Seleziona una pagina

Analisi di mercato

Come si fa e perchè è importante

Per raggiungere gli obiettivi prefissati e ottenere profitti considerevoli è necessario svolgere preventivamente un’attenta analisi di mercato che fornisce informazioni fondamentali su settori, clienti e concorrenti. 

Uno strumento molto importante per sviluppare strategie di business di successo.

Save

Ma cos’è un’analisi di mercato? 

L’analisi di mercato è una ricerca analitica specifica effettuata dalle aziende per studiare il contesto economico nel quale operano, il settore di riferimento e il comportamento della propria target audience. Parte integrante di un business plan ed elemento base per il processo decisionale, l’analisi di mercato risponde alla domanda: “Quanto è adatto uno specifico mercato alla vostra offerta?”. 

Sia che tu stia aprendo un’azienda, un negozio o un ristorante, è importante comprendere quali possano essere le tue potenzialità in un determinato mercato. L’obiettivo dell’analisi di mercato è quello di valutare il mercato in termini di quantità e qualità, considerando il terreno sul quale l’azienda dovrà muoversi e compiere scelte strategiche. 

Inoltre, è fondamentale per convincere il tuo target audience sottolineare che: 

  • conosci benissimo il mercato in cui operi e sai di cosa stai parlando,
  • sei consapevole delle opportunità di profitto che ne conseguono. 

Vediamo ora meglio a cosa serve un’analisi di mercato. 

A cosa serve fare un’analisi di mercato? 

Se vuoi avere successo con la tua azienda e raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato, è essenziale svolgere un’analisi di mercato come base per lo sviluppo per la tua strategia di marketing

Vediamo alcuni importanti motivi per cui vale la pena effettuare un’analisi di mercato: 

  • creazione del business plan aziendale
  • selezione di nuove opportunità di business 
  • individuazione di possibili critiche, fattori di rischio ed ostacoli 
  • determinazione del prezzo di prodotti e servizi per conoscere il valore percepito concretamente dai consumatori 
  • analisi della concorrenza per valutare punti di forza e debolezze dei competitor
  • valutazione della customer satisfaction per conoscere l’esperienza d’acquisto dei propri clienti 

Vediamo ora come fare un’analisi di mercato. 

Come fare un’analisi di mercato?

Ecco qui alcuni consigli utili per strutturare al meglio un’indagine di mercato in grado di ottimizzare i risultati del tuo business:

  1. Definisci l’obiettivo: il punto di partenza di qualsiasi attività aziendale è rappresentato dallo scopo dell’indagine stessa. Nuove aree di profitto? Nuovi target? Il lancio di un nuovo prodotto? Qualsiasi sia il tuo obiettivo, deve essere specifico, misurabile, e realizzabile.
  2. Determina il mercato nel quale svolgere l’analisi: i parametri da considerare sono geografici, demografici, sociologici e relativi al target audience. Cerca di essere il più specifico possibile per raggiungere il target interessato. 
  3. Seleziona il target e i canali di comunicazione: per strutturare un business plan efficace è necessario individuare il proprio target audience. Attraverso sondaggi e ricerche è possibile percepire e studiare il comportamento dei consumatori e di conseguenza definire il target ottimale a cui indirizzare i tuoi prodotti.
  4. Utilizza i sondaggi: esistono due macro-categorie per i sondaggi: le interviste e i questionari. Molto utili anche le piattaforme e software online in grado di organizzare le analisi di mercato e i relativi risultati. I più utilizzati sono: SurveyMonkey, SurveyGizmo e Zoomerang.
  5. Interpreta i risultati della ricerca: dopo aver concluso l’analisi di mercato, è necessario analizzare i dati e impostare di conseguenza le proprie strategie di marketing e comunicazione.

Per fare un’analisi di mercato di successo è importante avere una visione chiara anche dei seguenti elementi:

  • Analisi demografica: per conoscere l’età, le professioni, il reddito e il numero di abitanti in una determinata area. Molte di queste informazioni sono disponibili accedendo ai dati di ISTAT e Censis. Un’indagine preliminare sarà quindi utile per saperne di più sul mercato target, le motivazioni del pubblico e il potenziale acquisto. Se invece ti occupi di B2B, dall’analisi degli abitanti si passerà all’analisi delle imprese presenti nel territorio.

 

  • Dimensioni e mercato del mercato: se il tuo business è per un negozio o per un ristorante dovrai concentrarti su un approccio locale e analizzare il mercato nei dintorni delle tue attività. Se invece la tua azienda commercializza in Italia, dovrai valutare il mercato su scala regionale o nazionale. Per valutare le dimensioni del mercato è necessario tenere in considerazione anche il numero di potenziali clienti e il valore di un settore nel mercato. Dopo aver stimato il volume e valore del mercato, è importante identificare a quale segmento rivolgersi. Il target market rappresenta il segmento di clienti a cui intendi offrire i tuoi prodotti/servizi. Questa parte è molto importante in quanto il tuo mercato ha segmenti ben definiti con fattori specifici che determinano la domanda.

 

  • Bisogni del mercato: dopo aver effettuato analisi di tipo quantitativo, vediamo ora meglio le motivazioni dietro alle scelte dei tuoi potenziali clienti. L’obiettivo è quello di soddisfare un bisogno di mercato, ponendo la base per definire i tuoi punti di forza rispetto alla concorrenza e il tuo posizionamento sul mercato.

 

  • Competitors: l’analisi della concorrenza è un elemento fondamentale per effettuare l’analisi di mercato. Sarà necessario quindi spiegare come sono posizionati i tuoi competitor e descrivere i loro punti di forza e le loro debolezze. Anche qui, sarà possibile utilizzare le informazioni ottenute nel corso delle analisi preliminari sfruttando i dati a tuo vantaggio.

 

  • Ostacoli e regolamentazione: come ultimo punto è importante chiedersi quali possano essere gli ostacoli per entrare all’interno del mercato. Cosa ti fa pensare di poter avere successo e quali sono i tuoi punti di forza?

Le risposte a queste domande ti aiuteranno sicuramente nel definire le attività per la tua strategia di Marketing.

Infine, altri fattori da tenere in considerazione sono:

  • investimenti iniziali
  • tecnologie richieste
  • normative, regolamentazione e leggi
  • accesso alle risorse e ai canali di distribuzione
  • costi strutturali

Tutti questi elementi andranno ad arricchire il tuo business plan per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Se vuoi saperne di più e realizzare la tua strategia di marketing scopri il Corso Digital Marketing Manager e certifica le tue competenze.

SCOPRI IL CORSO

[wprs-box]

Valutazione Digital Coach su Google