Seleziona una pagina

Hai mai pensato di introdurre una strategia di content marketing come comunicazione aziendale? Si tratta di un trend in questo momento molto forte, infatti ci si è accorti di quanto ci sia un ottimo ritorno in termini di interazioni degli utenti. Non per questo bisogna iniziare a fare content marketing in azienda così a caso solo perché lo fanno i competitor.

In questo articolo vedremo perché puntare sul content marketing potrebbe rivelarsi vincente e come fare un content marketing di valore che sia costruttivo e porti risultati in termini di business aziendale.

CORSO CONTENT MARKETING
 

Perché fare content marketing in azienda?

Fare marketing senza puntare sui contenuti è praticamente impossibile o meglio è fortemente sconsigliato, in quanto qualsiasi strategia di comunicazione senza dei contenuti di valore, non ha solide basi per reggere ed essere incisiva. Quando parliamo di strategia vincente, lo facciamo intendendo tutte quelle azioni che servono a portare lead di valore quindi nuovi clienti per l’azienda.

I contenuti hanno un potere fortissimo, attraverso loro si può arrivare alla fidelizzazione del cliente: in che modo? L’azienda veicola un messaggio e risponde ad un bisogno di chi legge; è così che il lettore si sente coinvolto e considerato ed è portato ad “affezionarsi” al brand che rispecchia in qualche modo i suoi ideali. Il cliente diventerà esso stesso promotore del brand, amplificando il potere dei contenuti.

 

 

Cosa s’intende per strategia dei contenuti?

Fare content marketing in azienda vuol dire creare una serie di contenuti per un pubblico di riferimento specifico, il target, che va individuato a monte e al quale si vogliono vendere i propri prodotti e/o servizi.

Nonostante sia una tecnica di marketing che esiste da molti anni, la maggior parte delle aziende non la conosce o magari non sa sfruttarla al meglio. Ecco quindi che in questo articolo cercheremo di fare chiarezza e soprattutto analizzeremo gli step da compiere per una solida strategia basata sui contenuti.

Se vuoi approfondire riguardo la definizione di content marketing, ti rimando direttamente al sito ufficiale del Content Marketing Institute che lo definisce come un approccio comunicativo assolutamente innovativo, contrapponendolo al marketing tradizionale ormai ridondante e obsoleto oltre che sempre meno efficace.

 

Una strategia di comunicazione adatta a tutti

“Ma questa strategia dei contenuti sarà adatta alla mia azienda?” Questa è una delle prime domande che vengono in mente quando ci si approccia a qualcosa di nuovo come il content marketing. Se la comunicazione aziendale adottata fino ad ora non ti soddisfa, non ti ha dato i risultati sperati, non ti rappresenta, allora è arrivato il momento di porre rimedio, cambiare, puntando su qualcosa di nuovo che funziona.

Tieni presente che la tua azienda che sia di tipo B2B o B2C può trarre enormi vantaggi dal content marketing: attraverso la produzione di contenuti di valore puoi realmente fidelizzare il cliente, raccontandogli chi sei in modo nuovo e non ripetitivo, educandolo ai valori del tuo brand, informandolo su quello che è il tuo business, coinvolgendolo e perché no, puoi anche divertirlo con post fuori dagli schemi, ma che ti rappresentano.

L’utente sarà così portato a seguire con interesse i contenuti che metti online e magari deciderà di parlare di te con gli amici innescando il famoso meccanismo del passaparola. Ma non è tutto, la strategia di comunicazione basata sulla condivisione online di contenuti, può incrementare il traffico sul tuo sito web, contribuire a migliorare la brand awareness e generare di conseguenza nuovi clienti realmente interessati al tuo business.

 

Le figure professionali necessarie per creare il team di lavoro

È importante che i contenuti siano ben pianificati e ponderati, non a caso si crea un vero e proprio team dedicato al content marketing che prevede, oltre alla figura specifica, anche altri professionisti come i SEO specialist e i copywriter, tutti insieme lavorano in sinergia per ottenere contenuti belli da vedere, scorrevoli da leggere, che colpiscano al primo impatto e rimangano fissati nella mente dell’utente. Il lavoro di squadra fa sì che le pagine create, una volta analizzate da Google, siano indicizzate nella SERP quanto più possibile tra le prime posizioni. Un contenuto indicizzato che non finisce tra i primi risultati di ricerca è sprecato, non funziona, va rivisto e adattato alle richieste del target a cui ci si sta riferendo.

 

 

Come fare content marketing di valore?

