Ma non fermarti a questo. Sfrutta la potenza della rete, coltiva le relazioni e cerca di far diffondere i tuoi contenuti anche da siti autorevoli. 

 

test attitudinale web content editor

 

Blog, video e podcast: ideali per trovare clienti da freelance

Il Content Marketing è la risposta migliore alla domanda “come trovare clienti da libero professionista“. 

Fare Content Marketing significa creare e diffondere contenuti di valore al fine di favorire la vendita dei tuoi prodotti/servizi. Non è qualcosa che si fa dall’oggi al domani e come avrai capito richiede studio del tuo target, dei tipi di contenuto che puoi usare e delle piattaforme che li possono ospitare. Richiede una costanza nella pubblicazione e la capacità di mantenere vivo l’interesse nel pubblico. 

Concentrati sul tipo di contenuto con cui ti senti più a tuo agio e con cui sei sicuro di trasmettere sicurezza. Se credi di essere più confidente con la forma scritta, apri un blog. Se invece è più nelle tue corde parlare, allora apri un canale podcast. Parti da quello che sai fare meglio e pian piano cerca di migliorarti anche nella creazione delle altre tipologie di contenuto.

I tipi di contenuto più efficaci per fare Content Marketing sono: blogpost, video e podcast. Prima di vederli nel dettaglio desidero darti qualche consiglio di massima per crearli al meglio.

Quando crei un contenuto cerca di concentrarti ogni volta su un unico e preciso intento. Questo è importante per non confondere l’utente e ridurre la probabilità che, indeciso sul da farsi, se ne vada. 
Cerca anche di creare contenuti ad hoc per ogni piattaforma di destinazione; non fare l’errore di dire o scrivere le stesse identiche cose su tutti i canali. Pensa invece a una strategia per ognuno di loro così da poter testare diversi modi per attrarre a te il tuo pubblico.
Infine ricordati di diffondere i tuoi contenuti suoi tuoi canali, in particolare sui social network. È importante se desideri incrementarne la fruizione.

Blog: è senza dubbio uno dei migliori strumenti da cui partire. Attraverso il blog puoi parlare dei temi evergreen nel tuo settore o rispondere alla domande e ai problemi più comuni dei clienti. Se sei in difficoltà con l’individuazione degli argomenti, cosa normale all’inizio della tua carriera, cerca di trarre ispirazione da tool come Mention, AgoraPulse, Quora e Google Alert. Puoi anche andare su Google e vedere quali sono le ricerche fatte con maggior frequenza relativamente a un determinato argomento. 

Ricordati di scrivere informazioni, consigli, suggerimenti utili per la tua nicchia di mercato e non dimenticarti mai di inserire una “call to action”, un invito all’azione. Anche un semplice “Contattami e parliamone” può andare bene.
Tratta ogni argomento in modo completo, utilizza un font leggibile, possibilmente senza grazie, e scrivi con un linguaggio semplice e diretto. 

 

 

Video: è il contenuto per eccellenza. Permette di creare da subito una relazione con chi ti guarda, trasmettendo emozioni e sensazioni in modo molto più efficace rispetto al testo e alle semplici immagini.
Se con un contenuto scritto hai qualche riga, 3 al massimo, per convincere il lettore a continuare a leggere, con un video hai 5/10 secondi di tempo. Devi quindi riuscire a coinvolgere lo spettatore da subito, proponendogli quei contenuti che si aspetta di ricevere.
Ancora una volta pensa al tuo settore e ai bisogni dei tuoi potenziali clienti per capire cosa proporre. Puoi realizzare un video di domande e risposte, focalizzandoti sulle domande più gettonate dal pubblico. Oppure puoi realizzare un video tutorial, di prodotto/servizio, promozionale, divulgativo o di Lead Generation. I tipi di video che andrai a realizzare dipenderanno dal tuo ruolo professionale e da quello che desideri ottenere. Se sei un web designer freelance puoi per esempio fare un video in cui mostri e spieghi al tuo pubblico il vantaggio in termini di visibilità nell’avere un sito con determinate caratteristiche. Sito che ovviamente sei in grado di realizzare.

Il canale migliore dove caricare i tuoi video è Youtube, il secondo motore di ricerca al mondo. La cosa migliore che puoi fare è quindi aprire un canale Youtube, caricarvi i tuoi video e condividerli sugli altri tuoi canali. 

 

 

Podcast: è il contenuto con il più alto tasso di consumo e in Italia sta crescendo molto. Permette di fare un branding elegante e discreto.
I podcast piacciono agli utenti perché possono essere ascoltati da mobile, sono coinvolgenti e permettono di stabilire relazioni forti con i creatori e gli argomenti trattati. Chi ascolta un podcast e lo trova interessante non vede l’ora di ascoltare il prossimo, che è un po’ quello che accade con le serie tv che ci appassionano. Inoltre il podcast si può realizzare con costi contenuti, cosa non sempre possibile con i video, e sono capaci di accrescere reputazione e credibilità.
Il podcast è un contenuto di facile fruizione, che ben si presta al multi-tasking; mentre lo ascolti puoi tranquillamente fare dell’altro.

