Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.5 stelle
    4.5 / 5 (5 )
  • Vota!


Come aumentare i follower su Instagram? Non si tratta della classica domanda da un milione di euro. La strategia per farlo, infatti, esiste eccome e te la spiegherò in questa mini guida. Instagram è il social network del momento (ad oggi sono oltre 500 milioni gli utenti iscritti) e far crescere i propri follower Ig è fondamentale per guadagnare e rendersi visibili. Igers – come si definiscono gli utenti Instagram – non sempre si nasce, ma si può diventare. Come fare ad aumentare i propri follower su Instagram? Seguendo alcune semplici regole.

Aumentare seguaci su Instagram: crea un profilo vincente

Ti hanno insegnato che l’abito non fa il monaco. Ebbene se vuoi aumentare i tuoi seguaci su Instagram devi ribaltare questo concetto. L’apparenza su Ig conta molto più della sostanza. Definisci bene chi vuoi essere su Instagram e quale immagine vuoi dare di te o del tuo profilo aziendale e sii coerente con la tua “linea” editoriale.

  • Scegli una foto profilo accattivante (meglio un selfie se crei un profilo personale, diversamente il logo per quello aziendale);
  • Personalizza la tua description (biografia) con una frase che ti rappresenti;
  • Inserisci il link al tuo sito internet o blog perché sarà l’unico luogo dove potrai farlo (su Instagram non è possibile utilizzare link, quindi se vuoi aumentare i follower in entrata sulla tua web page questo è un trucco efficace).

Ricorda: stai utilizzando Instagram per essere visto e trovato. Non dimenticarti quindi di rendere il tuo profilo pubblico e visibile a tutti togliendo la spunta all’opzione “profilo privato” dalle impostazioni.

impostazioni privacy instagram

 

Crea contenuti vincenti per far crescere i tuoi follower Ig

Contenuto su Instagram è sinonimo di fotografia. Non occorre essere un mago della reflex per aumentare i propri follower su Instagram: l’importante è saper giocare d’astuzia.

In  base alla foto che decidi di postare dovrai scegliere, ad esempio, se utilizzare o meno i filtri, il piccolo editor messo a disposizione dal social network.

Quando modificare l’immagine? Quando, invece, tenerla al naturale? Per scorci e paesaggi la linea della neutralità paga sempre: se immortali un laghetto di montagna perché ti ha trasmesso una determinata emozione, lo stesso vorrà provare il tuo follower. Entra in empatia con lui e fallo sentire “a casa”. Meno artifizi grafici userai in questo frangente e più successo otterrai.

Ricorda: una foto con pochi like su Instagram equivale ad una totale disfatta. Puoi avere anche migliaia di seguaci, ma se non esprimono il loro apprezzamento con un like c’è qualcosa che non quadra.

Se, invece, opti per un ritratto l’utilizzo del bianco e nero e del seppiato è una valida soluzione. Lo stile retrò sulle persone ha sempre il suo fascino.

Crea contenuti originali! cerca sempre di creare qualcosa di tuo, che parli di te o del tuo stile di vita. Svelare il proprio lifestyle, le citazioni preferite attraverso una foto personale è molto più efficace rispetto alla condivisione di uno scatto altrui. Le foto personalizzate riescono a riscuotere maggiore successo ed è un ottimo incentivo per aumentare il tuo numero di seguaci.

Quanto e quando pubblicare per far crescere i propri follower

Non esistono regole scritte per sapere quanto e quando pubblicare le proprie fotografie su Ig. Il mio consiglio? Per aumentare i follower su Instagram basati sui tuoi fan già esistenti. Cosa prediligono? Cosa postano? Quando lo fanno? Commenta le loro immagini, interagisci con la tua community, fatti sentire e diventa un punto di riferimento.

È vero, prima ti ho detto che le foto su Instagram sono tutto, ma anche le parole (tramite brevi commenti) giocano un ruolo strategico nell’aumento dei follower.

Posta con costanza, ma stai attento a non esagerare. Come ben sai il troppo stroppia e quindi pubblicare una valanga di foto al giorno potrebbe essere interpretato da alcuni come un’azione di spam creando il cosiddetto effetto boomerang e la perdita di influenza.

Aumentare i follower su Instagram (come usare gli hashtag)

Per aumentare i tuoi seguaci su Instagram devi saper usare gli hashtag. Eh, sì, in questo caso non c’è proprio trippa per gatti: se non sai usare gli hashtag su Ig sarai destinato a rimanere anonimo in eterno. Sicuramente quando ti dico “hashtag” saprai già che mi riferisco alle parole precedute dal tasto cancelletto (#).

Questi lemmi rendono il tuo contenuto facilmente rintracciabile su Instagram e lo raggruppano all’interno di un particolare trend di conversazione. Utilizzandoli gli altri utenti scoveranno con più facilità la tua foto e oltre ad ottenere più like otterrai nuovi follower. Su Ig puoi usarne fino ad un massimo di trenta per immagine: non buttare, quindi, cancelletti a vanvera, ma sceglili con attenzione.

Esistono siti che analizzano gli hashtag più usati del momento (o addirittura dell’anno) suddividendoli per argomenti. Uno di questi è il famoso TagsForLikes. Prendere spunto dalle informazioni offerte da portali ed app come questi può essere sicuramente utile in alcuni momenti e se sei alla primissime armi con Instagram. Meglio utilizzare hashtag in inglese e pertinenti con l’immagine a cui ci stiamo riferendo. Poni sempre un’attenzione particolare agli Igers locali. Quasi ogni città, infatti, è legata all’hashtag (e al profilo) #igers+città. Es: #igersmilano. Le immagini inerenti a un’area geografica specifica diventano così parte di una vera e propria comunità accessibile a chiunque.