Non buttarti a capofitto sulla creazione di contenuti perché magari lo hai visto fare ad un tuo competitor, è l’errore più grande che si possa commettere anche perché sul web i contenuti duplicati hanno vita breve, non funzionano e non riceverai il riscontro sperato.

Parola d’ordine: pianificare! Mai andare a caso, ma piuttosto investire tempo in un buon piano di content marketing, curando la brand identity ed identificando i messaggi aziendali che si vogliono far passare. In poche parole creando il biglietto da visita con il quale ci si vuole presentare all’audience scelta.

Ogni contenuto è la chiave per raggiungere uno step verso il successo, più si evitano le banalità e i contenuti scontati e più ci si avvicinerà con facilità ai risultati sperati. Un contenuto unico e diverso permette di emergere dalla massa e farsi notare: che la tua azienda venda elettrodomestici, cibo, vestiti o prodotti di bellezza, se trovi qualcosa che ti contraddistingue e lo fai emergere nei contenuti che crei, trovi la chiave per il successo assicurato.

Tieni bene a mente che ogni azienda ha qualcosa di diverso che la contraddistingue da tutte le altre: pensa, ad esempio, al nome del tuo brand, sicuramente è unico e sarà molto difficile che esista un competitor con lo stesso nome. Punta su quello e sul fatto che gli utenti possano memorizzarlo ed associarlo a te. Pensa a quante pubblicità vediamo ogni giorno sul web, in TV o in radio, anche una semplice sigla o uno slogan basta a farci memorizzare il brand e fa sì che la nostra mente lo registri e lo riconosca quando lo rivede.

CORSO WEB CONTENT MANAGER
 

I contenuti con maggior engagement

I contenuti sono di vario tipo, non bisogna necessariamente fossilizzarsi su articoli di blog e siti web, i contenuti sono anche le infografiche, i webinar, i video, le gif ecc… Non basta pubblicare con una certa frequenza, è importante fare un’analisi completa che fornisca riposte alle seguenti domande:

  • cosa stiamo pubblicando?
  • abbiamo utilizzato keyword interessanti?
  • sappiamo qual è il nostro target di riferimento?
  • il nostro contenuto risponde alle necessità di chi ci legge?

Se le risposte date ci soddisfano e sono complete, allora potremo dire di essere sulla strada giusta per il raggiungimento dell’obiettivo prefissato.

 

Content marketing e storytelling: sono la stessa cosa?

La tecnica dello storytelling è probabilmente più famosa, spesso citata in ambito social media, funziona molto bene come concetto. Frequentemente però storytelling e content marketing vengono confusi in fase di ideazione della strategia, è giunta ora di fare chiarezza:

  • lo storytelling è la somma di tutto ciò che l’azienda comunica raccontando la sua storia e coinvolgendo gli utenti. Il tipo di sito web che si mette online, i colori scelti, il font, il tipo di immagini, il tone of voice ecc…
  • Il content marketing è l’insieme di tutti i materiali informativi che servono a fidelizzare i clienti sul lungo termine. Cosa raccontiamo? Quali aspetti facciamo trasparire? Ci mettiamo la faccia?

Le due tecniche sono fatte per coesistere e supportarsi a vicenda: usare lo storytelling per rafforzare il content marketing è la giusta strategia da adottare. Dopotutto sappiamo bene che l’occhio vuole la sua parte quindi se nella tua strategia colpisci visivamente con un contenuto e poi sfrutti l’attenzione ricevuta per raccontare di te, toccherai con mano i risultati oltre che rimanere ampiamente soddisfatto del tuo operato.

Cosa te ne pare di questa panoramica sul fare content marketing in azienda? Ti ho incuriosito? Ora sta a te provare e mettere in pratica i consigli che hai letto in questo articolo.

 

Cosa aspetti?
Richiedi maggiori informazioni su “come formarti o farlo nella tua azienda”.

CONTATTACI
 

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

cos'è il marketing dei contenuti Content Creator Web-content-specialist-chi-e-cosa-fa-quanto-guadagna

Linda Montemurro on Linkedin
Linda Montemurro
Indole creativa che ben si presta a lavorare nel digitale. Ho sempre preferito le lettere a numeri e formule.
Cosa voglio fare da grande? Scrivere per il web, comunicare attraverso la scrittura e far arrivare un messaggio accattivante agli utenti in modo tale che possano identificarsi. Dal 2012 ho unito il piacere di scrivere ad una delle mie più grandi passioni: il makeup! Ho aperto un blog che curo personalmente in tutti gli aspetti.