Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.7 stelle
    4.7 / 5 (25 )
  • Vota!


Advanced SEO Tool è un evento avanzato sugli strumenti SEO, ideato e curato da Search OnMedia Group, giunto alla sua settima edizione. L’evento propone un percorso didattico orientato all’approfondimento delle fasi importanti di un progetto SEO.
Nel presente articolo abbiamo intervistato Marco Quadrella, CCO nell’aria consulenze di Search OnMedia Group, al quale abbiamo chiesto di parlarci in dettaglio dell’evento, del programma, quali sono gli obiettivi dell’evento e i nuovi possibili scenari nell’ambito SEO nel prossimo futuro.

 

Advanced SEO Tool: l’evento avanzato sugli strumenti SEO

 

Ciao amici di Digital Coach, oggi siamo qui con Marco Quadrella, Chief Operating Officer dell’area consulenze di Search OnMedia Group. Ciao Marco, presentati e parlaci un pò di te e della tua esperienza.
                
       Ciao Daniela, grazie dell’ospitalità. Sono il responsabile operativo del reparto consulenze Search OnMedia Group un azienda che ha tre business unit che sono:
– La prima è Network
– La seconda si occupa di consulenza per medie e grandi aziende del terzo settore che è quella che coordino.
– La terza area che si occupa di organizzare eventi online e offline gratuiti e a pagamento

Lavoro in Search OnMedia Group da sette anni e mezzo, sono cresciuto insieme ai clienti dell’azienda e adesso coordino il team interno.


Advanced SEO Tool è un’ evento avanzato sugli strumenti della SEO giunto alla 7 edizione, ideato e curato da Search OnMedia Group: quali credi siano state le motivazioni che hanno portato Cosmano Lombardo e i suoi collaboratori a dar vita a questo evento?

Dopo anni di formazione fatta prima sul forum in maniera completamente gratuita poi attraverso altri eventi gratuiti e successivamente sono iniziati anche eventi a pagamento per i professionisti dei motori di ricerca, siamo arrivati alla consapevolezza che serviva un evento che parlasse degli strumenti e che potesse permettere a tutti di dedicare del tempo alla parte operativa e di strumenti abilitanti a fare determinate azioni.

Quindi è importantissima la strategia, la parte di contenuto, riuscire a conoscere i vari business case e riuscire a misurare; però era sembrato interessante creare un evento che fosse fortemente verticale sugli strumenti, magari dedicato a quegli sviluppatori che vogliono inserire dei controlli lato SEO sui propri siti, che vogliono sviluppare degli strumenti e quindi un’area che spesso è presente in tanti eventi ma che qua è la padrona.

 

Advanced SEO Tool è un evento estremamente importante in quanto oltre ad avere la presenza di relatori di spicco ci sarà anche la possibilità di fare networking assieme a molti professionisti: quali sono gli obiettivi dell’evento e quali sono state le vostre più grandi soddisfazioni dal 2007 ad oggi?


Gli obiettivi dell’evento sono che ciascun partecipante tornando a casa possa migliorare il suo modo di lavorare, ci saranno partecipanti che hanno un determinato livello e si porteranno a casa poche cose ma molto importanti, altri partecipanti che si porteranno a casa molte più nozioni e comunque riusciranno a fare la differenza nel loro lavoro.
Quindi per chi inizia, per chi è già pratico, per chi gli strumenti non li ha mai conosciuti o per chi vuole scegliere gli strumenti in base alle necessità, tutti possono avere un percorso di crescita all’interno dell’evento.

Se ti dovessi dire qual’è la nostra più grande soddisfazione nell’organizzare eventi come questi, chiaramente adesso parlo a livello personale ma credo sia un’opinione condivisa anche dagli altri ragazzi del team, per noi è veramente importante che se ciascun partecipante si porta a casa anche solo un’insegnamento e riesce ad applicarlo su 10 clienti, abbiamo fatto un pochino la differenza, gli abbiamo portato valore.

Non sono inusuali storie di persone che hanno fatto ripartire la propria azienda grazie alla partecipazione ad eventi oppure che sono riusciti a mettersi in proprio. Insomma tante piccole storie che si nutrono della formazione che riusciamo ad erogare e questo è sicuramente una cosa che dà molta soddisfazione quando si fa formazione.