Instagram stories: la rivoluzione per aumentare i tuoi fan

Da agosto Instagram si è “travestito” da Snapchat introducendo come funzionalità base le stories e ti posso assicurare che non c’è niente di meglio di questa arguzia per aumentare i propri follower. Come per Snapchat  anche le stories, sono visualizzabili per un periodo di tempo limitato: dopo 24 ore la storia di Instagram scomparirà definitivamente e non sarà più possibile visualizzarla.

Cosa pubblicare nella propria storia? Puoi immortalare momenti della tua giornata, fare video, raccontare del tuo lavoro, editare una foto: insomma, puoi farti conoscere alla tua community senza filtri e senza veli. Una cosa è certa: la sincerità e la genuinità su Instagram stories paga, eccome.

Cliccando sull’icona con il simbolo dell’occhio potrai vedere chi ti sta guardando e quante visualizzazioni giornaliere stai ottenendo (dati disponibili solo per i creatori). Le storie si possono commentare con un messaggio diretto e si possono screenshottare sempre al pari di Snapchat. Se sei bravo ad attirare l’attenzione, con le stories avrai vinto al SuperEnalotto. Ogni volta che condividi una storia su Instagram, essa apparirà in due luoghi: sul profilo e nel Feed.

visualizzazioni instagram stories

Per quanto riguarda il profilo, un anello colorato apparirà attorno alla tua immagine profilo e i follower potranno cliccarla per visualizzarla. Le fotografie e video nella storia non appariranno, invece, all’interno della griglia delle immagini del profilo.

La storia verrà mostrata anche nel Feed. Infatti, la tua immagine profilo apparirà in una riga posta in cima al Feed e ogni follower potrà cliccarla per vederla.

NOVITA’: dal 20 novembre scorso è attiva la funzione Live video che permette di effettuare dirette video, visibili dai propri follower o tramite il tab Esplora, in modo semplice e veloce. Una volta aperta l’app basterà scorrere verso destra e cliccare su “Start Live Video”. L’interfaccia è molto simile a quella di Periscope di Twitter. Altra novità lanciata pochi giorni fa è quella delle foto e dei video temporanei per Direct.

Proprio come avviene su Snapchat, ora è possibile mandare anche su Instagram delle foto o video tramite la funzionalità Direct che dopo essere stati visti non saranno più disponibili. Verrete, inoltre, notificati se l’altro contatto farà uno screenshot della foto o del video.

Fai crescere i fan con gli altri social network

Se pubblichi le foto di Instagram anche su altri social network, in primis Facebook, i tuoi contenuti arriveranno a un pubblico più vasto e quindi avrai maggiori probabilità di conquistare nuovi follower. Come fare? Collegando i tuoi account tra di loro.

La stessa operazione si può fare anche per Twitter sebbene le foto vengano visualizzate sotto forma di link.

App e tool per aumentare i follower su Instagram

Se creare contenuti (e quindi foto) di qualità è la tua arma vincente per aumentare follower su Instagram, ogni tanto puoi comunque avvalerti del cosiddetto aiutino da casa. Sto parlando dell’utilizzo di app e tool creati ad hoc proprio per Ig.

Partendo dalle app, la più utilizzata (oggi integrata nella nuova versione del Social Network) è sicuramente Boomerang, disponibile sia per IOS che per Android. Essa permette di realizzare mini video in loop. Semplici, ma divertenti, daranno un tocco di “colore” al tuo canale.

Segue a ruota, ma si deve scaricare a parte, Layout:  grazie a questa app (anch’essa disponibile per Android e IOS) è possibile realizzare dei collage con le tue foto.

Passiamo ora a visionare alcuni tool utili per la gestione del tuo profilo.

Il più utilizzato è di certo Iconosquare, un programma per PC che ti permette di lasciare commenti e like ad altre persone, valutare le statistiche su hashtag più usati, tenendo sempre sotto controllo le tendenze e le foto che sono in grado di fare tendenza. Di Iconosquare non esiste più la versione gratuita, ma la versione Plus (quella base) ha un costo comunque accessibile. In questo modo Iconosquare ti dirà l’orario perfetto per poter pubblicare le tue foto così da aumentare il traffico e l’interesse degli utenti verso il tuo profilo.

Pubblish (una volta TakeOff)  ti avvisa invece tramite notifica quando devi pubblicare (in alternativa puoi usare Later) che ti avviserà quando devi pubblicare attraverso una notifica direttamente sul tuo cellulare.

Non comprare like e follower per avere successo su Instagram

Purtroppo acquistare follower per molti utenti (ma anche per molti brand) è diventata una prassi comune acquistando servizi ad hoc. E’ inutile dire che comprare like e follower per un profilo personale serve a ben poco, anzi. Che vantaggio puoi avere da una montagna di profili fake che non sanno chi sei e che cosa fai? I numeri non fanno la qualità e nemmeno la notorietà.

Bene, è il momento di dar via ai flash, dunque: la caccia ai follower è ufficialmente aperta.

 

Michela Trada on sabfacebookMichela Trada on sabgoogleMichela Trada on sablinkedinMichela Trada on sabtwitter
Michela Trada
presso
Giornalista, content marketing consultant