Seleziona una pagina

google-adwords-remarketing-seo

Fonte

 

Vi è mai capitato di pensare che il vostro pc vi legga nel pensiero, curi le vostre azioni, vi spii ?!! A me capita spesso: se cerco un volo o un hotel per una vacanza a Barcellona, nei giorni seguenti, qualsiasi cosa io mi appresti a fare online, Barcellona mi perseguita… sto cercando un paio di scarpe e mi si ripresenta lo stesso identico hotel che ho visitato (ma non prenotato!) a prezzi super-scontati.

 

Non si tratta di magia, ma dell’attività di retargeting (o remarketing per Google) che consente all’azienda di profilare le abitudini e i desiderata dei clienti in maniera scientifica per raggiungere nuovamente i prospect che hanno dimostrato interesse per un prodotto o un servizio ma non hanno finalizzato la conversione.

 

Perchè sono pochi i clienti che procedono con un acquisto subito dopo aver preso un primo contatto con un determinato prodotto o servizio.

Il  Blog di Adwords sostiene che il 97% dei nuovi visitatori non converte durante la prima visita su un sito.

Ed è anche abbastanza naturale perchè chi si appresta a comprare online potrebbe avere diversi motivi per non finalizzare l’acquisto in prima battuta; potrebbe infatti:

  1. essere diffidente nell’effettuare acquisti online

  2. non essere sicuro di voler acquistare quel tipo di prodotto

  3. volere quello podotto ma il prezzo supera il suo budget iniziale

  4. essere abituato ad effettuare tante ricerche su siti diversi, comparare vantaggi e svantaggi, confrontare tutti i prezzi, leggere opinioni o recensioni sui prodotti o sul servizio che gli interessa.

  5. essere stato semplicemente interrotto mentre stava valutando un prodotto (per ripondere al telefono/prepararela cena…).

 

Il vantaggio del remarketing per le aziende risiede nel poter ricontattare il cliente con richiami successivi alla prima dimostrazione d’interesse, fino a quando il cliente non proceda con l’acquisto vero e proprio. Oppure nel propore integrazioni di acquisto, suggerendo prodotti accessori e complementari, ad esempio un volo aereo o un noleggio auto nella città dove è stato prenotato l’hotel (cross-sell).

 

Bisogna però fare attenzione: se ad alcuni può risultare particolarmente utile ricevere informazioni in base alle proprie richieste precedenti, per altri il sistema di remarketing viene percepito come troppo invasivo. Fondamentale risulta essere la programmazione che deve rilevare quando viene effettua la vendita in modo da escludere il cliente da successive azioni promozionali riguardanti il prodotto appena acquistato.

 

Ma come funziona?

Se un utente visita un sito in cui propongono ad esempio assicurazioni ma poi ne esce senza aver stipulato nessun contratto, il sito visitato potrebbe aggiungere questi navigatori all’elenco “Visitatori del sito” grazie all’aggiunta di una porzione di codice incorporato nella homepage.   Questo consentirà di raggiungere il potenziale cliente mentre sta navigando altrove con un’azione più coinvolgente (una promozione, uno sconto, un servizio aggiuntivo…) per farlo ritornare a completare l’acquisto.

 

Per contro, ciascuno di noi può andare nella pagina delle preferenze di Google in cui si possono vedere gli interessi che ci sono stati assegnati attraverso l’analisi dei siti che abbiamo visitato più spesso. Attenzione però! quando si eliminano i cookies dal browser si elimina anche tutto l’elenco dei nostri interessi.

 

Il remarketing che abbiamo raccontato è quello classico, ma è possibile utilizzare anche il remarketing dinamico che permette di raggiungere gli utenti che hanno già visitato il sito web con annunci che promuovono gli specifici prodotti già visualizzati dal potenziale cliente. Pertanto se un utente ha visualizzato ad esempio un modello di scarpe, il sistema gli riproporrà esattamente quelle scarpe per diverso tempo ovunque stia navigando.

 

Lo scorso 28 gennaio anche Facebook ha annunciato il rilascio di questa funzionalità attraverso il suo blog, peraltro resa disponibile in modalità self-service.

 

Attenti quindi a quello che valutate di acquistare…potrebbe essere un compagno di viaggio che incontrerete per diversi giorni!

 

Loredana Verga

Master in Digital & Social Media Marketing

Digital-Coach

it.linkedin.com/in/loredanaverga/

@loredanaverga

+loredanaverga

www.pinterest.com/loredanaverga/

[mc4wp_form id=”4994″]

Loredana Verga
presso
Marketing manager luxury orologi e gioielli, retail marketing, advertising and communication specialist