 
Quali sono i possibili sviluppi o novità nel settore della SEO nel prossimo futuro?

La SEO in questo momento è soggetta a molti cambiamenti. Dovessi nominare i 2 principali direi:

 

  1. L’avvento degli algoritmi con intelligenza artificiale che hanno accelerato tantissimo si alla velocità che la frequenza di aggiornamenti di Google. Considerate che in questo momento si aggiorna più di 6 volte al giorno, sia l’impatto che questi algoritmi hanno; quindi sono molto impattanti sui risultati di ricerca e sono spesso difficili da giustificare per noi che li vediamo da fuori.

    Un’esempio su tutti, quello che è stato poi convenzionalmente chiamato ” Medical update” con siti molto penalizzati, poi molto premiati poi di nuovo penalizzati poi addirittura riportati sopra il posizionamento precedente; situazioni sempre molto complesse dove non basta aggiungere o togliere una parola chiave ma nelle quali ci sono scenari parecchio complessi e spesso non si riesca neanche a capire fino in fondo quale è stata la ragione della penalizzazione o quale potrebbe essere stata la ragione del premio ricevuto a un sito.

  2. Altra tendenza è quella della “Voice search” o comunque dell’esplosione di ricerche che non hanno clic, pensate a quante volte cercando dal cellulare o da desktop fate una ricerca ma non cliccate sul risultato di ricerca magari perché cliccate sulla mappa o sulle immagini, questo si è sempre fatto ma adesso abbiamo addirittura “Amp” che in realtà è hostato da Google non è un sito; abbiamo tutti i widget di ricerca, abbiamo le ricerche principali soprattutto di natura informazionale, troviamo le informazioni direttamente nelle pagine dei risultati di ricerca e ancora peggio sarà con la ” Voice Search“.

    Negli Stati Uniti, dati i risultati dell’anno scorso, il 20% delle ricerche era fatto via voice quindi presumibilmente è un mondo nella quale sarà ancora più difficile cliccare.
    Contesti di ricerca sempre nuovi con sempre meno clic, quindi una SEO che dovrà sicuramente adeguarsi in ottica strategica e mantenere intatto magari il valore di posizionamento di un brand ma che sarà particolarmente da aggiornare in ottica di generazione del valore.
    Se prima la generazione del valore avveniva spesso tramite la visita al sito, adesso dovremmo essere più bravi anche a misurare effetti indiretti.

 

 
Il programma dell’evento è stato diviso in 7 macro-aree: puoi parlarcene nello specifico?

  
Certamente. Nel definire il programma dell’evento con la commissione didattica in particolare con Giorgio Taverniti, abbiamo provato a spacchettare tutte le fasi di un progetto SEO chiaramente ridotte a soltanto sette.
Ci siamo messi nei panni di una persona che debba ricevere un nuovo cliente o che voglia vedere con occhi nuovi un progetto sul quale sta lavorando, quindi ci siamo detti: “Da dove si inizia?”; 

  1. Analisi di mercato e della concorrenza
  2. Keyword strategy
  3. SEO sul sito

Fatta la parte di SEO sul sito, guardiamo come ci posizioniamo nelle SERP e con quali snippet escono i nostri risultati, quindi un’azione più sulle SERP.
Andiamo avanti, organizziamo il contenuto poi curiamo tutta la parte di offsite. Ma oltre tutto, visto che si parla di digital non si può parlare di digital senza parlare della parte della misurazione e quindi chiudiamo con interventi che migliorino, facilitino e rendano più veloce e più scalabile la parte di reportistica. 
Quindi abbiamo spacchettato tutto il processo e abbiamo chiesto agli specialisti dei vari ambiti di portarci i loro strumenti per ciascuna fase.

 


Qual è quindi il pubblico di riferimento di Advanced SEO Tool?

Il pubblico di riferimento va dalla persona che fa già SEO da qualche anno allo sviluppatore che un pò comprende di dinamiche SEO al direttore marketing che ha tra le sue dipendenze anche qualcuno, quindi un’agenzia o un collega che faccia SEO.

Quindi per le tematiche trattate lo sconsigliamo a chi non ha già fatto esperienze pratiche di SEO perché il rischio è che si trovi a dover affrontare troppi temi nuovi, perché chiaramente essendo incentrato sugli strumenti è corretto che si dia per scontato sia la base della SEO sia i funzionamenti di determinate dinamiche e si concentri sul valore aggiunto dato dagli strumenti nell’automatizzare, nel rendere più potenti, più scalabili e più efficaci determinati tipi di analisi.