Per realizzare un podcast devi essere bravo a narrare e a coinvolgere, modulando la tua voce per dare minore o maggiore enfasi alle parole. Non devi necessariamente essere conciso; spesso sono proprio i contenuti più lunghi a generare una relazione forte con le persone. L’importante è, ancora una volta, attirare da subito l’attenzione di chi ti ascolta e fornire informazioni utili e interessanti. 

 

Hai mai pensato di guadagnare con le Affiliazioni?

Scopri come puoi farlo

CORSO GUADAGNARE CON LE AFFILIAZIONI

 

L’importanza del networking 

usa il network per trovare clienti da libero professionistall web è un potente strumento di networking: permette di creare e gestire una rete di contatti con lo scopo di costruirne relazioni di valore.

Investendo sul network puoi avere due importanti benefici: trovare nuovi clienti e crescere professionalmente. Per ottenerli devi però costruire un dialogo con la tua rete di contatti, dedicandovi tempo e apportandovi del valore aggiunto. Puoi farlo condividendo contenuti utili come informazioni, suggerimenti, supporto, know-how e referenze ma anche rispondendo a chi ti rivolge una domanda, ti fa un complimento oppure esprime un dissenso. E così dev’essere anche per gli altri perché fare networking significa instaurare un legame di reciprocità: io do a te e tu dai a me.

Se ti stai chiedendo come trovare clienti da libero professionista facendo networking, la risposta è presto detta. La cura delle relazioni con i tuoi clienti o potenziali tali deve essere parte della tua strategia di Content Marketing. Ogni forma di contenuto, dai post sui social, ai blogpost, ai video fino alle mail deve puntare quanto più possibile al coinvolgimento dei tuoi utenti. E nel momento in cui i tuoi seguaci interagiranno con te, tu dovrai fare altrettanto. Rispondendo ai commenti e alle mail, chiedendo opinioni, facendoli sentire importanti. Sempre con educazione, competenza e professionalità. Dovrai cercare di essere considerato come un esperto del settore, in grado di offrire alle persone esattamente quei servizi o quei prodotti di cui hanno bisogno. 

Anche l’attività di networking con altri professionisti del settore è importante. Con loro puoi creare delle collaborazioni professionali e accrescere il tuo portfolio clienti. Puoi relazionarti con altri professionisti iscrivendoti a Gruppi o a Community, avviando conversazioni private sui social, in particolare LinkedIn, e partecipando a webinar o altri eventi online. 

 

Come trovare clienti da libero professionista: esempi di successo 

Come avrai constatato la ricerca di clienti da freelance è un lavoro nel lavoro. Necessita di una pianificazione precisa delle attività e di una strategia di marketing ben definita. 

Avrai anche capito che l’online e il digitale possono darti una maggiore probabilità di successo in questo senso. Ti permettono infatti di raggiungere una capillarità impossibile da ottenere col marketing tradizionale, aumentando la probabilità di vendita nel breve periodo. Vendita che avverrà effettivamente però solo se riuscirai a metterci del tuo, sia in termini di competenze che di rapporti umani. 

Una volta che riuscirai ad avviare bene la tua attività e a costruirti un portfolio di clienti ricorrenti potrai beneficiare del lavoro e dei sacrifici iniziali. Se ti può tornare utile puoi anche pensare di iscriverti a siti come FiverrFreelancer, dedicati alla ricerca di lavoro come freelance. 

Infine cerca di dare spazio alla tua formazione e alla ricerca di nuovi modi per distinguerti dalla concorrenza, così da permettere al tuo business di continuare a crescere nel tempo.

Credi che tutto questo sia per te impossibile da realizzare? Niente affatto. Chiunque, se motivato, può riuscirci. E te lo dimostro con quattro esempi di freelance che sono riusciti ad avere successo nel loro lavoro:

 

 

Hai bisogno di un aiuto per avviare la tua attività da libero professionista e trovare clienti?

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

 

ARTICOLI CORRELATI

come diventare freelance  freelancer cos e come funziona trovare lavoro online cover  

Ezzuela Zarantonello on Linkedin
Ezzuela Zarantonello
Credo nei contenuti e nel loro grande potere comunicativo. Per questo sto seguendo un master che mi permetta di crearli e diffonderli al meglio.
Ciao! Mi chiamo Ezzuela e sono una content creator.
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[i]
[i]
[index]
[index]