Infatti, non si va a spiegare perché/come fare un’analisi o come integrare quell’analisi nel business model dell’azienda cliente poichè non ci sono case studies da copiare, ci si concentra molto su strumenti quindi se si hanno dei problemi sulle altre aree sconsigliamo di venire.
Mentre, per tutti gli altri che già fanno SEO da qualche anno o hanno già la gestione in qualche maniera di progetti SEO anche indirettamente in quanto sono responsabili di un team SEO, allora crediamo che l’evento possa portare un grande valore aggiunto; magari basta portarsi a casa tre/quattro tecniche e si ha un’accelerazione sostanziale.

 
Come abbiamo detto precedentemente ci saranno relatori ed esperti di settore: puoi citarne qualcuno e parlarci di loro?

 
Non ne posso citare qualcuno perché li dovrei citare tutti e li conosco tutti personalmente da diversi anni  chi più chi meno. 
La cosa che accomuna tutti gli speaker è sicuramente il fatto di lavorare da diversi anni nel settore e altro tema molto importante per noi soprattutto per un evento di questo tipo sono tutti relatori che sono molto aperti alla community, ossia prendete il nome di qualsiasi relatore e troverete un suo blog, troverete una sua presenza sui forum di settore; sono persone che anche a prescindere dall’evento hanno il piacere di condividere e di confrontarsi con altri professionisti.

Quindi basta cercare i nomi su Google e vi renderete conto che sono persone che non soltanto è da tanto tempo che lavorano in un ambito e quindi hanno il  titolo per parlare di quell’ambito ma sono persone che hanno già parlato ai nostri eventi in precedenza; dunque parliamo di relatori molto affidabili e che sappiamo hanno portato valore.

Quando una persona continua a parlare dei nostri eventi vuol dire che ha avuto feedback positivi dal pubblico, tutti speaker sono aperti alla condivisione perché parlando di cose che sono cosi integrate nel lavoro e che possono essere decisive nell’accelerare un percorso professionale è importante che le persone siano molto ben disposte.

 

 

 

 
Perché partecipare ad “Advanced SEO Tool”?


Partecipare ad “Advanced SEO Tool” perché ci si incontra con persone che fanno il proprio lavoro, che sono molto interessate a migliorare la maniera nella quale fanno il loro lavoro.

Quindi se volete migliorare la maniera di fare SEO non imparare a fare SEO ma migliorare, diventare più efficienti più efficaci o riuscire a fare analisi con più dati rispetto a prima allora è l’evento corretto per voi; e ricordate che come in tutti i nostri eventi sarà molto interessante, speriamo, anche la parte di networking, c’è tanto tempo per stare insieme e come dicevo prima dai relatori ai partecipanti di solito si crea un grande ambiente di condivisione e faremo di tutto per crearlo anche in questo evento.

Ringraziamo Marco Quadrella per la sua disponibilità e cortesia.

 

“Advanced SEO Tool: l’evento avanzato sugli strumenti SEO”– 7 edizione, si terra a Bologna il 29 Marzo 2019.

Vuoi partecipare a uno dei momenti formativi SEO più avanzati del panorama italiano con i migliori professionisti che trasmetteranno la propria esperienza in una giornata ricca di interventi con momenti di condivisione e discussione mixati ad attività pratiche e operative spaziando tra le tematiche più tecniche dell’ottimizzazione per i motori di ricerca?

Grazie alla partnership tra Digital Coach e Advanced SEO Tool, inserendo il codice ast_dcoach in fase di acquisto entro il 4 marzo, sarà possibile acquistare l’evento a 249€+iva invece di 279€+iva. I posti sono limitati.

Per maggiori informazioni sul programma e sui professionisti che saranno presenti all’evento visita il sito www.advancedseotool.it

 

 

Daniela Carlino
Laureata in Linguaggi dei Media e studentessa a Digital Coach. Content addicted, creativa e responsabile. Le mie più grandi passioni sono la musica, il disegno e viaggiare.
Ho una passione per il digitale, in quanto è un mondo dinamico dove bisogna mettersi in gioco ogni giorno.